Home Alla ricarica Tesla ribassa i prezzi dei Supercharger

Tesla ribassa i prezzi dei Supercharger

1
CONDIVIDI

Tesla ribassa i prezzi dei Supercharger in tutta Europa: si parla in media di un ribasso di 15 centesimi/kWh, anche se i prezzi variano da stazione a stazione. 

Tesla ribassa i prezzi
La notizia dei ribassi  pubblicata sul sito tedesco TESLAMAG.

Tesla ribassa i prezzi in tutta Europa: -25% in media

Pochi giorni fa, in seguito alla recente diminuzione dei costi dell’energia, Tesla aveva comunicato i nuovi prezzi per l’Italia, legati a nuove fasce orarie. Il periodo off-peak, fuori dagli orari di punta, è ora espanso a 20 ore al giorno, con un prezzo medio di 0,60/kWh. Per la sola fascia compresa tra le 16 e le 20 il prezzo medio è invece di 0,67. Ora dalla Germania arrivano notizie di altri tagli: il sito Teslamag parla di un taglio del 25%, che ha portato la media a 0,55 nelle ore di punta e a 0,50 nel resto della giornata. Ma con differenze notevoli tra Supercharger e Supercharger: a Böblingen, nel Baden-Württemberg, i prezzi sono di 0,55 e 0,61 cent nelle due fasce orarie, mentre Soltau la tariffa è di 0,52  e 0,47 cent. Anche i prezzi per chi ricarica con auto non-Tesla sono state diminuite, anche se restano più alte di almeno una decina di cent rispetto a chi ha auto della marca di Elon Musk.

tesla taglia i prezzi
Una ricarica ad alta potenza di EnBW (Foto: EnBW media)

In Germania pesa la pressione sui prezzi di EnBW

È confortante che Tesla abbia iniziato una retromarcia rispetto alla spirale di rialzi iniziata nell seconda metà del 2021. Quando ancora si partiva da un prezzo di 0,37/kWh. Un segnale confortante, anche perché di solito il costruttore americano è il più rapido nell’adattare i listini ai movimenti nel prezzo dell’energia. Altri operatori lo stanno seguendo, come per esempio Fastned, che resta comunque a 0,74 centesimi/kWh nei suoi caricatori ad alta potenza. Secondo i media tedeschi, il taglio dei prezzi nei Supercharger è legato anche alla necessità di rimanere concorrenziali con le catene di casa, sempre più aggressive sui listini. In particolare EnBW offre nelle sue stazioni super-fast una card di ricarica, la “mobility+“, che ha indotto molti conducenti Tesla ad abbandonare i Supercharger per rifornirsi lì. Tariffe molto competitive sono offerte da EnBW anche grazie a collaborazioni con il potente Automobil Club tedesco, l‘ADAC, e con eCharge.

Apri commenti

1 COMMENTO

  1. Un ottimo segnale agli altri operatori, che sicuramente avevano già fatto tutti i loro calcoli per tenere gli aumenti il più a lungo possibile nonostante il pun sia dimezzato da metà ottobre.
    Ora se non si adeguano alla politica del “seguo l’andamento dei prezzi così da essere equo verso i clienti” o fanno una figura di M grande come una casa. Sogno un futuro in cui il prezzo alla colonnina è aggiornato al pun + margine ogni mattina, esattamente come i benzinai, le colonnine son connesse, ci vuole niente a implementare. Gli abbonamenti ne gioverebbero con un aumento dei pacchetti di kwh pre acquistati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome