Home Turismo elettrico Turismo Elettrico (25): Venezia senza tornelli e confusione

Turismo Elettrico (25): Venezia senza tornelli e confusione

0
CONDIVIDI
In giro elettrico per la laguna

C’è la Venezia dei tornelli per overdose di turisti, la città del Doge sinonimo di calca e asfissia. Ma ci sono angoli di pace che pochi conoscono. Quelli che vi fa scoprire, a piedi o in barca elettrica, la cooperativa Sestante. Con due barche elettriche, alza il sipario sulla Grande Bellezza nascosta della città d’acqua

Di che cosa parliamo: fuori dai soliti giri veneziani

Sestante è una cooperativa con la mission di far conoscere, ad iniziare dagli stessi veneziani, gli angoli più belli della città lagunare. Escursioni lente, a emissioni zero, a piedi, in bici, in barca elettrica e ricche di cultura e didattica. Molto apprezzate dalle scuole perchè si parla di storia, ambiente, ma pure di agricoltura grazie agli orti storici. Per ridurre l’impatto ambientale delle sue attività, nonostante mille difficoltà che abbiamo già descritto (leggi), ha scelto di usare due barche elettriche.

La prima è  RAPTUS, con motore elettrico e pannelli fotovoltaici, dotata di 56 Posti – 2 per persone in sedia a rotelle. La seconda è Matilde: 11 posti disponibili – tendalino parasole – ideale per la navigazione tra barene e bassi fondali lagunari. Una dotazione che permette di offrire le escursioni elettriche alle scuole, ai gruppi organizzati e alle famiglie.

Che si può fare: escursioni nella laguna insolita

Sono veramente tante le proposte della cooperativa, che ha fatto un approfondito lavoro di ricerca per la realizzazione di un catalogo della Venezia a emissioni zero. Vediamo alcune escursioni, ma con la premessa:”Sono personalizzabili: si possono concordare gli orari, alcuni punti di imbarco, la pausa pranzo…. per far incontrare le esigenze con le reali possibilità offerte dalla Laguna di Venezia”.

Passiamo ai format, con titolo compreso: Non ti scordar di me – S. Erasmo, Lazzaretto novo e S. Francesco del Deserto. Si tratta di una navigazione in barca tra canali e barene, tra forti e monasteri, tra le leggende e la realtà delle isole meno visitate della laguna nord. La durata: una giornata (8 ore). Poi abbiamo: Venezia Fuori Porta – S.Servolo, S.Lazzaro degli Armeni e bacino acqueo dell’Arsenale di Venezia. Sono isole e luoghi che hanno avuto ruoli importanti nella vita della città e che ancora oggi conservano un fascino particolare. Durata: 8 ore.

Altre interessanti ed originali iniziative sono l’escursione serale in barca a Poveglia, l’isola dei fantasmi. Posta a sud di Venezia per secoli è stata un rifugio, un luogo di esilio e una discarica per malati morenti o defunti. Poi c’è l’aperitivo serale in barca, tour acquatico a base di spritz, frittini di pesce, salatini.

Quanto costa: tour dai 20 ai 40 euro

I prezzi sono variabili a seconda dell’itinerario scelto. Ma vediamo alcune proposte. Il tour aperitivo serale in barca costa 24 euro a persona. Nel prezzo sono compresi spritz, frittini di pesce, salatini. Il tour delle isole veneziane – Mazzorbo, Mazzorbetto, Sant’Ariano e San Francesco del Deserto più altre location – costa 43 euro a persona. Dura dalle 9 del mattino alle 17 del pomeriggio.

Per informazioni

Questi i contatti con la cooperativa: tel/fax: 041-2413987; cell: 333-1566929; mail: info@sestantedivenezia.it

–A questo link tutti i 25 itinerari turistici di VaiElettrico. Avete un itinerario o un operatore da segnalare? Scrivete a info@vaielettrico.it–