Home Nautica Solar and Electric Boat Challenge, a Monaco dal 12 al 14 luglio

Solar and Electric Boat Challenge, a Monaco dal 12 al 14 luglio

0
CONDIVIDI

Dal 12 al 14 luglio si rinnova l’appuntamento con il  Solar and Electric Boat Challenge, organizzato dallo Yacht Club di Monaco. Una gara sportiva, ma pure  una competizione tra i giovani studenti delle facoltà d’ingegneria internazionali che realizzano la propulsione delle barche. 

Il Solar and Electric Boat Challenge è diventato un appuntamento classico della nautica, ma soprattutto un interessante laboratorio e vetrina per i cantieri che progettano e realizzano imbarcazioni con motori elettrici, in particolare quelli alimentati dall’energia solare. In questa edizione, si terrà dal 12 al 14 luglio, ci sarà la presenza anche  del cantiere italiano Ernesto Riva del Lago di Como che nel Principato esporrà Ernesto, la prima barca elettrica prodotta dopo 3 secoli di attività.

Innovazione tecnologica con lo sport

La manifestazione monegasca come la Formula E per le auto e gli altri appuntamenti sportivi simili ha un’ambizione: “Promuovere e ottimizzare i sistemi di propulsione ed incoraggiare l’innovazione tecnologica per soddisfare il fabbisogno energetico delle imbarcazioni da diporto e delle industrie navali e le relative prerogative ambientali”. Ovvero fare opera di propaganda sui motori alternativi a quelli termici.

La competizione ha il sostegno della Fondazione Principe Alberto II di Monaco, la Fondazione Hydros e la Federazione Internazionale Powerboating (UIM). “Il nostro desiderio è quello di riunire una nuova generazione di ingegneri per immaginare e costruire i motoscafi di domani. È parte integrante dell’impegno del Principato nei confronti dell’ambiente, guidato dal nostro Presidente, il Principe Alberto II – si legge in un comunicato con la firma del segretario generale YCM, Bernard d’Alessandri – Se vogliamo posizionare Monaco come capitale dello yachting, siamo obbligati a fare la nostra parte in questi progressi tecnici. Questi studenti stanno reinventando la motonautica, stanno creando il loro futuro. Come possiamo non supportarli?”.

Gli studenti/ingegneri in gara

Chiara la politica di far crescere gli ingegneri di domani coinvolgendo le facoltà di Ingegneria con gli studenti ed i costruttori a cui viene assegnato uno scafo  catamarano monotipo, appositamente progettato per la competizione. La sfida è quella di costruire un cockpit (cabina di pilotaggio) per la loro barca e progettare il sistema di propulsione più potente e duraturo possibile. La gara è sull’acqua, ma il vero traguardo lo tagliano gli “inventori” che trovano la soluzione migliore per un’applicazione industriale. L’iniziativa serve a mettere in luce le idee innovative dei giovani ingegneri che condivideranno le loro opere su una piattaforma open source

In programma anche regata Monaco-Ventimiglia

Nella tre giorni della manifestazione ci sarà spazio  anche per una regata di flotta di endurance, slalom a tempo con il patrocinio di Bertrand Piccard. È l’uomo di Solar Impulse, il primo aereo  a emissioni zero.

In programma anche una gara offshore da Monaco a Ventimiglia dove le barche devono rispondere a determinati requisiti. Ovvero poter imbarcare almeno tre persone e rispondere a delle precise specifiche tecniche.  La regata è un test per verificare lo stato dell’arte su scafi e motori, una misura dell’evoluzione dal termico a nuove soluzioni elettriche.