Home Auto Tesla trova casa a Bologna in Galleria Cavour

Tesla trova casa a Bologna in Galleria Cavour

0
CONDIVIDI

Dopo il flagship store di piazza Gae Aulenti a Milano e il punto vendita e assistenza di Padova, Tesla ha scelto Bologna come nuovo tassello della sua rete distributiva italiana. La vetrina nel cuore di Bologna è stata inaugurata ieri dal responsabile Tesla per l’Italia Marco D’Alimonte. A breve toccherà poi a Roma.

Il costruttore americano, simbolo mondiale dell’auto elettrica, ha preso casa in Galleria Cavour con un temporary store  troppo piccolo per ospitare le sue importanti vetture a zero emissioni; ma ne ha piazzata una, il Suv Model X, proprio di fronte alla vetrina, al centro della galleria. E’ una sistemazione provvisoria, in attesa di trovare un locale adeguato al prestigio delle sue auto.

La scelta di Bologna, ha spiegato del resto D’Alimonte (nella foto di copertina  accanto all’auto), deriva da accurate indagini di mercato sulle abitudini di spesa e le preferenze degli automobilisti petroniani, ritenuti gli acquirenti ideali per le EV della casa fondata dal  vulcanico Elon Musk nel 2003.

Elon Musk, patron della Tesla

Tesla non dà mai numeri sulle vendite ed è tradizionalmente avara di informazioni per la stampa.  Tuttavia sembra che i suoi due modelli da 80-100 mila euro (Model S e Model X) siano già molto diffusi in città (è appena arrivato anche un Taxi). All’inizio del prossimo anno si aggiungerà alla compagnia anche la Model 3, versione economica della Tesla che lo scorso agosto è stata in assoluto la vettura più venduta in America, nonostante un prezzo medio di circa da 50 mila dollari.  Secondo diverse fonti non smentite avrebbe già raccolto in Italia migliaia di preordini.

La casa Usa offre ai clienti una rete proprietaria di 30 impianti per la ricarica veloce (Supercharger) per un totale di 250 punti di allaccio (i più vicini a Bologna si trovano a Rovigo, Modena, Campogalliano e Fano). Per le prime auto vendute e per i clienti di vecchia data la ricarica è gratuita, per tutti gli altri il prezzo dell’energia erogata è di 0,25 centesimi di euro al kWh. Tesla offre inoltre caricatori da installare nel garage di casa, moduli di stoccaggio (Powerwall) e impianti di autoproduzione di energia domestici e 650 caricatori denominati Destination charging per alberghi, ristoranti, impianti sportivi e luoghi di ritrovo. Tutti segnalati dalla App di bordo, direttamente gestiti da personale Tesla e monitorati 24 ore su 24.