Home Moto & Scooter Tempo di scooter, la top ten 2018

Tempo di scooter, la top ten 2018

0
CONDIVIDI

Nel sempre più affollato mondo degli scooter elettrici abbiamo scelto di segnalare le dieci novità più significative di quest’anno. Fermo restando che molti altri costruttori continuano a presidiare il mercato con i loro cavalli di battaglia già elencati nel nostro listino.

Vectrix VT-1

Il costruttore polacco rinverdisce i fasti di una storia imprenditoriale ormai ventennale lanciando quest’anno un nuovo modello più compatto e maneggevole con ruote da 16 pollici, ma sempre nella gamma dei motoveicoli (paragonabili ai 125 cc). Si chiama Vt-1 e sarà in vendita nei prossimi mesi. Sono comunque aperti i preordini. Caratteristica principale, le batterie amovibili sistemate sotto la plancia centrale. Sono tre moduli agli ioni di litio, ricaricabili in 2 ore con il caricatore da 20 A, e che assicurano un’autonomia fino a 160 chilometri. La velocità massima è di 100 kmh, l’accelerazione da 0 a 64 kmh in 7 secondi. Il motore è integrato alla ruota posteriore. Vt-1 dispone, come tutta la gamma Vectrix, del sistema di decelerazione rigenerativa.

il Vx-2

Si affianca  al “piccolo” Vx-2 (fino a 90 km di autonomia con due batterie da 2 o 3 kWh, velocità massima 45 kmh, potenza motore da 4 kW) e al più prestazionale VX-1 (120 kmh di velocità massima, accelerazione da 0 a 80 in 6 secondi, potenza di 11 kW e 35 di picco, autonomia fino a 280 km con il pacco batteria più capace da 16 kWh ricaricabile con caricatore da 6,6kW in poco più di due ore).

Il Vx-1

Entrambi i modelli VX-2 e Vx-1 sono in vendita in Italia rispettivamente a 4.900  e 8.200 euro.

Bmw C Evolution Long Range

Solo un ritocco quest’anno per lo scooterone elettrico della casa tedesca, che merita comunque una citazione in quanto uno degli Ev a due ruote più venduti in Italia (quasi 100 pezzi l’anno scorso). Il “ritocco” è pesante: autonomia e prestazioni aumentate del 60% per la nuova versione Long Range, presentata alla fine dell’anno passato. Questo grazie all’adozione di una batteria agli ioni di litio di nuova generazione che a parità di ingombro consente un autonomia di 160 km, pur con potenza salita a 29 kW e 129 kmh di velocità massima. Sale anche il prezzo a 15.900 euro, mentre la vecchia versione standard ancora limitata per essere equiparata a un 125 cc, è ora in vendita con lo sconto a 14.400 euro.

Il Concept Limk

Bisognerà invece attendere il 2020 per poter acquistare il Concept Link che la casa bavarese preannuncia rivoluzionario soprattutto nel peso.  C Evolution infatti pesa la bellezza di 275 chili, guidabili con scioltezza solo grazie al lavoro dei tecnici  sull’assetto e alla gestione computerizzata dell’erogazione di potenza.

Vespa elettrica e Vespa X

L’evento dell’anno sarà, in ottobre, il lancio sul mercato della Vespa elettrica, nelle due versioni “pura” e con range extender. Ancora sconosciuti il prezzo (ma sfiorerà i 6 mila euro) e i dettagli tecnici; si sa soltanto che tutta la tecnologia, dal motore al pacco batterie al litio, è stata sviluppata a Pontedera. Il cuore è un motore con una potenza continua di 2 kW, una potenza di picco di 4 kW e una coppia di circa 200 nm; garantirà prestazioni “superiori a quelle di un tradizionale scooter 50 cc” assicura l’azienda. L’autonomia massima sarà di 100 km circa nella guida urbana, grazie anche al sistema di recupero dell’energia.

Vespa X con range extender

La versione con range extender avrà un piccolo motore termico da 100 cc con serbatoio da 3 litri che aggiungerà 90 km circa di autonomia. Il nuovo scooter avrà un sistema di connessione integrata che lo collegherà al cellulare per tutte le funzioni di gestione del mezzo ed esterne.

Peugeot 2.0 GenZe

Arriverà sul mercato nell’estate di quest’anno il nuovo scooterino elettrico della Peugeot progettato e realizzato negli Stati Uniti in collaborazione con GenZE. E’ l’equivalente di un 50 cc, con velocità massima dio 45 kmh e un’autonomia di 50 km circa. Si distingue per la sua leggerezza (meno di 100 chili) e per la batteria estraibile che può essere caricata in casa in 4 ore soltanto. Il telaio è interamente in alluminio, il motore può essere gestito in tre diverse modalità attraverso una App che consente anche la geolocalizzazione del mezzo. E’ stato pensato infatti per equipaggiare flotte di scooter sharing e per un uso professionale cittadino. Il costo di aggirerà attorno ai 4.200 euro.

Feddz

Non è nuovo (il primo concept risale al 2013) ma resta sempre l’avanguardia degli scooter elettrici il tedesco Feddz uscito dalle matite del team Slogdesign. Essenziale, leggero (47 chili con batteria), rivoluzionario nelle forme questo veicolo a due ruote concepito come una fusione fra bici, moto e scooter racchiude tutte le caratteristiche che ne fanno il mezzo ideale per gli spostamenti cittadini. Il telaio è in alluminio, il motore elettrico è integrato alla ruota posteriore, le batterie sono estraibili e ricaricabili in 4 ore, un ampio spazio centrale consente un carico utile di 23 litri. Monta un motore da 2 Kw di potenza nominale (4 Kw la massima). Dotato di fari e frecce a LED, è attrezzato con batterie agli ioni di litio removibili con capacità di 1,6 Kw (autonomia di 60 Km) o 2,1 Kw (autonomia di 110 Km). La velocità massima è di 45 kmh. Realizzato con materiali riciclabili al 100%, può esser comprato in Italia a 5.990 € (Eco) o 6.990 per la versione premium. Non proprio economico, ma assolutamente inconfondibile.

Ujet

Restiamo nel Nord Europa per parlare di un altro scooter rivoluzionario in arrivo quest’anno. Ultraleggero e pieghevole, telaio in leghe leggere e fibra di carbonio con tecnologia aerospaziale, nanotubi di carbonio a rinforzare i pneumatici, connettività  a 360 gradi, batterie estraibili che diventano un trolley, Ujet è il frutto di due anni di studi da parte di una equipe di progettisti tedesco-lussemburghesi. Sarà in vendita entro l’anno ad un prezzo di 8.700 euro per la versione con autonomia di 70 km e 9.900 per quella da 150 km. Peso di 43 chili, batterie comprese, motore da 4 Kw integrato alla ruota posteriore , velocità (limitata) di 45 km/h. Le batterie, staccate dal veicolo, possono alimentare un computer o un impianto hi-fi. Ripiegato, può essere caricato nel portabagagli di un’utilitaria.

Torrot Velocipedo

Sarà in vendita da settembre a un prezzo che parte da 6.300 euro questo triciclo elettrico con tettuccio prodotto dalla spagnola Torrot. Il tettuccio è una vera e propria cellula di sicurezza e permette a due passeggeri di non indossare il casco. Si guiderà con patente A1 a 16 anni. Il motore eroga una potenza di 10 kW con 138 Nm di coppia, la velocità massima è di 90 kmh, l’autonomia di 150 km grazie alle batterie al litio amovibili fornite in 3 o 5 moduli da 6,4 a 8 kWh. La ricarica fast charge permette di arrivare all’80% della capacità in poco più di 3 minuti.

Altra novità di Torrot è la Muvi 2018. Lo scooter elettrico interconnesso di Torrot presenta alcune lievi modifiche rispetto alla precedente versione, come il nuovo design del forcellone. Prezzo: 3.824 euro.

Govecs Elly One e Elly Two

Menzione speciale per il gruppo tedesco-polacco Govecs, che per il 2018 non annuncia significative novità nella sua gamma principale Go-S1, Go-S2 e Go-S3 ma è risultato lo scooter più venduto in Italia l’anno scorso grazie al lancio del servizio di scooter sharing eCooltra a Roma con un flotta di oltre 240 veicoli.

Govecs Go-S2

Il costruttore lancia però un novità con il marchio satellite Elly. E’ l’equivalente di un 50 cc, con gruppo di trazione della tedesca Bosch sulla ruota posteriore da 13 pollici. Due motorizzazioni da 2 e 3 kW e due diverse batterie al litio che consentono un’autonomia da 40 e 60 km. Linee retrò, colori sgargianti, peso di 86 chili esclusa la batteria, sarà in vendita nella seconda metà dell’anno al prezzo di 3.330 euro per entrambi i modelli, ma solo via Internet fuori dalla Germania.

Askoll eSSport

Anche la vicentina Askoll non presenta grandi novità quest’anno, ma non può mancare in questa carrellata in quanto si conferma il maggior produttore italiano di scooter elettrici (secondo assoluto come vendite nel 2017) con i tre i modelli a ruote alte Es1, Es2 e Es3. Per il 2018 mette sul mercato la eSSport, una versione potenziata del ciclomotore biposto ES1 in circolazione a Milano con la livrea gialla del servizio di scooter sharing MiMoto.

eSSport è mosso da un motore da 2,7kW e 130 nm di coppia, con una batteria agli ioni di litio Panasonic da 2,1 kWh che assicura un’autonomia fino a 80 km. Ancora da definire il prezzo. Arrivano anche due versioni professionali eSpro45 e eSpro70 rivolte alle società di noleggio e alle flotte aziendali.

Niu N-GTX

Chiudiamo la carrellata con l’inevitabile scooter cinese. Abbiamo scelto una delle ultime case arrivate, la Niu, fondata nel 2014 e già arrivata a vendere nel mondo la bellezza di 250 mila veicoli nelle due categorie N e M. Per il 2018 presenta la novità della versione GT per la serie N.

Il modello N-GTX, in particolare, propone prestazioni interessanti: 100 kmh di velocità massima e un’autonomia fino a 180 km. Il sistema di propulsione è sviluppato in casa, e non più quello della tedesca Bosch come nei precedenti modelli. La batteria al litio è fissa e si ricarica dalla presa domestica in circa 6 ore. Sarà sul mercato a partire dalla prossima estate ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi attorno ai 4 mila euro. Altri dettagli non sono stati ancora forniti