Home Auto Tesla taglia i prezzi di Model S e Model X (non del...

Tesla taglia i prezzi di Model S e Model X (non del Model 3)

4
CONDIVIDI
Tesla taglia i prezzi di Model S e Model X, lasciando invariati i listini delle due auto più “popolari”, Model 3 e Model Y (quest’ultimo non ancora in consegna).

Tesla taglia i prezzi fino a 6 mila euro: il dettaglio

Tesla taglia i prezzi e in modo piuttosto consistente, anche se parliamo sempre di automobili molto costose (e fuori dagli incentivi statali). Per la Model S Long Range il listino cala di quasi 6 mila euro (da 89.900 a 83.990), mentre per la versione Performance si scende da 106.680 a 100.990. Una bella sforbiciata ache sui prezzi della Tesla Model X: la Long Range ora costa 89.990, contro i 94.400 euro precedenti, mantra la Performance scende da 110.900 a 106.990.
Tesla taglia i prezzi
Il nuovo listino della Tesla Model S, con i prezzi aggiornati

Finisce però la promozione su entrambi i modelli con cui si offriva la ricarica illimitata gratis nei Supercharger Tesla. Anche se, in stock in Italia, rimangono alcune vetture (sia Model S che Model X) su cui questo bel vantaggio resta. Confermato invece a 49.500 euro il prezzo d’attacco della più economica della Tesla, il Model 3. Ma qui il bonus statale c’è e il prezzo reale scende di 6 o 4 mila euro, a seconda che si abbia o meno una vecchia auto fino a Euro 4 da rottamare.

Negli Stati Uniti ribassi ancora più radicali

La rivoluzione dei prezzi è stata decisa a livello globale ed è stata ancora più radicale negli Stati Uniti. Negli Usa è stato tagliato anche il listino del Model 3, che ora parte da 37.990 dollari (circa 34.500 euro) più le tasse, sensibilmente inferiori all’Iva che paghiamo in Europa. Tagliato di 5 mila dollari anche il prezzo del Model S, che ora parte da 74.990 dollari nella versione Long Range, mentre il Model X ha un primo prezzo a 79.990 dollari.

tesla taglia i prezzi
Il nuovo listino italiano del Model X (dal sito ufficiale Tesla)

Come al solito Tesla non ha rilasciato alcun commento sui motivi della raffica di ribassi. Forse lo farà Elon Musk con uno dei suoi tweet, ma in questi giorni il patron è piuttosto impegnato nel lancio del suo razzo Space X, con la nuova missione spaziale americana. La lettura che danno i media Usa come Electrek è duplice. Da una parte si vuole aiutare la ripartenza della fabbrica di Fremont dopo il lockdown, riportando su Tesla l’attenzione dei potenziali clienti. Dall’altra si ritiene che i massicci investimenti in automazione e il know-how accumulato in questi anni stiano effettivamente abbassando i costi di produzione.

— Clicca qui  per consultare il Listino completo delle auto elettriche, con tutte le Tesla.

 

 

4 COMMENTI

    • Con Tesla i listini non sono scritti nella roccia, cambiano dalla sera alla mattina…

    • Perchè sono felici i clienti dei modelli europei quando dopo 6 mesi esce un restyling?
      Obbiettività, questa sconosciuta.

    • Mentre sono stupidamente felici, coloro i quali girano con diesel puzzoni euro niente o poco più.
      Ma costoro non hanno figli o nipoti?

Comments are closed.