Home Auto Un mese in Spring: dove carico, quanto spendo

Un mese in Spring: dove carico, quanto spendo

34
CONDIVIDI
La Dacia Spring di Stefano: il primo mese in elettrico non sis corda mai.

Un mese in Spring: un altro lettore, Stefano, condivide il suo primo approccio con l’elettrica meno costosa, la Dacia. Consumi, costo delle ricariche…Chi vuole condividere il suo debutto in elettrico, può farlo scrivendo a info@vaielettrico.it

                                            di Stefano Pinardi

“Sono un frequentatore del Vs. sito e ricevo le newsletter, spesso molto interessanti, soprattutto quando riportano esperienze di altri autisti elettrici.

Un mese in Spring: 12,48 kWh per fare 100 km

Vorrei rendere pubblica la mia esperienza del primo mese di utilizzo della Dacia Spring: consumi, ricariche e costi connessi. L’altro giorno ho avuto infatti la possibilità di fare una ricarica al 100% in modo da buttare giù qualche statistica, conteggiando i km percorsi e i kWh introdotti. Sopra ho riprodotto la tabella con i conteggi. In sintesi:  909 km percorsi (città ed extraurbane collinari), 113,464 kWh imbarcati, media 12,48 kWh/100 km.  Ricarica da impianti domestici (o garage di casa o da casa in collina). Con l’eccezione di una ricarica da colonnina IKEA (per “vedere come si fa”, ad un costo triplo rispetto a quello domestico…..) –> 2.47 euro/100 km. Mi sento soddisfatto…Più in dettaglio:

  • ho un contratto con fornitore che dichiara di produrre 100% da rinnovabili. Mi aspetto che non abbia la faccia tosta di aumentare il prezzo “perché il gas aumenta”…
  • il costo al kWh lo calcolo leggendo la bolletta in formato dettagliato: sommo i costi variabili (quelli espressi in euro/kWh) escludendo quelli “fissi”. E infine aggiungendo l’Iva. I costi “fissi” non li conteggio, perché li avrei anche senza ricaricare l’auto.
un mese con la spring
Ricarica: ecco come Stefano si è attrezzato in garage.

Dovevo sostituire una Punto del 2003, “sfinita”…

La Spring è stata comprata per sostituire la 3° auto di famiglia, una “sfinita” Fiat Punto del 2003, sottoposta ad “accanimento terapeutico”. Valeva zero, ma con gli incentivi abbiamo risparmiato 8.000 euro, consapevoli di acquistare una auto da città. E finora così è stato e così si è ben comportata. Versione Comfort Plus +, optional ricarica in DC, con dotazioni inevitabilmente superiori alla Punto. Interni gradevoli, bagagliaio capiente per le dimensioni, ‘portiere leggerine’. Per range di velocità fino ai 90 il comportamento è piacevole e non fa rimpiangere un’auto termica. Velocità superiori le ho raramente raggiunte. Uso cittadino ed extraurbano. Abbiamo una casa in collina, anche con salite brevi, ma ripide. Grazie alla coppia subito disponibile, le supera senza fatica anche con 3 persone a bordo e senza sforare in “power”. I km percorsi ci permettono di caricarla ogni tanto. A casa ho il garage, attrezzato (anche con contatore dedicato) per attaccarmi in sicurezza con il carichino a 10A. Nel garage vive anche la moto e la compenetrabilità dei corpi non è ancora stata raggiunta: preferisco caricarla tanto, ma raramente, che poco ma tutti i giorni“.

un mese in spring
Un garage un po’ caotico è la stazione di rifornimento domestica di Stefano (con energia “100% da rinnovabili”)

Un mese con la Spring: per ora siamo soddisfatti

Per ora in famiglia siamo soddisfatti. Rrispetto alla precedente auto, qualche attenzione in più (per monitorare il livello di carica) e un po’ di organizzazione (per gestire garage e ricariche), ma nulla di drammatico. Velocita di ricarica alle colonnine: l’ho fatta una sola volta, ‘per vedere l’effetto che fa…, come detto prima. Carica in AC: 12.31 kWh in 1h 49minuti, quindi potenza di ricarica pari a 6.78 kW, che è vicina a quella massima consentita dall’auto in AC. Comunque, visto il costo rispetto alla carica domestica, tendo ad evitarlo…Accelerazione da fermo sicuramente brillante rispetto alla Punto 1.2. Non ho ancora avuto occasioni per cimentarmi in sorpassi. Viaggi in strade statali: fino ai 90 km/h viaggi bene, con calma, ma senza particolari problemi. Aumentare la distanza kilometrica richiede una programmazione dell’autonomia e/o di soste per ricarica. Per ora non ho esperienze…

— Leggi anche / un mese in spring5 mila km con la Spring: i primi mesi in elettrico di Biagio. Sotto: la video-prova in montagna, firmata da Paolo Mariano. E se vuoi seguirci, iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it — 

Apri commenti

34 COMMENTI

  1. Enzo, eccone uno! Io! Non ho avuto soldi dalla comunità!
    Ho dato via una Ford b max a GPL con 6 anni di vita e 59000 km, in perfette condizioni! Già che nella mia vita la (come la chiamate voi) comunità non mi ha mai regalato nulla! Anzi, a dire il vero ha sempre preteso da me! Ed io ho sempre pagato la comunità! Comunque; io la Dacia spring l’ho pagata 14.000€, usufruendo solo della permuta auto per altro valutata un piatto di pasta asciutta e senza l’ausilio della comunità! A prescindere se la Dacia piace o non piace (è solo soggettivo) io ho percorso 4800 chilometri con circa 60€! Mi costa circa 20 centesimi per percorrere 10km! E se non dovesse piacermi, a quel prezzo me la faccio piacere per forza! Ora mi hanno finalmente collegato i pannelli fotovoltaici quindi mi piacerà anche di più! Per la sicurezza, la spring è una utilitaria per uso cittadino (rammento che in città vi è un limite di velocità ed a prescindere se vai in bici o in Ferrari; teoricamente, andrebbe rispettato!) E tutto al più, per uscite fuori porta per un raggio di 100 km massimo! La Dacia non è stata concepita ne come autoscontro (anche perché non ha la gettoniera!) Ne Per viaggi lunghi, esistono i voli low cost (io con 50€ ho fatto Catania Londra Gatwick Catania, tempo del viaggio, incluso check in ed attesa in aeroporto 5:30 ore a tratta)! Non ci avrei pagato neanche l’autostrada a quel prezzo! In ultimo; mai fatto ricariche al di fuori della schuko di casa! Perché a 50 centesimi al kWh mi aspetto che l’auto venga ricaricata in volo (come gli F35) e per di più (sempre a 50 centesimi a kWh) devono venire a caricare l’auto le ballerine de Moulin Rouge, mentre mi ballano il can can e mi offrono lo Champagne! A quel prezzo, credo che un briciolo di servizio ci vuole! Comunque, al di là di quello che se ne possa dire, io la spring la trovo ottima! Non me l’ha regalata la comunità, la utilizzo per lo scopo per cui l’auto è stata concepita e ciò è come utilitaria e non come autoscontro o come formula 1! Che dire? Per me va bene così!

    • Ma allora perché dici cha l’hai pagato 14000 euro? Allora domani ne compro una io, do indietro la mia Abarth e inizio il mio racconto così: “ho comprato una Dacia Spring e, pensate, non solo non l’ho pagata ma il concessionario mi ha anche regalato 10000 euro. Che gentile!”.

      Il concessionario non ti ha graziato, tu avevi un bene dal valore di 8000 euro (io direi anche di più) che tu, per tua scelta, hai preferito vendere al concessionario anziché ad un privato (dove avresti sicuramente guadagnato di più, ma queste sono scelte tue, dei tuoi soldi ci fai quel che vuoi).

      Per il resto che dirti, se sei felice tu io son felice per te, non è mia intenzione smontarti l’acquisto. Ti auguro duri 20 anni come la tua vecchia Punto

  2. Cosa c’entra il prezzo al kw con le rinnovabili? il mercato non fa differenza!
    I costi fissi non sono TUTTI fissi ma proporzionati al consumo escluso veramente pochi euro che sono fissi.
    La spring è pericolosa come certificato dalle prove ufficiali di crasch test . Chi la compra rischia di più in caso di incidente, niente altro da aggiungere.

    • Per costi fissi io intendo quelli NON espressi in euro/kwh……. cioe’ fissi rispetto ai kwh consumati………
      Per le rinnovabili: mi viene da pensare che chi produce da rinnovabili non e’ soggetto ai rincari del metano e quindi possa essere piu’ competitivo…….
      Aggiungiamo il piacere di sapere che non solo la mia auto non ammorba l’aria che respiro io ma che i kw che consumo non hanno prodotto CO2…….
      Francamente non sono cosi’ sicuro che la Spring sia piu’ “pericolosa” della Punto del 2003 che ho sostituito……..

        • Protezione occupanti adulti 49%. Sei più sicuro andando su una bici senza manubrio…

          Credimi, 49% è un punteggio terrrribile

          • Per cui la Panda dal 2011 che aveva 82% di protezione occupanti è passata al 45% nella versione 2018 perchè hanno tolto qualche pezzo di telaio? Controllo…
            Panda vecchia 935kg
            Panda nuova 1015kg
            Ahh ci hanno aggiunto 80kg di sprunconi che ti perforano in caso di incidente!
            Comunque chi ha Spring è in buona compagnia con noi Pandisti 😁
            Va beh, io ne ho una del 2009, 935 kg di puro acciaio, 4 stelle 😜

          • Cosa dici, se devi prenderti una Jeep Wrangler (protezione occupanti 50%) è meglio optare per una Peugeot 208 (protezione occupanti 91%).

          • /// protezione occupanti adulti 49%. Sei più sicuro andando su una bici senza manubrio \\\ Che la Sprint sia meno sicura della media non discuto ma di quanto ? Il punteggio “astratto” mi dice poco perché non conosco il metodo esatto con cui è stato ricavato. Ho preferito spulciarmi tutti i risultati delle singole prove, e cosí facendo ho capito che in certi casi per gli occupanti c’è un rischio non basso ma nemmeno cosí alto come puó sembrare. Del resto la sicurezza è importante ma nel valutare un’auto ci sono molti altri aspetti.

          • Daniele la grossa differenza è avvenuta nel 2015 quando hanno modificato in modo importante i vari tipi di impatto. Puoi vedere in modo chiaro alle relativamente basse velocità in caso di impatto frontale o con uno spigolo cosa ti succede guidando una Panda, sia al torace sia alla testa. Il fatto che ora lo sai, perché il test è affidabile, non può in alcun modo fare “scopa” con i test precedenti: se oggi scoprissero che un certo farmaco fa malissimo, tu faresti la “media” con gli studi di 10 anni prima che affermavano il contrario? Non direi.

            Quindi non mettete la testa sotto la sabbia, prendete i test più recenti e valutate in base a quelli. Il 49% per gli occupanti adulti è un pessimo dato, punto. Nel 2021, stesso anno, la Fiat 500e ha ottenuto il 76% [ https://www.euroncap.com/it/results/fiat/500e/44198 ]. A voi le conclusioni.

          • @Enzo: è proprio qui il discorso, il cambio dei parametri. Chissà le nostre attuali auto che hanno più di 10 anni quante stelle avrebbero ora.
            Ho controllato proprio ora la nostra vecchia Opel Agila/Suzuki Vagon R/Maruti Vagon R, anche quella con protezione ridicola ahahah e quella l’abbiamo rottamata a causa di un incidente. Ripeto la fine del commento che feci in https://www.vaielettrico.it/5-mila-km-con-la-spring-di-biagio/#comments
            Daniele CL 5 Gennaio 2022 at 20:04
            “Dovessimo cambiare auto ad ogni tiramento di chi fa le norme …”

    • Ho una Panda del 2009, 4 stelle euroncap, se mi incidento mi salvo? Il mio amico ha preso 4 mesi fa una panda 1,2, euroncap zero, se si incidenta muore? Io direi che siamo messi uguali.
      Vale anche per la ZOE, vecchia=5 stelle, nuova=0 stelle. Disabilita gli ADAS sulle auto di oggi e ti ritrovi con delle “bare a 4 ruote” zero stelle.

  3. Sono tentata dal passaggio all’elettrico, con una Spring come prossima auto (al momento guido una Yaris che comincia a essere vecchiotta, per quanto ancora affidabile). La cosa che mi preoccupa un po’ è il risultato al crash test, sono una guidatrice prudente e non ho mai avuto incidenti seri, ma il dubbio se il rischio valga la pena mi resta.

    Le esperienze di chi la guida sotto questo aspetto come sono?

      • Mio cugino invece mi ha detto al bar che l’altro giorno anche una Porsche Cayenne si e’ capottata……… L’articolo non dice nulla sulle modalita’……… quindi sono ammesse tutte le interpretazioni. Mi ricorda un po’ il can can mediatico sulla classe A della Mercedes che non aveva superato il test dell’alce…….. Scandalo e sacrilegio!!!!!!!!! Chi di noi ha mai avuto bisogno di cio’? Se non vuoi fare incidenti devi andare piano…. e aver fiducia negli altri altrimenti chi ti da’ il coraggio anche solo per camminare sui marciapiedi????

        • Ho scritto “scherzi a parte” ma non l’hai letto. Antefatto: avevo fatto una ricerca in rete per cercare foto o articoli di incidenti sulla Dacia Spring ma non ne ho trovati, tranne quello. Per il resto, che dirti, io e un mio collega siamo stati entrambi tamponati a distanza di pochi mesi fa qualche anno fa. Io avevo un “macchinone” e non mi sono fatto nulla (l’auto ha assorbito il colpo), lui ha ancora i dolori alla cervicale. Chiaro che se fai un incidente (anche se ti vengono addosso) su un’auto con elevata sicurezza passiva hai minori probabilità di farti male e per valutare questo dato l’unica è affidarsi a Euro’NCap.

          • Certo che ho letto…… Infatti anche io l’ho buttata sullo spiritoso……
            Sono d’accordo sul fatto che girare su un carroarmato e’ piu’ sicuro che su una spider ma alla fine un compromesso bisogna trovarlo……

          • Andare in moto serve anche a questo. Qualsiasi auto ti sembrerà più sicura. ☝️😂

      • Grazie per la risposta (stranamente non ho ricevuto notifiche, quindi leggo solo ora).

        Ho visto i risultati del test e proprio per quello sono perplessa, mi chiedevo quanto siano comparabili con un uso ‘normale’ dell’auto o se non siano volutamente un po’ estremizzati, solo per questo chiedevo se qualcuno avesse avuto un qualche tipo di esperienza diretta.
        Il 49% di protezione mi pare piuttosto basso, peccato (non considero affatto il capitolo ADAS visto che l’auto che guido ora, classe 2010 non ne ha).

    • /// la cosa che mi preoccupa un po’ è il risultato al crash test, sono una guidatrice prudente e non ho mai avuto incidenti seri, ma il dubbio se il rischio valga la pena mi resta \\\ Leggendo con attenzione la relazione Euro Ncap sulla Spring (https://www.euroncap.com/it/results/dacia/spring/44197) si scopre che in certi casi c’è un rischio un pó piú alto di lesioni corporali. Che sia accettabile o no dipende dalle valutazioni personali ma in ogni casi non direi che si esca da un incidente con le ossa rotte o peggio..

  4. Alcune considerazioni: la Punto 1.2 è durata 20 anni, auguriamo alla Spring pari longevità 😅. Il fornitore di energia 100% green ormai è un classico, un mito intramontabile come quelli che credono che usiamo solo il 10% del cervello🧐. 5000 km senza aver superato mai i 90 km/h mi ricorda tanto il rodaggio della mia 125 2 tempi 🏍️…

    Battute a parte, grazie agli 8000 euro donati dalla comunità (quanti 🌲🌲🌲 si piantano con 8000 euro?), c’è un utente contento della sua Dacia Spring. Aspettiamo il commento di un utente felice della sua Spring pagata 20000 euro…

    • Leggo ormai da un po’ Vaielettrico, non sono un gran commentatore ma vengo sempre a leggere quà sotto per vedere se si può aggiungere qualcosa di costruttivo. La cosa che mi stupisce sempre è quanto sia costante la tua presenza, una sentenza praticamente! Ci si aspetterebbe tale dedizione da un entusiasta della mobilità sostenibile, considerato il sito, ma tu invece sei un fermo detrattore; hai intrapreso una crociata personale che merita quanto meno dei complimenti per la costanza, don Chisciotte chi!? Detto questo fa anche (sor)ridere il tuo “impegno” perché mi pare evidente che la gran parte dei commentatori condividano la passione per la mobilità elettrica e cerchino una discussione costruttiva a 360. Tu invece perseveri nel voler in qualche modo debunkerare ogni argomento con dati errati, mancata cognizione di causa, scarsa conoscenza della materia e più in generale un qualunquismo e un pressappochismo che definire disarmante è un eufemismo. Resta il fatto che ogni corte che si rispetti ha bisogno del suo giullare, perché nella vita bisogna pur ridere! Ti prego, non smettere mai Enzo, grazie di cuore per quello che fai per noi!

      • Vabbeh, Mirko, tutto questo profluvio di complimenti, sono commosso, ad ogni modo puoi sempre debunkare tu quello che scrivo io, siam qui apposta …

        Per il resto, che dire, credo che se andasse tutto bene non ci sarebbe bisogno di scrivere alcunché. Se uno scrive è perché ha qualcosa da dire e spera che qualcosa migliori. Il punto è, Mirko, che al momento siamo un po’ lontani dalla promessa che ci era stata fatta dai produttori, quando nel 2025 le auto elettriche – dicevano – sarebbero dovute costare come quelle termiche. E siccome costano, allora è inevitabile mettere il dito nella piaga. Come la Dacia Spring o la Renault Zoe, auto poco sicure (rispettivamente 1 e 0 stelle nei test Euro’NCap) che comunque costano molto più di quelle a benzina. Ma tanto non credo possiamo concordare neanche su questo, quindi evitiamo di perdere tempo entrambi.

        Ormai il mio avatar vedo che lo conosci, se non ti piace quello che scrivo puoi sempre non leggerlo.

          • Hai un’officina e godi all’avvento delle auto elettriche? E poi sarei io quello col senso dello humor?

        • Ecco perché (ci) fai ridere! I tuoi sproloqui di per sé non allarmano, tuttalpiù in un individuo dotato di un sano senso critico fanno sorridere; tu leggi tantissimo…….. ma non sai cogliere il significato oppure ne estrapoli uno che possa soddisfare il tuo senso distorto delle cose, ecco perché fai anche ridere! Prendi il tuo ultimo commento, tu dai per scontato che io sia entusiasta dell’avvento delle auto elettriche ma in verità non menziono mai alcuna preferenza perché ho voluto solo commentare la tua ridicola dedizione ad una causa persa (sostenuta da cazzabubbole ndr). Ti è mai passato per la testa che potrei essere uno scettico? Oppure anche io un detrattore ma che non va in giro a sentenziare idiozie credendo di avere la verità in tasca? Ti stupirò, ma ci sono persone a cui piace documentarsi da fonti attendibili e senza urlare. ……Non ho mai detto di avere un’officina meccanica che si occupa di veicoli. Anche qua, so che potrà essere uno shock, ma ti assicuro che ci sono molteplici tipi di officine che non necessariamente hanno a che fare con le macchine! ……. Non ho altro da aggiungere!

    • Auguro la stessa longevita’ anche alle auto termiche vendute oggi……
      Il fornitore dichiara pubblicamente 100%. Millanta? E’ un furbetto? che si prendano provvedimenti…. Gli altri fornitori che dichiarano meno sono tutti ligi? ahahahaha facciamoli santi subito!!
      La velocita’ limitata a 90 km/non e’ stato un obbligo…… bensi’ una banale considerazione statistica: andare piu’ veloce non e’ stato necessario.
      Gli alberi non piantati con gli 8000 euro della Comunita’ gridano meno vendetta di quelli non piantati con gli incentivi riconosciuti alle auto termiche…..
      Se fosse costata 20000 euro non l’avrei semplicemente comprata. Non me l’ha ordinato il medico…….

    • Enzo, a me la comunità non ha mai regalato nulla! Anzi, a dire il vero, ha sempre chiesto! Ed io ho sempre pagato la comunità! Io ho la spring, acquistata senza ausilio comunitario (tutta di tasca mia), e la uso per quel che l’auto è stata concepita! Non la uso come autoscontro, anche perché non ha la gettoniera! E che non raggiunga la velocità della 125 in rodaggio, rammento che in città vi è un limite di velocità! O vai in bici o in Ferrari, o con la 125 in rodaggio, il limite andrebbe rispettato! Poi, per tutti coloro i quali si sentono piloti, che andassero nel circuito di Monza e vediamo cosa sanno fare di concreto! Sai quanti ne vedo x strada di piloti che sanno solo sorpassare a 180 km/h e poi in curva non sanno gestire l’auto? Io lascio sempre strada a questi pseudo piloti di formula 1; onde evitare che potessero coinvolgermi nell’incidente per loro incapacità! Come tempo fa, un tizio con la BMW mi ha sorpassato a gran velocità ed abbagliando continuamente! E l’auto gli si è ribaltata proprio davanti a me! Fortuna vuole che io non sono un pilota e l’ho evitato tranquillamente! Ma sapessi che belle scintille fa il tetto dell’auto quando struscia con l’asfalto a 180 km/h, uno spettacolo da non perdere! Io? In autostrada non supero mai i 110 km/h, anche perché, ammesso che arrivassi prima, non mi danno in premio la coppa!

  5. Ottimo resoconto gran pazienza complimenti .. ma .. posso dire una cosa su sta gonfiatura dei viaggi lunghi e ansia e programmazione,noi (intendo a casa nostra ) abbiamo golf elettrica e spring elettrica se vogliamo la spring ha più autonomia della golf fatte tutti i conti che vi pare 100 km in autostrada con la spring li fai ai 90 con la golf ai 110 con la golf ci sono andato Roma e Milano con una fermata dalla toscana vuoi vedere che ci vai con la spring (se proprio serve) e quelli che viaggi sono,lunghi medi corti che programmazione ci vuole,sembra che fuori dalla propria città i viaggi vadano tutti da Bolzano a Catania a me sembra un po una paura di non toccare nell’acqua alta .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome