Home Auto Test da forze speciali per la Mercedes EQC

Test da forze speciali per la Mercedes EQC

0
CONDIVIDI

Alla Mercedes sanno bene che non si può sbagliare con le auto elettriche. Ecco perché, cosa insolita, forniscono un sacco di dettagli sulla sviluppo dell’EQC, il Suv che sarà prodotto da novembre 2019. Sulle abituali esigenze di riservatezza prevale la necessità di rassicurare i potenziali clienti sulla durezza dei collaudi.

Lunghe corse a -35° sui laghi ghiacciati in Lapponia

Sul sito media della Casa di Stoccarda è comparsa una lunga nota in cui si annuncia che I test sul ghiaccio e la neve del nord della Svezia sono terminati. E seguono prove altrettanto dure nel caldo dell’Europa del Sud e degli Stati Uniti. Più i soliti giri del mondo per accumulare centinaia di migliaia di km. Il teatro del lungo test invernale è stato un percorso vicino al Circolo Polare Artico, sulla neve e sul ghiaccio vivo di laghi ghiacciati. Una lunga prova a -35 gradi, con un campo base nella cittadina di Arjeplog, in Lapponia. Il tutto con salite al 20% di dislivello e le condizioni più scivolose, per capire come un Suv elettrico affronta i problemi di pattinamento. E, naturalmente, l’impatto del freddo sulla capacità delle batterie. In tutto, fa sapere la Mercedes, l’EQC è stato sottoposto a 500 test diversi. Una procedura rinforzata, rispetto al normale sviluppo di un nuovo modello, per testare anche la bontà del pre-riscaldamento a distanza e la resa dell’ESP in queste condizioni estreme.

<Potente, ma silenzioso come un aliante>

Michael Kelz, 58enne ingegnere capo del progetto EQC, parla di un’auto che è allo stesso tempo <dinamica e potente, ma è anche un aliante silenzioso. Qualcosa di molto insolito per noi ingegneri, ma con una guida molto sicura. E una piacevolezza che  lascia sempre un sorriso a chi è al volante>. Kelz parla dell’EQC come di una pietra miliare nella nuova generazione di Mercedes elettriche e assicura che le novità non saranno solo nella meccanica, ma anche nella telematica, nella connettività e nel sistema di ricarica. Naturalmente in Svezia si è lavorato molto sulla messa a punto della trazione integrale, ma l’ingegnere ripone molta importanza anche sull’efficacia della climatizzazione, che deve potere affrontare temperature rigidissime senza assorbire troppa energia.

La Jaguar I-Pace impegnata nei test invernali

Qualche settimana fa era stata la volta della Jaguar a distribuire immagini dei suoi test invernali, con il Suv I-Pace (guarda l’articolo) . Sul ghiaccio, ma alla luce del sole: le auto elettriche non hanno segreti. O quasi.