Home Aziende Starace (Enel): nel gas prezzi oscuri, futuro nelle rinnovabili

Starace (Enel): nel gas prezzi oscuri, futuro nelle rinnovabili

0
CONDIVIDI
Credit foto: Enel Green Power.

Starace, n.1 di Enel Group, insiste sulla necessità di diminuire la dipendenza delle fonti fossili. Tanto più in presenza di una complessa “crisi del gas”.

gruppo enel
Francesco Starace, n.1 di Enel Group.

Starace: è ora di staccarsi un po’ dalle fonti fossili

‘”La volatilità dei prezzi delle materie prime è destinata a durare, è ora di staccarcene un pochino“. Cos’ il Ceo di Enel, Francesco Starace, intervenendo a un convegno e sottolineando la necessità di dare nuovo slancio allo sviluppo delle rinnovabili in Italia. L’andamento del prezzo del gas ha “dinamiche oscure e spiegate ogni volta in modo diverso e incomprensibile‘, ha sottolineato il manager. Tutto ciò, dunque, può essere di stimolo al cittadino anche per puntare sull’autoconsumo e sulle comunità energetiche, ha concluso. Proprio ieri Enel Green Power ha annunciato di avere chiuso con successo il primo lancio di Scelta Rinnovabile. L’iniziativa, attraverso un crowdfunding, consente di far partecipare i cittadini alla realizzazione di nuovi impianti di rinnovabil. Il 15 ottobre  è terminato il periodo di esclusiva per i residenti di Poggio Renatico (Ferrara) per sottoscrivere quote dell’investimento.

starace
Un impianto fotovoltaico di Enel Green Power in Spagna

Scelta Rinnovabile fa il pieno a Poggio Renatico

L’iniziativa è a supporto della costruzione di un impianto fotovoltaico. Il crowdfunding ha visto la comunità locale partecipare con grande interesse, coprendo interamente il target di raccolta, pari a 100.000 euro. L’impianto solare, con una potenza di circa 17 MW, che garantirà la fornitura di energia elettrica rinnovabile a più di 8.300 famiglie. E contribuirà ad evitare l’emissione in atmosfera di più di 11mila tonnellate di anidride carbonica (CO2) ogni anno. In virtù della risposta mostrata dal territorio, Enel Green Power ha deciso di incrementare il tetto massimo della raccolta, portandolo a 200.000 euro complessivi. Il doppio del target iniziale. Il 16 ottobre la campagna è stata aperta a tutto il territorio nazionale. Nello stesso giorno, è stata pienamente saturata, con ampio anticipo rispetto ai 30 giorni a disposizione per investire. Qui i dettagli del progetto Scelta Rinnovabile.

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome