Home Moto & Scooter Suzuki apre all’elettrico: al vaglio uno scooter nel 2021

Suzuki apre all’elettrico: al vaglio uno scooter nel 2021

1
CONDIVIDI

La Suzuki rompe gli indugi e si prepara a lanciare il prossimo anno uno scooter elettrico sul mercato indiano. Anche l’ultimo dei colossi giapponesi cede così alla rivoluzione “green”.

Sembra che lo scetticismo nei confronti della mobilità elettrica su larga scala si stia lentamente sgretolando anche in casa Suzuki.

Solo poche settimane fa il gran capo della casa nipponica, Osamu Suzuki, aveva ribadito le sue perplessità circa la riuscita in tempi brevi della rivoluzione elettrica nel mondo dei motori. Oggi però proprio dal colosso giapponese trapela la notizia che nel 2021 dovrebbe fare il suo esordio un primo veicolo full electric a due ruote targato Suzuki.

L’e-scooter Suzuki sarà un 125 cc equivalente

Lo sviluppo riguarderà  uno scooter elettrico (non una moto come molti fans speravano…). Il suo debutto avverrà per gradi, iniziando dal fiorente mercato indiano, dove le due ruote spopolano e quelle a batteria sono già molto richieste. Un vero banco di prova per capire se ci siano margini di investimento maggiori nel prossimo futuro. Magari per vedere nascere una moto elettrica ad alte prestazioni.

Già nel 2018 l’azienda aveva annunciato che nel 2020 avrebbe messo in commercio uno scooter elettrico per il mercato indiano, progettato e prodotto in collaborazione con un costruttore locale.

Nel 2011 il primo tentativo con e-Let’s

Ne produsse uno anche nel 2011, l‘e-Let’s, versione elettrica del modello termico, con batterie al piombo e un’autonomia di soli 30 km.

Il Suzuki e.Let’s

Non si conoscono ancora i dettagli tecnici del nuovo scooter ma è ipotizzabile che sarà allineato, come prestazioni, agli scooter da 125 cc di cilindrata. Per lo sviluppo Suzuki potrebbe seguire le orme dei cugini della Yamaha nella partnership con la start up taiwanese Gogoro per il lancio del proprio scooter elettrico EC-05.

Motore e batteria per il mercato globale

In attesa di informazioni più concrete, i nipponici hanno comunque già dichiarato che le componenti principali del veicolo elettrico, compresi motore e batteria, saranno utilizzate anche su altri veicoli a livello globale.

Suzuki ad oggi è l’ultimo grande produttore giapponese a resistere al mondo che cambia.  Honda, Yamaha e Kawasaki hanno già fatto le loro prime mosse, lanciando sul mercato i primi concept e modelli elettrici.

1 COMMENTO

  1. Non capisco perchè i 4 grandi costruttori Nipponici ci mettano così tanto tempo a proporre degli scooter elettrici “decenti” (da 11kW e con carrozzeria/ciclistica tipo SH, Xmax) a noi Europei? I tempi sono maturi e per il momento a parte BMW C-evo dal costo sproporzionato e qualche start-up, la scelta è decisiamente ridotta. E’ una decisione politica (ammortizzare le attuali fabbriche) o tecnica?
    In campo automobilitstico siamo molto più avanti.

Comments are closed.