Home Moto & Scooter Trevor FTR Stella, quella sporca moto pulita con Dna Sarolea

Trevor FTR Stella, quella sporca moto pulita con Dna Sarolea

0
CONDIVIDI

La start up Trevor Motorcycles lancia in anticipo la sua “clean dirt bike” elettrica Trevor FTR Stella. Concepita in Spagna da un artista californiano e da un customizzatore belga («Nessuna emissione non dovrebbe significare niente divertimento» è il loro mood), sviluppata in Belgio dal costruttore di superbike elettriche Sarolea e progettata con il contributo di un ingengere americano ex Alta Motors. Risultato: una moto leggera ed essenziale da usare per gli sportamenti quotidiani in città, ma anche nel week end su qualsiasi percorso sterrato.

Eccola in vendita con un anno d’anticipo

L’artista è Philip Stella; sua la linea minimal della Trevor FTR Stella. Jeroen-Vincent Nagels è il customizzatore. Insieme avevano lavorato al progetto Mighty Machines che ha rivisitato Sarolea N60 con la sofisticata versione MM.01 .

Sarolea N60 MM.01

Torsten Robbens è il patron di Sarolea. John McInnis è il progettista americano. Dal 2018, quando Stella e Nagels partorirono la prima idea in un paesino vicino a Barcellona, sono passati solo due anni. E un anno appena da quando Stella, al The Bike Shed Show di Londra, ne parlò con Robbens. Eppure i primi 10 esemplari del dirt tracker elettrico Trevor FTR Stella, edizione Founders, sono già stati piazzati. Ora la neonata azienda è pronta per produrre la prima serie di 250 pezzi, in consegna dopo l’estate nei due colori nero e bianco ghiaccio. Quasi un anno di anticipo rispetto alle previsioni iniziali.

Inseguitore piatto Stella | Notizie sulle motociclette elettriche

Un casco esclusivo griffato Hedon

Nel progetto Trevor, però, c’è anche un tocco british. Il costruttore di caschi e accessori londinese Hedon, infatti, ha realizzato il casco Trevor X Hedon offerto in regalo ai primi appassionati che hanno investito nel Trevor Founder Edition. Altri 30 saranno in opzione a con le prime moto di serie per le quali è stata appena aperta la prevendita online (qui ). Da settembre inizieranno le consegne.

Un prezzo (12.995 euro) non proprio popolare

Il prezzo è di 12.995 euro, compreso un caricatore esterno da 1 kW. La moto è brilante grazie alla coppia di 260 Nm alla ruota del motore brushless da 15 cv posizionato fra i due bracci del forcellone posteriore. L’autonomia è al lumicino (un’ora e mezza nel misto) ma si può raddoppiare aggiungendo una seconda batteria (optional). Trova posto nel finto serbatoio che dà alla moto un tocco vintage. Entrambe le batterie sono rimuovibili e, sempre in optional, se ne possono acquistare due aggiuntive per il cambio rapido.

Le caratteristiche tecniche

Vediamo in dettaglio le caratteristiche tecniche. Il pacco batterie da 2,7 kWh è progettato e realizzato da Saroléa Performance Technology, utilizzando una tecnologia proprietaria. È incluso anche un caricatore esterno da 1 kW, di serie. Il pacco batteria può essere rimosso facilmente e un altro montato. Sono disponibili batterie di ricambio da 2,7 kWh e 5,4 kWh. E c’è anche l’opzione di un caricatore esterno da 3kW. Il motore elettrico trifase DC brushless ha una potenza di picco di 11 kW. La trasmissione è diretta a catena Regina. I tempi di ricarica sono per 2,7 kWh (da 0 a 100%) di  1,3 ore con caricatore esterno da 3kW, 2,2 ore con caricatore standard. Autonomia (percorso combinato) di 1,5 ore standard (fino a 3 ore con batteria da 5,4 kWh). Il telaio è in traliccio di molibdeno. Forcellone in alluminio. Sospensione anteriore Ohlins , sospensione posteriore Ohlins STX 46. Manubrio Domino Racing in alluminio, freni e pinze Beringer, ruote a raggi HAAN Excel da 19 pollici, pneumatici Dunlop DT3Hl. La velocità massima è di 90 km/h, il peso di 63 kg più 16 della batteria agli ioni di litio. La meccanica della moto è garantita 2 anni .

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome