Home Alla ricarica Tritium consegna a Ionity la prima stazione a 350 kW

Tritium consegna a Ionity la prima stazione a 350 kW

0
CONDIVIDI

Il primo impianto di ricarica per auto elettriche ad altissima potenza della nuova rete transeuropea Ionity è entrato in funzione in Germania nell’area di servizio Broholtal Est e Ovest, sull’ autostrada A61.

A seguito dell’inaugurazione della nuova stazione è stato siglato un accordo in base al quale Tritium fornirà a Ionity altri 100 impianti che saranno installati in Germania, Francia, Gran Bretagna, Norvegia e Svezia nei prossimi mesi. Ciascuno avrà almeno sei colonnine ultra fast da 350 kW. Tritium è leader europeo nelle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. L’impianto di Broholtal è il prmo dei 400 che Ionity ha in programma di realizzare su tutte le principali direttrici di attraversamento europee con una cadenza di una stazione ogni 120 km.

Michael Hajesch di Ionity e David Finn di Tritium siglano l’accordo

I caricatori sono in grado di rifornire energia per circa 150 km ogni 5 minuti di collegamento. Ma le tecnologie sviluppate da Tritium consentono di raggiungere potenze fino a 475 KW, il che porterebbe i tempi di una ricarica completa «grosso modo agli stessi livelli di un rifornimento di benzina» ha commentato il fondatore di Tritium David Finn, aggiungendo che l’obiettivo della sua azienda è accompagnare lo sviluppo della mobilità elettrica mettendo in condizione veicoli EV con batterie sempre più potenti di essere perfettamente utilizzabili anche per viaggi a lunga percorrenza.

I caricatori della rete Ionity prodotti da Tritium sono realizzati in base allo standard CCS «utilizzato da un ampio gruppo di case automobilistiche» ha commentato ancora Finn, spiegando che si giovano di una innovativa tecnologia di raffreddamento a liquido e vantano un impatto ambientale inferiore del 50-75% rispetto alla media del mercato.

Il CEO di Ionity Michael Hajesch ha espresso la sua soddisfazione per la collaborazione con Tritium, per l’efficienze e la rapidità con cui anche questo impianto è stato realizzato e messo in funzione. «Questo  _ ha aggiunto _ rappresenta un importante messaggio per tutti gli utenti di veicoli Ev,  che presto non avranno più ragione di temere l’ansia da ricarica».

Tritium è presente in Europa dal 2014 e ha installato le sue stazioni di ricarica in 20 Paesi, compresa la Norvegia che è il paese più avanzato nella mobilità sostenibile.