Home Scenari Stella Vita, il camper è una casa “solare” viaggiante

Stella Vita, il camper è una casa “solare” viaggiante

2
CONDIVIDI
Lo Stella Vita, il camper tutto ricoperto di pannelli solari: fino a 730 km di autonomia.

Stella Vita, il camper “solare” che autoproduce tutto quello che consuma. È stato realizzato dagli studenti della Eindhoven University of Technology, Olanda.

Stella vita, casa viaggiante con autonomia 730 km

stella Vita
Nelle soste il tetto solare si alza e si apre con ulteriori pannelli fotovoltaici, liberando più spazio all’interno.

Eindhoven, la città della Philips, vanta un Politecnico all’avanguardia per quel che riguarda tutto l’universo dell’energia, rinnovabili comprese. I 22 membri del Solar Team universitario avevano già fatto parlare di sé per un’auto “solare”, la Stella Lux, in grado di produrre  energia in eccesso rispetto al fabbisogno. E quindi di ricaricare anche altri veicoli. E ora presentano una “casa mobile solare” a forma di goccia, in cui non solo il tetto è ricoperto di pannelli fotovoltaici. C’è una copertura aggiuntiva che si apre verso l’alto quando il camper è fermo, aumentando la superficie dei pannelli fino a 17,5 metri quadrati. La Stella Vita può percorrere 730 km, in una giornata di sole, a patto che una parte dell’energia non venga assorbita dalle utenze interne. Le batterie si ricaricano in due o tre giorni, a seconda dell’irraggiamento. Ma naturalmente c’è la possibilità di ricaricare nelle colonnine pubbliche, come un normale veicolo elettrico.

Stella Vita
La Stella Lux, l’auto solare realizzata dal team del Politecnico di Eindhoven.

Tour di 3 mila km per farlo conoscere

Non si tratta di un prototipo futuribile, ma di un veicolo perfettamente marciante. E, per dimostrarlo,  il Solar Team Eindhoven è partito per un tour di 3.000 km che dall’Olanda lo porterà alla punta meridionale della Spagna. Un viaggio di quattro settimane durante il quale il team presenterà lo Stella Vita in una serie di eventi in università e centri di ricerca. Non solo l’esterno, naturalmente. All’interno il camper solare ospita un letto, un piccolo frigo, un bagno, un divano e un piccolo angolo cottura, tutti funzionanti con energia solare. Una piccola casa, che fornisce tutto ciò di cui chi viaggia può aver bisogno. Il sistema di infotainment sul display aggiorna costantemente il guidatore sui consumi di energia, in modo che si possano prendere decisioni sull’utilizzo. “Devi scegliere come usare la tua elettricità. Non hai un’energia infinita”, dicono i ragazzi del team. Al momento non si parla di un’industrializzazione dello Stella Vita. Chi invece è molto vicino alla vendita dei primi esemplari è la Lightyear con la sua ONE . Anche qui un’auto tutta ricoperta di pannelli solari nata da uno spin-off dell’Università di Eindhoven.

stella vitaSECONDO NOI. Viaggiare solo con “la luce del sole” è un sogno al quale gli olandesi lavorano con fiducia incrollabile. Molto più di noi italiani, che pure di materia prima ne avremmo in abbondanza…

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Ho vissuto e lavorato per un po’ in Olanda da giovane. Ne ho riportato una enorme ammirazione per quel popolo. È gente capace di vendere a noi e a mezzo mondo i loro pomodori fatti in serre ipertecnologiche, senza che nemmeno ce ne accorgiamo. Noi abbiamo 24 facoltà di agraria e loro una sola ma è un riferimento globale dove accorrono giovani da ogni continente. E non parlo delle biciclette, per le quali sono di nuovo un riferimento globale. Viva l’Olanda e i suoi giovani ingegneri entusiasti ed ecologisti.

  2. Ecco questo è un argomento su cui mi piacerebbe leggere dei commenti dai frequentatori del sito.
    Possibile che il fiorente mercato dei camper offra quasi esclusivamente modelli alimentato a gasolio? come se la transizione ecologica non li riguardasse. Eppure sono mezzi grossi, pesanti, inquinano e consumano. Non tanto Green.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome