Home Moto & Scooter Un difetto al sistema di ricarica appieda la Harley Davidson LiveWire

Un difetto al sistema di ricarica appieda la Harley Davidson LiveWire

0
CONDIVIDI

Un difetto al sistema di ricarica lenta in corrente alternata ha appiedato la prima Harley Davidson elettrica, la LiveWire.

La moto era stata appena messa sul mercato (con due mesi di ritardo sulla tabella di marcia), quando i dirigenti della casa americana si sono visti costretti ad annunciare la “temporanea” sospensione della produzione e delle vendite. Vendite, peraltro, partite al rallentatore, secondo quanto denunciano i concessionari molto delusi dalle prime reazioni dei clienti. I primi esemplari LiveWire li hanno ricevuti tre settimane fa, ma, se si escludono i ritiri dei pezzi già prenotati, di nuovi contratti se ne sono visti pochi.

“Harleysti, ricaricate solo fast”

Ai (troppo pochi) Harleysti che se la sono già messa in garage, la casa motociclistica raccomanda di non utilizzare la ricarica lenta domestica, ma esclusivamente quella veloce in corrente continua. Tutti i dealer Harley Davidson sono stati obbligati ad installare un impianto di ricarica fast presso i propri showroom.

LiveWire 2018

Nel comunicato ufficiale Harley Davidson non usa comunque toni allarmati. Si limita a dire che lo stop è stato deciso dopo che in un solo caso isolato è stato riscontrato un difetto al sistema di ricarica. E anzi sottolinea l’efficienza del suo controllo qualità interna che l’ha individuato.

“Un caso isolato, lo risolveremo”

Ora, a quanto si apprende, i dispositivi di ricarica lenta domestica saranno analizzati ed eventualmente rivisti. Poi riprenderanno vendite e produzione. L’azienda americana non ha aggiunto ulteriori dettagli. Questo lo scarno comunicato: “Di recente abbiamo scoperto una condizione fuori standard durante un controllo di qualità finale, interrompendo la produzione e le consegne. Abbiamo inoltre iniziato nuovi test e analisi, che stanno procedendo bene”. L’occasione per saperne di più sarà probabilmente la prossima edizione di Eicma che aprirà i battenti a Milano il 5 novembre.

Ma ai fan la Harley silenziosa non va giù

Certamente il difetto al sistema di ricarica è un ulteriore inghippo per la moto che dovrebbe inaugurare un’intera gamma elettrica con marchio Harley Davidson. Anche l’impatto con i fan della casa non è stato positivo. Nelle prime giornate di presentazione i concessionari hanno notato delusione, soprattutto tra i più giovani. Proprio quelli che HD voleva “riconquistare” puntando sull’ambientalismo. Per alcuni giornali si è trattato addirittura di una “rivolta” contro il “tradimento” della filosofia Harley, fondata sul fracasso, l’ esibizionismo e i generosi sprechi di carburante e potenza.