Home Incentivi Tutti gli incentivi locali: la mappa

Tutti gli incentivi locali: la mappa

0
incentivi auto elettrica

C’è ancora una buona scorta di incentivi nazionali, ma non mancano opportunità dagli enti locali che offrono contributi cumulabili che rendono vantaggiosa la scelta di acquistare un veicolo elettrico, dall’auto alla e-bike. Abbiamo fatto un controllo su quello che offrono gli enti locali.

La Regione Piemonte ha ancora gran parte dei fondi a disposizione

Emilia e Lombardia
Nel bando della Regione Piemonte non solo gli incentivi alle elettriche

In Piemonte si rischia di non spendere i fondi a disposizione, le domande si presentano entro il 30 aprile 2023, e parliamo di quasi 7 milioni di euro messi a disposizione delle piccole e medie imprese regionali. Il contabilizzatore aggiornato al 21 febbraio scorso ci informa che su 5.346 milioni destinati ai veicoli (M1, M2,M3, N1, N2, N3) sono state presentate 332 richieste per 2,7 milioni. Restano a disposizione oltre 2,5 milioni e con incentivi generosi da 10mila a 35mila euro per i veicoli elettrici, ma si finanzia anche ibrido (8/25mila) e benzina (5/15mila).

Desolante la situazione per la linea dei motocicli/ciclomotori dove le imprese hanno presentato solo 8 domande per 30mila euro ma a disposizione ci sono 1,3 milioni. Stessa musica per bici e cargo bike con sole 18 domande (14mila euro) e 500mila euro a disposizione. C’è da capire cosa non ha funzionato visto che i contributi sono estesi anche alla propulsione termica. Per sapere come funziona cliccare sul link.

La situazione a Genova e La Spezia: metà delle risorse da assegnare

incentivi la speziaMolto generosi gli incentivi dei due Comuni liguri (qui più informazioni) che arrivano fino a 9mila euro e finanziano anche le due ruote. Da Le Spezia ci ha risposto l’assessore a mobilità e transizione energetica Cristopher  Casati: “I fondi sono ancora disponibile, più della metà“. A Genova non ci hanno risposto sulla disponibilità dei fondi, ma sottolineano: “Il budget sarà a disposizione anche per il 2024 e chi presenta la domanda ora e non viene finanziato sarà in lista per il nuovo bando“.

Fondi disponibili a Trento e Bolzano

Nelle due province autonome la politica degli incentivi è strutturale. A Trento l’impiegato ci risponde che non c’è una scadenza: “Non sarà all’infinito” ma nella delibera si parla di interventi fino al 2030. Tutto può succedere, ma per chi è interessato i contributi (qui solo per auto elettriche escluse anche le ibride) basta collegarsi alla piattaforma per presentare la richiesta per ottenere 2mila euro di incentivo.

bolzano

Anche a Bolzano sono attivi gli incentivi, confermati da una delibera recente, e interessano non solo i cittadini ma pure associazioni ed imprese. Si finanzia anche l’acquisto della wallbox. Tutte le informazioni al link. Ci sono tre finestre temporali per presentare le domande, la prima al 31 marzo.

A Firenze c’è tempo fino al 30 giugno

incentivi auto elettriche
Incentivi a Firenze

A Firenze l’amministrazione comunale ha deciso di prolungare i tempi, si può quindi inviare la richiesta di contributo (fino a 7500 euro) entro il 30 giugno 2023. Il Comune ha fornito i dati della misura, sono stati stanziati 2,5 milioni, relativi all’adesione registrata nel 2022. Sul bando residenti: Sono state ricevute 151 domande per un importo complessivo prenotato di 628mila euro; sul bando imprese ne sono state ricevute 18 per un importo complessivo prenotato di 99.800 euro. Restano buone opportunità per partecipare. Al link tutte le info.   Sul sito Motus-e il databse con tutti gli incentivi locali.

-Iscriviti alla newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico –

Vesper
Apri commenti

Rispondi