Home Alla ricarica Tariffe di ricarica: come funziona il roaming? Vediamo…

Tariffe di ricarica: come funziona il roaming? Vediamo…

5
CONDIVIDI
Tariffe di ricarica, come funziona il roaming, l’utilizzo di una colonnina con tessera o app di un altro gestore “convenzionato”? Ce lo chiede Massimo, un lettore. I quesiti a Vaielettrico risponde vanno inviati a info@vaielettrico.it 
tariffe di ricarica

Tariffe di ricarica: perché costi al kW più cari?

“Sono il felice possessore di una Volkswagen ID.3 Pro S e vivo a Bolzano. L’ altro giorno ho provato a usare la tessera WeCharge Go su una colonnina fast (75 kW) di Neogy e allego il costo: 17,27€ per 16,69 kWh. La tariffa di Neogy per le fast (da 50 fino a 75 kW) dovrebbe essere di 0.50€ per kWh (devo ancora verificare). Non capisco questo prezzo aumentato. Se uso la tessera Jucepass di Enel X è di circa 0.65€ più Iva. Mentre con la stessa tessera di Enel X se ricarico a una colonnina in AC da 22 kW sempre di Neogy il costo è di circa 0.41€ più Iva. Onestamente non capisco come varia il costo del roaming, anche se pure il costo dei vari provider sulle proprie colonnine non è chiaro. Dove posso verificare il tutto? . Massimo Mollica, Bolzano
tariffe di ricarica
La ricevuta con il prezzo pagato dal lettore.

Tariffe di ricarica: come fissano il costo al kWh

Risposta. Questa domanda se la pongono in tanti e forse servirebbe una maggiore chiarezza da parte dei gestori. Abbiamo posto il quesito a Neogy, che ci ha risposto con la solita sollecitudine. Bisogna sempre distinguere tra chi possiede o gestisce la colonnina (il cosiddetto CPO, in questo caso Neogy). E chi invece offre il servizio ai clienti finali (l’EMP, l’e-mobility service provider), in questo caso WeCharge di Volkswagen o Enel X. Il prezzo ai clienti finali lo fa sempre e solo quest’ultimo, che deve però remunerare il gestore e proprietario della colonnina di cui ci si è serviti. In che misura? Lo decide lui, secondo le sue convenienze. In teoria, paradossalmente, potrebbe anche rimetterci, fino ad offrire la ricarica gratis, magari legandola a promozioni con altri servizi. Cosa che fanno spesso le Case auto, che con la vendita della macchina propongono pacchetti di ricariche gratis o scontate. Un o’come chi vende i telefonini.

Paghi diversamente la stessa quantità di energia

Per questo accade che Neogy offra il servizio ai propri clienti sulle sue colonnine secondo un certo piano tariffario (sulle Quick AC a 0,45€/kWh Iva inclusa, cioè 0,37 +Iva ). Mentre altri EMP, come WeCharge di VW, sulle stesse colonnine fanno i loro prezzi. Nel caso dell’esempio citato da Massimo è 0,41 + Iva. Importo che tiene conto del fatto che WeCharge paga l’uso della colonnina di Neogy, in virtù del contratto di roaming esistente tra i due. Stesso discorso per Enel X, che offre indistintamente ai propri clienti il medesimo piano tariffario su tutte le colonnine (proprie o di terzi). Differenziando solo in base al tipo di presa Ma ovviamente deve a sua volta pagare l’uso delle ricariche di terzi (in questo caso quelle di Neogy.). Da pochi giorni Enel X, che è leader di mercato,  ha ritoccato le tariffe di roaming per le ricariche fatte con tessere o card di altri operatori sulle sue colonnine. Questo a seguito dei noti aumenti dell’energia sul mercato.


— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it—

Apri commenti

5 COMMENTI

  1. Mah, sarà che io vengo da un altro pianeta, ma io una cosa così la farei verificare al mio legale di fiducia. Le discussioni su “mi pare”, “mi sembra”, “mi cugino” non hanno senso.

    Partiamo da quanto dichiarato da VW [ https://www.volkswagen.it/it/auto-elettriche-e-ibride/ricarica-e-autonomia/we-charge.html ]: “I prezzi di ricarica al di fuori della rete di ricarica rapida IONITY vengono addebitati da Volkswagen Group Charging GmbH (Elli) per ogni operatore della singola colonnina di ricarica individualmente in kWh, in base alla sessione, al tempo o a qualsiasi combinazione di tali fattori. Alcuni operatori possono richiedere il pagamento di commissioni. Prima di iniziare ogni procedura di ricarica, in questa app è possibile verificare i prezzi correnti di ricarica vigenti presso una stazione di ricarica. In caso di ricarica all’estero, può essere aggiunta una tassa di cambio successiva. Per le tariffe We Charge Go e We Charge Plus non è previsto un supplemento per singola ricarica.”

    1. prima di iniziare la ricarica è possibile verificare il prezzo. Così afferma We Charge. E’ stato così sì o no? Il prezzo è stato indicato in modo chiaro e comprensibile, è stato possibile verificarlo?
    2. per We Charge Go (la tessera del lettore) Volkswagen dichiara che non sono previsti supplementi ma potrebbero essere richieste commissioni da singoli operatori. Occorre verificare chiedendo formalmente il dettaglio di quel pagamento a Volkswagen, da cosa sono composte le voci di costo
    3. nello scontrino è applicato un costo con una descrizione scarna. 4,51 x 0.40 + iva, il totale fa poco più di 2 euro, tutto il resto cos’è?

    Queste sono le prime domande, ne parlerei con un legale che provvederà a scrivere con la sua pec e la sua carta intestata a WeCharge e quindi valuterà, sulla base delle risposte, se ci sono gli estremi per una causa (restituzione dell’indebito) oltre che per una segnalazione alle Authority competenti.

  2. Grazie per la gentile risposta!
    Ricapitolando il prezzo lo fa il provider della tessera (o app). Peccato che tale prezzo non sia chiaro e io non abbia capito dove posso verificarlo.
    Quindi nel esmepio specifico se io carivo a una colonnina Neogy FAST con tessera WE CHARGE GO pago (ma solo lì?) 0.50€ ivato di Neogy più 0,41€ + IVA di WECHARGE GO (che quindi applica un sovraprezzo, tra l’altro salatissimo, e non si capisce perché, che io non avevo capito).
    Enel X è meno esosa ma non è chiaro nemmeno lì e ora dovrò capire dove trovare l’aumento annunciato.
    Io credo che vi sia una necessità di trasparenza perché quando andavo (per fortuna non più) dal benzinaio avevo i prezzi esposti pubblicamente. Ora mi piacerebbe sapere in modo chiaro preventivamente.

  3. Scrivetevelo a lettere cubitali il vero futuro green è idrogeno fuell Cell da idrogeno verde, le mega Duracell inquineranno la terra è l acqua, più pericolosamente dell’ aria , e poi sinceramente tolti i 4 radical-chic che ricaricano da casa il resto il buon 70 % non lo può fare quindi è insostenibile a grandi numeri , il futuro sarà un mix di vari sistemi di alimentazione.di cui il puro elettrico rimarrà una nicchia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome