Home Bici Stajvelo RV01, l’e-bike cittadina eco-chic

Stajvelo RV01, l’e-bike cittadina eco-chic

0
CONDIVIDI

Il marchio Stajvelo nasce nel 2016 per volere di Thierry Manni, ciclofilo e uomo d’affari monegasco. Il modello RV01 è l’emblema della giovane azienda. Riunisce in un solo prodotto “design rivoluzionario e nuove tecnologie, semplicità d’utilizzo, ecologia, sicurezza, comodità e soprattutto piacere di guida“.

Priorità per il riciclo

La gestazione di questa bici elettrica ha richiesto due anni di studi, cominciando dal foglio bianco fino alla costruzione completa del prototipo, avvenuta nel 2018. Le linee atipiche derivano dall’incontro tra creatività, design ed esigenze tecniche di fabbricazione. RV01 rappresenta in particolare il primo caso d’applicazione commerciale nel mondo delle biciclette di un composito termoplastico sviluppato da Solvay, denominato LFT.

Questo tecno-polimero garantisce ottime prestazioni meccaniche, ideale quindi per far fronte a elevate sollecitazioni, come accade nei mezzi di trasporto. Il punto di forza maggiore del materiale è dato però dalla sua facilità di riciclo. Per tale motivo è impiegato nelle componenti principali della e-bike, ossia telaio e cerchioni. Questi ultimi sono realizzati in un pezzo unico, molto pratici nella manutenzione. La forcella è invece in carbonio, come i parafanghi (disponibili su richiesta in alluminio).

La poetica della spontaneità

Il nostro leitmotiv risiede nella progettazione di biciclette affascinanti, esclusive e facili da utilizzare“, dichiara Thierry. Il desiderio di offrire un veicolo completamente a misura d’uomo ha guidato la definizione della geometria nel modello RV01. Due le taglie selezionabili: S/M (per utenti con un’altezza da 1,60 a 1,75 m) e M/L (da 1,75 a 2,00 m). Un contributo importante nella semplicità d’uso di questa e-bike proviene però dal powertrain elettrico. Il motore Continental 48V Revolution ha una potenza massima di 250W e assiste la pedalata fino a 25 km/h, ma soprattutto è dotato di trasmissione automatica integrata.

Il conducente può così muoversi in libertà, senza preoccuparsi di selezionare le marce. Inoltre, in caso di arresto del velocipede, viene inserito il rapporto più corto per ripartire senza sforzo, sfruttando tutti i 70 Nm di coppia del propulsore. La batteria ha una capacità di 610 Wh, garantendo un’autonomia di 120 km (in condizioni ottimali) e un tempo per la ricarica completa pari a 3-4 ore. Il concetto di semplificazione costruttiva e praticità si riscontra anche negli accessori (seduta per bimbi, portapacchi, borsello…) grazie a un sistema d’attacco unificato sul telaio.

Visibile per sicurezza, non ostentazione

Per quanto riguarda il sistema d’illuminazione della RV01 Stajvelo ha scelto un impianto Supernova M99, tra i più potenti disponibili sul mercato. Il proiettore anteriore è dotato di abbaglianti e anabbaglianti, mentre al posteriore è presente un doppio fascio luminoso per agevolare l’individuazione del mezzo da ogni angolazione. Il retrotreno implementa anche le luci d’arresto. L’assistenza di guida è adeguata al contesto d’uso prevalentemente urbano della bicicletta. Oltre ai freni a disco si trova un’unità di controllo a tre configurazioni.

Il manubrio Baramind è ammortizzato, permettendo di assorbire ondulazioni e sconnessioni senza inficiare la manovrabilità del mezzo (il peso è di 25 kg). In caso di furto o smarrimento della e-bike, si può ricorrere alla funzione di geolocalizzazione tramite applicazione (iOS e Android). Una seconda app consente di settare e monitorare svariati parametri del veicolo. Tra i principali vi sono: autonomia della batteria, chilometraggio complessivo, velocità media di percorrenza, mappa per la navigazione nonché condizioni meteo e di salute del conducente. Tutti questi dati sono visibili tramite lo smartphone o il display installato sul manubrio della bici.

Produzione d’origine controllata

L’atelier Stajvelo è situato nel Principato di Monaco e raccoglie i dipartimenti d’ingegneria, design e la linea d’assemblaggio. In nome della riduzione dell’impatto ambientale del prodotto, la maggior parte dei fornitori e dei pezzi è localizzata in Europa. Il telaio e le ruote vengono stampati vicino a Lione per poi essere sottoposti a verniciatura nei pressi di Annecy. La forcella è realizzata invece a Milano.

stajvelo RV01

La produzione della RV01 è iniziata nel mese di Aprile, in tre colorazioni base (Canna di Fucile, Nero e Bianco), ma un’ampia gamma di personalizzazioni è disponibile sul configuratore on-line. Il prezzo di vendita è di 6.990 euro (tasse incluse). Attualmente è ordinabile tramite il sito dell’azienda, ma in futuro sarà disponibile presso rivenditori e concept-store selezionati, in accordo con la politica di espansione del marchio.

– leggi anche: Porsche fa la sua e-bike, ma per pochi