Home Moto & Scooter Storia di Askoll e della rivoluzione lunga 40 anni/2 prodotti

Storia di Askoll e della rivoluzione lunga 40 anni/2 prodotti

0
CONDIVIDI

TORNA A: Storia di Askoll e della rivoluzione lunga 40 anni

Le ultime novità

Askoll da un paio di anni si è lanciata nella sfida della mobilità elettrica producendo bici a pedalata assistita e scooter a zero emissioni, cercando di mantenere bassi i prezzi e alte le performance.

Le biciclette

La eB3 è l’ultima evoluzione della specie delle e-bike made in Askoll e, come i modelli eB1 ed eB2 precedenti, è pensata per essere comoda soprattutto in città in nome del confort e della semplicità. Si tratta di un mezzo destinato a chi sceglie di muoversi senza costi e senza stress, fatto per chi non è particolarmente avvezzo alle due ruote e non più giovane. Anche il prezzo di 1.590€ è una caratteristica importante nella valutazione di della eB3, sensibilmente più basso rispetto a diversi marchi concorrenti.

Il motore è di tipo brushless a rotore esterno posto sul mozzo della ruota anteriore: secondo Askoll, che parla di una durata di 100.000 chilometri, parliamo di un propulsore ad alta affidabilità e bassa manutenzione. Ha una potenza nominale di  250 W (normata per legge) con una coppia di 50 Nm. Il motore entra in funzione solo quando si pedala e quando si smette, o quando si raggiungono i 25 km/h, si spegne. Sul manubrio è posto un piccolo computer  per regolare l’intervento del propulsore e la potenza che deve erogare in base all’assistenza richiesta. Oltre alla modalità non assistita, è possibile scegliere 4 livelli tra città e fuori strada. Esiste anche la “funzione eco” che si attiva automaticamente quando la batteria scende sotto il 15% e diminuisce l’assistenza per prolungare la durata.

 

strumenti al manubrio

La batteria, posizionata sul tubo anteriore, è agli ioni di litio e ha una potenza di 300 kWh, con amperaggio 36 V – 9 Ah. A pieno carico garantisce un‘autonomia fino a 80 km, con il livello di assistenza più basso. Può essere ricaricata completamente in 5 ore (3 per raggiungere l’80%). Askoll garantisce almeno 500 cicli di ricarica. Il telaio è un classico “Olanda” in alluminio. E’ disponibile in due taglie: “M”, e, per i più alti, anche “L”. La posizione di guida è con il busto praticamente verticale. Il cambio è uno Sturmey Archer a 5 velocità contenuto all’interno del mozzo nella ruota posteriore e dalla grande affidabilità, infatti non necessita praticamente di manutenzione. Ha il difetto di non permettere salti di marcia, ma solo aumenti e scalate progressivi.

Gli scooter

I ciclomotori di Askoll seguono la scala suggerita dai loro nomi e quindi eS3 è quello con maggiore potenza, ha bisogno della targa e della patente per essere guidato. Ha un motore elettrico brushless da 3 kW di potenza e 130 Nm di coppia. La velocità massima sale fino a 70 km/h, e l’autonomia in modalità eco arriva a 96 km. Il prezzo si aggira sui 3.500 euro. Il modello eS1 va via con 2.300 euro e il fratello di mezzo eS3 costa 700 euro in più.

La strumentazione è essenziale su tutti i modelli, con un semplice indicatore analogico della velocità, e un piccolo display che visualizza la carica delle due batterie, l’autonomia residua e il livello di potenza scelto, visibile però anche nei pressi dell’apposita leva di regolazione. Il design senza fronzoli permette di avere tanto spazio per le gambe e una sella comoda anche per due persone.

L’illuminazione è a Led per cercare di impattare il meno possibile sulle batterie, divise in due pacchi per 2.800 Wh complessivi e 7.5 Kg di peso per kWh. La ricarica totale avviene in 9 ore (ma con tre si può già partire), e costa indicativamente 45 centesimi nel caso da 0 a 100%. Le batterie sono estraibili e trasportabili così che possono essere caricate separatamente dal corpo dello scooter in una qualsiasi presa di corrente. ll peso di eS3 non supera gli 85 kg rendendo facili tutte le manovre tipiche necessarie nel traffico, e le partenze da fermo sono istantanee grazie alla tipica coppia del motore elettrico, disponibile al 100% da zero giri.

la strumentazione essenziale

Askoll ha scelto pneumatici grandi, 80/80 16 all’anteriore e 90/80 16 al posteriore. Le tre regolazioni di potenza offrono diverse velocità massime, con la prima decisamente tranquilla, quasi una passeggiata, il livello medio equivale a un cinquantino, mentre la full sblocca tutta l’energia disponibile e i 70 km/h, adatti a strade extraurbane. Come sulle automobili è presente la frenata rigenerativa, che ha due impostazioni: solo durante la frenata, oppure anche nelle fasi di rilascio dell’acceleratore. Scelta azzeccata se ci si muove in città.