Home Vaielettrico risponde Sono pronto per ricaricare la mia MG4? Per ora sì

Sono pronto per ricaricare la mia MG4? Per ora sì

9
CONDIVIDI

Andrea aspetta l’arrivo della sua prima auto elettrica. Ha predisposto il garage per ricaricare la nuova MG4, ma non è sicuro di aver fatto la scelta corretta e ci schide un consiglio. Ricordiamo che i quesiti vanno inviati a info@vaielettrico.it

Può bastare una presa industriale blu?

Salve, vi ho scoperti cercando informazioni per l’acquisto della mia prima auto elettrica e anche grazie a voi ho ordinato una Mg4 comfort che se il concessionario non mi ha mentito a proposito dell’arrivo dopo 30 giorni dall’ordine dovrei averla a breve. Quindi oltre ai miei ringraziamenti e complimenti passo al quesito.

Immaginando di farne un uso mite (sono un motociclista convinto e faccio più di 20k km all’anno con la moto e meno di 10k con l’auto per brevi giri che riguardano i bambini e andare al lavoro per un tragitto di circa 100km solo quando c’è grave allerta meteo) ho pensato bastasse far installare all’elettricità una presa industriale blu con relè di sicurezza e contatore per monitorare il tutto rimandando ad un vicino futuro un fotovoltaico da balcone con wallbox.

Visto l’utilizzo che immagino non esagerato immaginavo che non dovendo ricaricare tutti i giorni ma magari 1-2 volte al massimo a settimana con la ricarica notturna o programmando di giorno quando nessuno é in casa i 3kw di base potessero bastare come inizio.

Ma quando avrò il fotovoltaico?

Ma continuando a leggere e capendo in realtà non molto di questo nuovo mondo mi sta venendo il dubbio che una wallbox possa servire ma mi sono perso nell’infinità di modelli e opzioni disponibili e vi chiedo allora se il mio pensiero è invece giusto o se mi sta sfuggendo qualcosa. GrazieAndrea Valdevit

La sicurezza è garantita, ma a bassa potenza

Risposta- Complimenti a lei, caro Andrea, per l’attenzione e la lungiiranza con cui si sta preparando ed entrare nel nuovo mondo dell’auto elettrica.  Venendo alla sua domanda, la nostra prima risposta è sì: l’impianto di ricarica che lei ha fatto installare, con presa industriale blu, è perfettamente adeguato alle sue esigenze attuali.

Una presa blu e una  stazione mobile con spina industriale lato auto, che dovrebbe procurarsi, per ricaricare la sua nuova MG4, le garantirà la massima sicurezza fino alla sua potenza massima contrattuale di 3 kW. Potrà incamerare circa quindici km di autonomia per ogni ora, arrivando al “pieno” in una ventina di ore. Dando però per scontato che l’installatore abbia verificato anche l’adeguatezza dell’impianto elettrico a monte, sottoposto a uno stress prolungato e molto più intenso di quanto accada normalmente per qualunque altro elettrodomestico.

Fase due: il passaggio alla wallbox intelligente

Il passaggio alla wallbox può essere consigliabile in un secondo tempo, se dovrà utilizzare più spesso l’auto elettrica e di conseguenza avrà necessità di ricaricare più spesso, più velocemente e avere ogni mattina le batterie almeno all’80%. E soprattutto quando disporrà di un impianto fotovoltaico che darà il massimo del vantaggio potendo dialogare con l’auto attraverso la wallbox, per ottimizzare l’utilizzo dell’energia autoprodotta, dando la priorità a quella anzichè all’elettricità prelevata dalla rete.

Non tutte le wallbox hanno questa funzione. Ma utilizzando il nostro listino interattivo con aggregatore potrà già farsi un’idea di quello che offre il mercato, selezionando anche altre funzioni (bilanciamento dei carichi, controllo e gestione da remoto, programmazione della ricarica, bidirezionalità) e la fascia di prezzo che più le interessa.

La wallbox  giusta per te? Cercala con i filtri per prezzo, potenza, brand…

 

-Iscriviti alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

 

Apri commenti

9 COMMENTI

  1. Spero che ti arrivi presto la tua 4!
    “se il concessionario non mi ha mentito a proposito dell’arrivo dopo 30 giorni dall’ordine dovrei averla a breve.”
    A me il concessionario mi ha detto 4 mesi minimo…

  2. Non capisco tutta questa frenesia di montare una wallbox o simile.
    In giro è pieno di colonnine sempre vuote….tantissime da 22kw e parecchie da oltre 150kw.
    Basta fare una flat con enelX e ricarichi ovunque a 31cent.
    Inutile buttare soldi in una wallbox….ancora meno se non hai il fotovoltaico

  3. Far installare la presa ok, ma mi auguro che abbia anche sostituito i cavi con dei bei salsicciotti da 4-6mmq di sezione… la cosa non è così scontata, credo che nel mio condominio non riuscirei neppure a far passare un 6 mmq.
    Considerando le lunghe permanenze sotto carico è consigliabile installare 1 “taglia” in più.

  4. Complimenti al lettore per l’ottima scelta (la MG4 in allestimento Comfort è quella che suggerisco io, quindi secondo me davvero oggi non c’è nulla di meglio, hai scelto l’auto migliore nell’allestimento migliore, bravissimo!) e complimenti a vai elettrico per il listino interattivo, mi era sfuggito l’articolo del 20 ottobre, avete fatto un ottimo lavoro (e mi sembra pure molto completo), io gli troverei un bel posto in evidenza nell’home page perché è sia utile sia fatto bene. Bravissimi!

    • Io dovrei andare a provarla a giorni, ma l’allestimento confort costa 4000€ in più e l’unica vera differenza sono i 13KW della batteria.

      Il mototre più potente, la ricarica da 135KW (invece che 100 e fischia), i cerchi in lega da 17 (quelli sono belli), il V2L (non essendo il V2H serve se vai in campeggio).

      Per me che abito in città, 300 Km di autonomia bastano, quindi 51KW sono sufficienti, la vera rinuncia sono i cerchi in lega da 17″.

      Trovare colonnine da 135 Kw è raro quindi anche con 100 e passa sopravvivi alla grande.
      Ha l’11KW AC ma io più di 6KWh alla casa non metterò. Colonnina da 7,4KW con carico variabile e avanti.

      In buona sostanza tolti i 13KW della batteria (che valgono i 4000€) non vedo grandi motivi per non prendere la basica.

      Perchè preferisresti la comfort?

      • Perché aumenti la longevità della batteria. Più kWh sono meno cicli di ricarica a parità di batteria. Il valore dell’usato sarà molto più alto e in caso di vacanza un viaggio lo si fa con maggiore tranquillità. Più autonomia sempre, anche d’inverno. E tutto questo per appena 3000 euro in più (la differenza in autonomia non sono 30 km ma ben 100 km!).
        Guarda caso di tutti gli optional dell’auto quello che a me interessa meno sono proprio i cerchi: potendo io monterei cerchi minuscoli su tutte le auto (con spalla ribassata però), peccato che con le potenze attuali non si può. Nella mia testa il cerchio grande, soprattutto come optional, equivale a una riduzione delle performance…
        Se avessi una MG4 comfort, farei a cambio di cerchi con te…

        • Venerdì vado a provarla e ci penso.

          Del valore residuo mi interessa poco, cambio un TD del 2008 con 200.000 Km.

          Qualunque cosa fosse dal seg B al D oggi varrebbe zero.

          La versione base ha i cerchi in acciaio é quello che non mi piace, quelli in lega tengono l’equilibriatura meglio.

          • A maggior ragione se vuoi arrivare a 200.000 km sereno e con una buona autonomia punta alla batteria più grande. Quest’auto a fine vita ci arriverà in un modo o nell’altro, sia che la guidi tu fino alla fine sia che provi a venderla a qualcuno. Inoltre, se pensi di tenerla tu, non hai modo di sapere come le tue esigenze cambieranno nei prossimi 14 anni (dico 14 anni perché la Golf la stai vendendo dopo 14 anni).
            Inoltre cambia il rapporto peso/potenza. E’ vero che la Comfort pesa 30 kg in più (pochi!) ma la potenza passa da 170 a 204 cv e sebbene questo non si riflette su un vantaggio in termini di accelerazione sullo 0-100 (probabilmente autolimitati) quei 34 cv in più prima o poi si faranno sentire.
            Infine ho notato che MG dichiara una maggiore efficienza per la Comfort. La voce energy-consumption riporta 170 per la Standard, 160 per la Comfort e 166 per la Luxury, quindi una maggiore efficienza del 6% che significa consumi più bassi a vita (la Comfort ha rispetto alla Standard l’aerodinamica attiva con le griglie del radiatore anteriore che si aprono e chiudono quando serve). E comunque i conti tornano: la Standard con batteria utile da 50,8 e autonomia da 350 km significa che ogni kWh fa 6,89 Km, mentre la Comfort con batteria utile da 61,7 e autonomia da 450 km con ogni kWh fa 7,29.

            A differenziare le 2 auto c’è anche la chimica delle batterie, che è diversa. Se ti piace la LFP va su quella da 51 ma visto che le LFP almeno una volta a settimana andrebbero caricate al 100% per aiutare il BMS e l’indovinometro a funzionare correttamente, devi considerare la maggiore dispersione che hai quando superi l’80% di ricarica oltre alla “seccatura” di dover arrivare al 100% almeno una volta a settimana (può venirti bene o no, dipende anche da che impianto hai in casa).

  5. Presa BLU 16 o 32?
    Io in previsione del futuro avrei installato una 32A (come ho fatto nel mio caso).

    Per il caso d’uso del lettore può stare tranquillissimo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome