Home Aziende Tritium ricarica a Walll Street: vale già 1,2 miliardi di dollari

Tritium ricarica a Walll Street: vale già 1,2 miliardi di dollari

0
CONDIVIDI
Lo staff di Tritium festeggia l'annuncio dello sbarco sulla Borsa di New York.

Tritium ricarica a Wall Street. La società australiana, uno dei maggiori produttori mondiali di colonnine ad alta potenza (HPC), valutata 1,2 miliardi di dollari.

Tritium ricarica… / Dai film di Cameron alle colonnine

tritium ricaricaTritium vendrà sul mercato azioni per 403 milioni di dollari, per finanziare la costruzione di tre nuovi stabilimenti: uno in Europa, uno a Brisbane (Australia) e uno a Los Angeles. Quest’ultimo in realtà sarà il raddoppio di un impianto già esistente. L’obiettivo è di consolidare un ruolo di primo piano nei caricatori ad alta potenza, nonostante che la società al momento abbia soltanto 370 dipendenti. Tritium è stata fondata nel 2001 da tre pionieri della mobilità elettrica: David Finn, James Kennedy e Paul Sernia. Agli inizi era uno sviluppatore di tecnologia per auto da corsa solari e altri progetti straordinari. Come il per esempio il sistema di gestione della batteria per il sommergibile “Deepsea Challenger” di James Cameron. Ma il focus si è ben presto spostato sui caricatori DC per veicoli elettrici, cavalcando poi il boom degli ultimi anni. E ora si prevede che nei prossimi 20 anni il tasso di crescita medio di questo mercato sarà del 25%.

tritium ricarica
Jane Hunter, n.1 di Tritium, con un caricatore HPC.

La n.1 Hunter: “Dalle EV una spinta alle rinnovabili”

In questi anni Tritium ha fornito oltre 2,7 milioni di sessioni di ricarica ad alta potenza in 41 paesi. Fornendo oltre 55 GWh di energia. Tra i suoi clienti anche Enel X e Ionity, per citare due network presenti in Italia.La proprietà intellettuale dell’azienda include l’unico caricabatterie al mondo con grado di protezione IP65 completamente raffreddato a liquido. Il punto di forza è che fornisce ai clienti una tecnologia protetta dall’ingresso e sigillata da elementi esterni. Riducendo così il costo totale di proprietà. Oggi alla guida dell’azienda australiana c’è Jane Hunter, che ha dichiarato: “Il nostro settore è essenziale per raggiungere gli obiettivi globali di riduzione delle emissioni . Sia attraverso una maggiore adozione di veicoli elettrici, sia attraverso la diffusione di EV per la tecnologia di stoccaggio di massa di energia. In quanto “batterie su ruote“, i veicoli elettrici aiuteranno a spianare la strada all’introduzione di più energia rinnovabile nei mix energetici nazionali”.


tritium ricarica— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome