Home Alla ricarica Spuntano le colonnine Free to X negli aeroporti di Milano

Spuntano le colonnine Free to X negli aeroporti di Milano

6
CONDIVIDI
colonnine aeroporti di milano
Una delle tre stazioni di Free to X già operative sull'Autosole nel tratto Milano-Roma.

Arrivano le stazioni di ricarica, con colonnine super fast, negli aeroporti di Milano. SEA, società di gestione degli scali di Milano Linate e Malpensa ha aggiudicato l’incarico di installarle a Free To X, società del Gruppo Aspi dedicata ai servizi per la mobilità in chiave sostenibile. L’energia erogata sarà infatti 100% green. Free to X sarà in partnership con Atlante, società del Gruppo Nhoa per i servizi di energy management.

Quattro i punti che ospiteranno gli impianti di ricarica di ultima generazione e ad alta velocità nelle aree esterne degli scali: uno a Linate, uno a Malpensa e due nei Terminal di aviazione privata presenti sui due aeroporti. Tutte le stazioni saranno accessibili al pubblico e progettate in modo che siano utilizzabili da automobilisti a ridotta mobilità. I lavori di installazione partiranno in gennaio per concludersi entro l’estate.

colonnine aeroporti di milano
Una Porsche Taycan in ricarica nella stazione Free to X di Secchia Ovest, in Autosole (Modena Nord).

A Linate le colonnine saranno sei, quattro delle quali HPC da 300 kW. L’impianto potrà ospitare 10 veicoli contemporaneamente in carica. La stazione di ricarica ultraveloce sarà dotata anche di pensiline. A Milano Malpensa verrà realizzato invece un impianto di quattro colonnine, di cui tre ultrarapide, che permetterà di gestire fino a sette autovetture contemporaneamente. Nelle aree esterne ai Terminal per l’aviazione privata ogni impianto disporrà di due colonnine, una delle quali ultraveloce, per un totale di 4 punti di ricarica.

Le colonnine negli aeroporti di Milano saranno operativa 24 ore su 24 e gli utenti potranno pagare le ricariche con le App e le RFID Card dei principali provider, ma anche con carta di credito.

Free To X è nata per dotare di impianti di ricarica le principali stazioni di servizio autostradali. Entro il 2023 realizzerà 100 stazioni di ricarica elettrica sulla rete di Autostrade per l’Italia, secondo le disposizioni del PNRR e della Legge di stabilità.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

6 COMMENTI

  1. Scusate ma quale sarebbe il vantaggio di avere una Fast se prendo la aereo la mattina e bene che vada torno alla sera ?
    Non sarebbe meglio mattere nei parcheggi 50 lente o anche lentissime ?
    Le fast meglio in autostrada

    • Se devi stare via una settimana chi la stacca la macchina dalla colonnina lenta quando la ricarica è terminata dopo 5 ore? (o diciamo dopo 24 ore se la ricarica è lentissima come dici tu).
      Ho un’auto elettrica e le colonnine lente le trovo poco pratiche per questo ed altri motivi.
      Se vai nei parcheggi a pagamento come jetpark uno dei servizi offerti è la ricarica delle auto elettriche. Gli lasci le chiavi, fanno la ricarica lenta loro. Questo ha senso ed esiste già da anni ma se è una colonnina pubblica in aeroporto ha senso solo se è fast e più è veloce meglio è!

      • Non sarei così drastico. Un taxista può benissimo rabboccare mezz’ora più volte al giorno. Chi viene ad accogliere un parente, fra una cosa e l’altra può benissimo passare un’ora in attesa: se ha la batteria scarica si attacca a una fast, altrimenti fa un biberonaggio in Ac da 50-60 km. Molti viaggi di lavoro si concludono in giornata e un ricarica lenta ti risolve anche il problema del parcheggio. Concludendo: il mix scelto da Free to X mi sembra intelligente.

        • Sulla questione del parcheggio sono d’accordo, è spesso il motivo per cui si usano ed è anche ciò che si paga..quando paghi 0,45 €/kWh per una ricarica < 22kW ciò che stai pagando è soprattutto il costo del parcheggio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome