Home Scenari Stampalia, un’altra isola-paradiso dell’elettrico

Stampalia, un’altra isola-paradiso dell’elettrico

0
CONDIVIDI
Partnership tra Volkswagen e il governo greco per fare di Stampalia un'isola a emissioni zero.

Stampalia, in Grecia un’altra isola-paradiso dell’elettrico. Qui a tirare i fili è la Volkswagen, per farne “un laboratorio delle mobilità intelligente e sostenibile“.

Stampalia, dove la Polizia viaggia in VW ID.4

Le isole sono il terreno ideale per sperimentare comunità in cui i trasporti (e non solo) sono a emissioni zero, grazie anche all’energia da rinnovabili. Già tre anni fa, per la esempio, la Renault avviò un suo progetto a Belle Ile-en-Mer, davanti alla Bretagna, e a Porto Santo, in Portogallo. A Stampalia i primi veicoli elettrici sono entrati in servizio alla presenza del premier greco, Kyriakos Mitsotakis, di Herbert Diess, n.1 del Gruppo Volkswagen.

stampali
Due Volkswagen ID.4 in dotazione alla Polizia e all’Autorità aeroportuale di Stampalia.

Tra i mezzi anche una ID.4, la prima EV in assoluto in dotazione alla Polizia ellenica. Inaugurati pure i primi punti di ricarica pubblici e privati. L’obiettivo dell’isola per i prossimi anni è modernizzare completamente il proprio sistema energetico, trasporti compresi. In questo senso il Gruppo Volkswagen e il governo greco hanno firmato un memorandum d’intesa in tal senso lo scorso novembre.

Stampalia
Il n. di Volkswagen Group, Herbert Diess (al centro), in visita a a Stampalia.

Servizi di sharing 100 % elettrico per auto e scooter

Stampalia sarà un laboratorio per la decarbonizzazione in Europa“, ha spiegato Diess. “Analizzeremo in tempo reale cosa motiva le persone a passare alla mobilità elettrica e quali stimoli sono necessari per adottare uno stile di vita sostenibile“. I risultati ottenuti saranno esaminatiati con l’aiuto delle Università dell’Egeo e di Strathclyde (Scozia). Sono poi in corso i preparativi per un servizio di car sharing 100% elettrico (comprese anche le due ruote)  e uno di ride sharing. Il premier Mitsotakis ha ribadito che il governo farà la sua parte e che il sistema energetico passerà alle fonti rinnovabili in due fasi:

  • entro il 2023 un nuovo parco solare fornirà circa 3 megawatt di elettricità. Coprendo il 100% del fabbisogno per la ricarica di veicoli elettrici e più del 50% della domanda complessiva dell’isola.
  • entro il 2026, il nuovo sistema energetico sarà ulteriormente ampliato per arrivare a oltre l’80% della richiesta complessiva di energia. Inoltre, un sistema di accumulo a batterie aiuterà a bilanciare la rete e a sfruttare appieno il parco solare.

stampalia

SECONDO NOI. Viene da chiedersi: ma l’Italia dov’è? Esperienze come quella di Stampalia stanno partendo in tutta Europa, con forti investimenti privati.

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome