Home Bici Le micro e-bike da ultimo miglio

Le micro e-bike da ultimo miglio

0
CONDIVIDI

Ultimo miglio in e-bike. Sono piccole, leggere e comode per i brevi spostamenti in città. Ecco l’alternativa al monopattino

E se per percorrere il fatidico ultimo miglio utilizzassimo una mini e-bike? Negli ultimi tempi si è parlato molto di monopattini elettrici e della loro “mission”. Quella cioè di accompagnare l’utente negli spostamenti piccoli e grandi all’interno delle città congestionate dal traffico veicolare. Ora vogliamo consigliarvi una serie di e-bike piccole, leggere e comode. Tanto piccole e leggere da poter essere portate in auto. Ma anche ficcare nello zaino da mettersi in spalla una volta lasciata la propria macchina. O ancora meglio, da portare in metro e sui mezzi pubblici.

Insomma non di soli monopattini si nutre l’ultimo miglio a emissioni zero. Ci sono le micro e-bike . Che, tra l’altro, non devono sottostare alle cervellotiche nuove leggi sulla micromobilità che stanno ancora mettendo in crisi persone e aziende di noleggio in tutta Italia.

Mini e-bike dalla Cina

La ZiYouJiGuang T18 è una mini e-bike molto solida e ben costruita grazie alla struttura in acciaio. Dimensioni ridotte, fra le più piccole sul mercato. Nonostante questo è comoda per quasi tutte le taglie. Non parliamo di una folding. La T18 non è pieghevole ma è facilmente trasportabile in auto. Con il manubrio che è riposizionabile, la possibilità di togliere la sella e di chiudere i pedali. Il peso di questa bici elettrica è di circa 17 kg.

E’ dotata di un ammortizzatore posteriore che attenua le asperità del terreno ed è regolabile attraverso una speciale rotella che permette la gestione della rigidità. Anche la sella è ammortizzata, imbottita e dalle dimensioni generose, l’insieme di questi componenti permette di avere una guida piuttosto comoda.

Le ruote hanno un formato da 12″, sono dotate di freni a disco e di pneumatici larghi, ideali anche per il fuoristrada su terreni non troppo sconnessi. Come accessori: faretto anteriore e posteriore, cavalletto e i parafanghi. Il motore da 250W ha una velocità massima di 25 km/h ed è posizionato al mozzo posteriore, mentre la batteria integrata nella struttura centrale è da 36V, 7,8Ah con un’autonomia nominale di 45 km.

Sul manubrio nella parte destra troviamo l’indicatore dello stato della batteria a tre tacche e la chiave di accensione, mentre sulla sinistra è presente il selettore per le luci e il clacson.

L’assistenza al motore non è selezionabile tramite un comando, ma è unica e automatica, si attiva con la pedalata ma dopo circa 6-8 km/h. La e-bike ZiYouJiGuang T18 è acquistabile tramite il sito cinese Gearbest. Ora è in super offerta al prezzo di 337 euro e con i magazzini aziendali in Polonia non ci sono tasse di dogana da pagare.

Mini e light

Sempre dalla Cina arriva FIIDO D2. Una delle più piccole e-bike pieghevoli con rapporto qualità/prezzo invidiabile. Ha un telaio in alluminio robusto con formato ruota da 16″, dotata di ammortizzatore posteriore e di una sella di dimensioni generose per un migliore comfort. Equipaggiata con motore brushless da 250 W posizionato al mozzo posteriore, la velocità massima è di 25 km/h.

E’ possibile scegliere fra 3 modalità: a pedale, mista o solo elettrica. Quest’ultima in Italia è vietata dalla legge della strada e quindi può essere selezionata solo su strade private.

La batteria agli ioni di litio ha una capacità di 36v/7.8Ah con tempi di ricarica di 5 ore, mentre l’autonomia arriva a 60 km in modalità mista. La porta di ricarica è posta al di sotto del tubo orizzontale dove risiede la batteria.

Sul manubrio è posizionato a destra un piccolo display che indica il livello della batteria residua con due lettere “F” (full/piena carica) e “E” (empty/scarica). A sinistra è disponibile un comodo porta smartphone molto solido con presa USB per la ricarica di qualsiasi dispositivo portatile, un clacson, l’accensione per il faretto LED anteriore e il selettore per le modalità pedale mista o solo elettrica.

La trasmissione della FIIDO D2 è una Shimano a 6 velocità mentre i freni sono a disco meccanici. Si trovano sul sito cinese Gearbest che ha magazzini in Polonia e quindi non ci sono tasse doganali da pagare in aggiunta. Costo intorno ai 450 euro.

E-bike mini italiane

L’italiana Bad Bike, di cui ci siamo già occupati, propone Awy. In due versioni con motore da 250 Wh. E pure con motorizzazione da 500 Wh, ma da utilizzare solo in aree private. La micro e-bike partenopea pesa 22 kg e è ultra compatta. Diverse colorazioni e prezzo di 1.510 euro per la versione da strada.
In aggiunta si possono acquistare le ruote in lega di magnesio. E anche il pratico borsone trolley dove riporre la bici per il trasporto.

 

 

 

 

Momo Design fa l’offerta della pieghevole New York 16. La batteria al litio 36V 6.4Ah – 230Wh è inserita sotto la sella. Ruote da 16’’, freni a disco, telaio in alluminio. Portata massima 100 kg per una e-bike che non arriva a 15 kg di peso. Display di controllo a Led e un prezzo intorno ai 630 euro.

Un evergreen

Xiaomi propone la QiCycle EF1. Una bicicletta da città essenziale e dal design curato e ruote da 14 pollici.

Grazie al suo motore da 250W a trazione anteriore può arrivare fino a 20Km/h. La pedalata è assistita elettricamente dal sistema di bordo con sensore TMM torque. La potenza è erogata in base al rapporto di coppia, e può essere impostata su tre livelli diversi.

L’autonomia è ottima grazie al battery back Panasonic 18650 agli ioni di litio consente di percorrere fino a 45 km con una sola ricarica. Il display di bordo permette di tenere monitorati i vostri percorsi, i chilometri percorsi, lo stato della carica. Il prezzo si aggira sugli 800 euro.