Home Auto Tre ruote elettriche mon amour. Ecco Ako il bolide e LEF la...

Tre ruote elettriche mon amour. Ecco Ako il bolide e LEF la lumaca

2
CONDIVIDI
tre ruote elettriche

Tre ruote elettriche mon amour. Vi è piaciuto il Nimbus? Se la risposta è sì, come par di capire dalle migliaia di visualizazioni, allora date un’occhiata a qualche altra proposta di trike elettrici. Ce ne sono veramente per tutti i gusti: a pedalata assistita o esclusivamente a batteria, basculanti e non, con la coppia di ruote all’anteriore o al posteriore.

L’ultimo arrivato, e il più promettente, viene dalla capitale lituana Vilnius. Si chiama Ako ed è un tre ruote elettriche basculante, come il Nimbus, con due ruote sull’asse anteriore. Al momento è stato prodotto in due soli esemplari, ma si può già prenotare versando 100 euro dal  sito dell’azenda. Il prezzo finale sarà attorno ai 24.000 euro.

Arcimoto, tre ruote elettriche pronta consegna

Più che consolidata è invece l’americana Arcimoto che abbiamo già incontrato parlando del suo FUV (Fun Utility Vehicle), adottato per esempio dai Pompieri  dell’Oregon (leggi) dove ha sede l’azienda. L’anno scorso ha venduto 100 veicoli e punta ad aumentare la prodzione fino a 50 mila pezzi all’anno entro il 2024. Per questo ha acquisito un nuovo sito di produzione a Eugene, con una superficie di oltre 17.187 mq. Il nuovo stabilimento è cinque volte più grande dell’attuale. Sarà «determinante per la produzione in serie» dei veicoli elettrici di Arcimoto ha detto il fondatore Mark Frohnmayer.

tre ruote elettriche
Il FUN di Arcimoto

La novità è che Arcimoto ha appena rilevato una storica società americana  Tilting Motor Works, produttrice di TRiO. La sua tecnologia  servirà a Arcimoto per presentare a breve una nuova gamma di veicoli FUN autobilancianti ha preannunciato lo stesso Frohnmayer.

Niu TQi-GT, concept a guida autonoma

Anche la cinese Niu ha in sviluppo il prototipo Niu TQi-GT, scooter chiuso autobilanciato e dotato addirittura idi  tecnologie di guida autonoma. Fu presentato al Ces di Las Vegas l’anno scorso e avrebbe dovuto arrivare sul mercato entro il 2020. La pandemia ha probabilmente rallentato i progetti del costruttore cinese.

 

Triggo, fa le pieghe ma ha una ruota in più

Molto simile a Nimbus (ma con quattro ruote) e è anche Triggo EV. E’ stato presentato da un team polacco come una evoluzione della Renault Twizy. L’assetto variabile, con inclinazione fino a 20 gradi, consente di aumentare la velocità di percorrenza in curva. Alle basse velocità le ruote anteriori si avvicinano alla carrozzeria per facilitare il parcheggio.

Ako Trike, 200 kW di emozioni

Ma torniamo a bomba. Il team di progettisti Ako ha lavorato 5 anni e ora è pronto a passare alla fase di industrializzazione. Ako non sarà un veicolo da passeggio. Certo, è pratico in città per le sue ridotte dimensioni, ma darà il meglio di sè nella guida sportiva. In sostanza è stato concepito come una moto elettrica ad alte prestazioni, con il beneficio aggintivo della copertura integrale.

Con una potenza massima alle ruote di 200 kW (268 CV), il trike offrirà sicuramente una potenza sufficiente per una guida divertente. E l’angolo di inclinazione a 30 gradi consentirà di affrontare le curve a tutta velocità».

Per il CTO di AKO Arturas Mikalauskas «L’intero concetto per questo trike era quello di rendere l’esperienza di guida il più naturale possibile, ma allo stesso tempo straordinaria. Cioè, per far provare le emozioni di guida di un aereo».

Il pacco batteria da 24 kWh fornirà fino a 300 km di autonomia, secondo i costruttori. Un’opzione per la ricarica rapida in corrente continua consentirà al trike di fare il pieno in meno di mezz’ora e riprendere velocemente sulla strada.

Il cofondatore e CEO Jurgis Lecas l’ha definito «un veicolo che colma perfettamente il divario tra auto e moto. Per alcuni sarà un’ottima alternativa all’auto; per altri sarà qualcosa di esclusivo, qualcosa di eccezionale».

tre ruote elettriche

Ma il vero interrogativo, oggi, è un altro: Ako arriverà mai alla produzione di serie?

L’olandese LEF sembra un jet (al rallenty)

Sul lato opposto dell’universo a tre ruote elettriche troviamo anche il “girino” LEF, prodotto dall’olandese  EV Mobility. Ha le micro dimensioni di un’auto a pedali, ma non ha pedali. Viaggia lentamente (25 Km/h di velocità massima), ha solo 30 km di autonomia (90 km con un secondo pacco batteria opzionale) e quindi prestazioni da e-bike per uso eslusivamente cittadino. Ha posto per un solo passeggero, ma una capacità di carico di 200 kg per un volume di 50 litri, alle spalle del conducente. Qui le due ruote sono sull’asse posteriore. E’ un ibrido quindi fra bici e scooter, con il vantaggio di una cabina completamente chiusa e protetta. E’ già in vendita in Europa al prezzo di 4.380 euro per il modello base.

 

 

Per consentire al pilota un comodo accesso nonstante le dimensioni ridottissime, il costruttore ha escogiato anche questo meccanismo del piantone dello sterzo retrattile, con l’originale volante a farfalla.

E ai norvegesi piace pedalare al caldo

Non è facile immaginare che mercato possa avere un veicolo del genere. Ma evidentemente il Nord Europa può essere ricettivo, aleo a giudicare dalle proposte che arrivano anche dalla Norvegia. Abbiamo già parlato di PodBike (qui il sito), quadriciclo leggero a pedali con impianto di riscaldamento integrato (per i mercati mediterranei sarà sostituito da un ventilatore). Quasi identico come caratteristiche e prestazioni, anche il concorrente CityQ. Entrambi i veicoli non sono ancora in commercio.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Ad un prezzo accessibile li prenderei seriamente in considerazione, visto che il 90% dei miei spostamenti li faccio da solo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome