Home Auto Un po’ Mini, un po’ 500L: ecco la Lumin Corn

Un po’ Mini, un po’ 500L: ecco la Lumin Corn

3
CONDIVIDI

Un po’ Mini, un po’ 500 L: i produttori cinesi per lo stile continuano ad attingere a piene mani dai modelli occidentali. La conferma dalla Changan Lumin Corn.

Un po' Mini
Il profilo e, sotto, l’interno della nuova  Changan Lumin Corn

Un po’ Mini…Nata per competere con il best seller Wuling Mini EV

Stiamo parlando di una macchinetta elettrica molto compatta, studiata per destreggiarsi nelle megalopoli cinesi. E in grado di competere con un modello di grande successo come la Wuling Mini EV, l’unica in grado di competere con le Tesla nella classifica delle EV più vendute al mondo. La Lumin Corn (Changan è la marca) è lunga 3,27 metri (35 cm in meno della 500e), larga 1,70 e alta 1,54, con un passo di 1,98 e solo 840 kg di peso. Con spazio interno per quattro persone. I dati tecnici confermano che si tratta di un’auto studiata per spostarsi in città, non certo per viaggi lunghi. Il motore elettrico, sull’asse anteriore, produce 30 kW di potenza (41 CV) e può essere abbinato a batterie con tre diverse capacità: 13, 18 o 28 kWh. L’ autonomia dichiarata è rispettivamente di 155 , 201 o 301 km, ma il dato è riferito allo standard di omologazione cinese, decisamente più generoso del nostro WLTP.

un po' miniLa Cina da sola vale il 51,5% sul mercato mondiale EV

Anche questo modello difficilmente uscirà dalla Cina per essere esportato in Europa, almeno in una prima fase. Il mercato interno ha infatti dimensioni tali da indurre i produttori locali a concentrarsi sulle vendite domestiche. Progettando e costruendo auto che spesso non soddisfano le norme europee sulla sicurezza in caso di incidente. Secondo gli ultimi dati diffusi dalla China Passenger Car Association, nel 2021 si sono vendute in Cina 3,4 milioni di auto elettriche, pari al 51,5% del mercato mondiale. La quota di mercato globale detenuta dall’Europa è pari a circa il 33%, contro l’11% degli Stati Uniti. Se invece si considerano anche le vendite di auto ibride plug-in e a idrogeno, le immatricolazioni cinesi 2021 salgono a 6,23 milioni di unità. Un numero che spiega perché molto spesso anche le novità elettriche europee o americane vengono presentata in anteprima in Cina.

un po' mini– Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it –

Apri commenti

3 COMMENTI

  1. Più che di auto si parla di quadricicli e quindi il confronto andrebbe fatto con la Citroen AMI.
    In Cina le concorrenti costano tra Euro 4.000 ed Euro 5.000, ossia meno della francesina.
    Per quella cifra non si può pretendere troppo … come d’altro canto non si pretende per AMI

  2. Più che una vera auto, sembra un quadriciclo, od un’utilitaria Fiat degli anni ’50-60 del XX secolo. Probabilmente anche gli standard di sicurezza sono simili. Dubito che in Europa un modello simile possa trovare acquirenti, a meno che non si torna ai livelli di vita di quei tempi, cosa che non mi auguro assolutamente. Una curiosità: quanto costa in Cina una simile ciofeca?

    • L’articolo precisa che, almeno inizialmente, la Lumin Corn è destinata al mercato cinese dove a quanto pare le norme di omologazione sono piú rilassate di quelle europee. Probabilmente per venderla in Europa dovranno “declassarla” a quadriciclo..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome