Home Auto Squad Mobility, il tetto è un pannello solare

Squad Mobility, il tetto è un pannello solare

0
CONDIVIDI
Squad
Tre esemplari della Squad, la macchinetta olandese a pannelli solari

Squad Mobility, una start-up olandese, svela il suo primo veicolo elettrico da città. È una macchinetta a due posti con una caratteristica che salta subito agli occhi: il tetto è un pannello solare. Non è un prototipo: Squad è già prenotabile, con 5 mila euro di deposito per i primi mille esemplari. Ma le consegne arriveranno solo nel 2021.

Squad va al massimo ai 45, con 2 posti più…SquadL’Olanda, si sa, è uno dei paradisi dell’elettrico. Ed è tutto un fiorire di start-up, dall’Etergo (produttore dell’Appscoooter) alla Lightyear, che ha presentato One, una costosa auto sportiva ricoperta di pannelli solari. Ed è proprio da una costola di Lightyear che è nata Squad Mobility. Robert Hoevers e Chris Kolk hanno abbandonato quel progetto cullando il sogno un’auto solare economica per un target molto più ampio. Il nome già dice parecchio della loro idea: Squad sta per Solar-Quad. E in effetti la macchinetta è una via di mezzo tra un quad e una normale citycar. Con una velocità massima   di 45 km/h, anche se già si pensa in futuro a una versione da 80 km/h, chiaramente più costosa.

Nello spazio occupato da un grande Suv si possono parcheggiare quattro Squad

Si tratta chiaramente di un veicolo da città, molto essenziale e senza porte d’accesso. Con due posti affiancati e, dietro, due sedili su cui possono trovar posto due bambini alti non più di un metro e 25. Ma le misure esterne (sotto) sono talmente contenute da poter parcheggiare quattro Squad nello spazio occupato da un Suv di grandi dimensioni, come mostra la foto-simulazione sopra.

 

Le dimensioni dello Squad: è lungo 2 metri, alto 1,60  e largo un metro.

Squad: “Dal tetto energia per 9mila km all’anno”

Il CEO Robert Hoevers assicura che il tetto solare in un paese soleggiato può generare energia fino a 9 mila km all’anno. Al sito tedesco Electrive ha detto che “il veicolo diventa così privo di emissioni per chi guida in città per circa 30 km o un’ora al giorno per 300 giorni all’anno“. Aggiungendo che la maggior parte di questi veicoli non percorre più di 6 mila km all’anno. Ma naturalmente è possibile caricare la batteria tramite una presa di corrente o una batteria portatile Squad Mobility.

Ma il pubblico accetterà di acquistare un veicolo senza porte? Chris Kolk si è occupato del progetto e lo vede come un punto di forza: “Abbiamo pensato che questa scelta fosse funzionale per la maggior parte delle persone. Basta col concetto di scatola al chiuso. L’attesa del bus o la camminata che fai per arrivare a destinazione non sempre sono all’asciutto al 100%“. Senza escludere, però, che in futuro le portiere laterali posso essere offerte come opzione. Squad ha anche sviluppato una versione Cargo and Deliver, in cui il carico viene trasportato nella parte posteriore. A partire dal 2020 saranno proposte forme  di noleggio a lungo termine e di leasing, puntando a un canone mensile di 100 euro.

Squad frontale

— Leggi anche: il tetto solare della Toyota SPD e della Sion (qui)