Home Nautica Sognate la barca elettrica? Ecco le migliori

Sognate la barca elettrica? Ecco le migliori

0
CONDIVIDI

Quale barca elettrica comprare nel 2019? L’offerta non è (ancora) ricchissima, ma nel 2018 i cantieri hanno sfornato diversi modelli interessanti.

Ripercorriamo il 2018  indirizzando la nostra attenzione sulle barche che hanno ricevuto premi e riconoscimenti dagli addetti ai lavori. Iniziamo con una barca a vela: la RS 21 che ha vinto – nella categoria sotto i 30 piedi – il premio per le migliori prestazioni degli esperti del Sail Magazine Best Boats Awards della omonima rivista. Si tratta di una creazione del cantiere inglese RS Sailing (guarda). Una barca sportiva dedicata alle regate. Non a caso, la testimonial italiana è Margherita Porro, campionessa mondiale giovanile 2017 nella classe 29er.

Domani S30, riconoscimenti e vendite

Nel 2018 abbiamo scritto di Domani S30. Nome italiano, cantiere belga, progetto olandese, ha ottenuto  la nomination per l’ European Yacht of the Year Award. Il premio sarà assegnato da una giuria composta giurati di tutta Europa. Domani S30 è stata nominata nella sezione ‘Yacht special‘ dopo esser stata testata da 12 giornalisti. Il verdetto finale durante la cerimonia di apertura di Boot Düsseldorf 2019. Lo yacht, secondo il titolare Michael Goddaert, sta riscuotendo successo:”Siamo orgogliosi di annunciare che diversi scafi Domani S30 sono ordinati per la produzione. Attualmente stiamo lavorando allo scafo numero 5 e gli scafi 8 e 9 sono già ordinati per la produzione”.

La barca dell’anno per i francesi 

SunWave 2 è stata eletta barca elettrica dell’anno al Nautic Paris. Un prestigioso riconoscimento, che arriva da una manifestazione molto attenta alla filiera delle imbarcazioni a emissioni zero (guarda). SunWave 2 è un natante dedicato al turismo con un motore da 20 kW (guarda).

Picnic 18, dalla Danimarca, in plastica riciclata

A Nautic Paris è stata premiata anche la barca danese Picnic 18 (guarda), che possiamo definire una vera e propria barca green, oltre che per la propulsione elettrica per lo scafo realizzato con bottiglie di plastica riciclata.

Quella più veloce 

Anche  SAY29E del cantiere tedesco Say è in corsa nel concorso “European Powerboat of the Year 2019“. Ma ha già tagliato un importante traguardo grazie al record mondiale di velocità fissato nella fiera E-mobility IONICA sul lago Zell in Austria (guarda).

 

Le barche  italiane

Ernesto di Riva

Anche in Italia qualcosa si muove. A iniziare da un cantiere storico, il Riva con tre secoli di attività nella cantieristica navale dedicata al lago. Ma Ernesto la prima creazione in elettrico (guarda) si difende bene anche al mare, dove nei mesi scorsi è riuscita a tagliare per prima il traguardo in una competizione a Montercarlo (guarda).

Un modello Ecoline

Una lunga esperienza, seppure in questo caso si misuri in decenni, per Fausto Colombi, che con la sua Ecoline Marine quest’anno ha presentato ECO 900 Electric (guarda). Una full-electric che può contare sui motori di Franco Moro, il tecnico e imprenditore della Huracane (guarda) che ha preparato i due motori da 15 kW che danno potenza alla barca.

 

Lagon 55

Barche Elettriche di Michele Solari ha presentato al Festival dei Laghi di Iseo la Lagon 55 (guarda)dove, oltre alla propulsione elettrica, punta sull’accessibilità delle persone diversamente abili. Ma tra le principali novità made in Italy non si può non citare uno dei protagonisti principali a livello internazionale. Ovvero Transfluid (guarda), che nel 2018 ha acquisito l’olandese Belle Marine (guarda), che vende motori marini elettrici in tutto il mondo. C’è tanta Italia anche tra i croati di Tema (guarda), che con i loro sistemi stanno facendo navigare in elettrico tante barche italiane e numerose imbarcazioni in tutto il mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome