Home Tecnologia & Industria Prima pagina Siemens nella mega-fabbrica svedese per le batterie

Siemens nella mega-fabbrica svedese per le batterie

0
CONDIVIDI
Peter Carlsson, numero uno di Northvolt, can il capo di Siemens Nordics, Ulf Troedsson

Ci sarà anche Siemens nel progetto Northvolt. Ovvero la costruzione della fabbrica di celle di batterie agli ioni di litio (guarda) più grande d’Europa. L’impianto sorgerà in Svezia e conta già su diversi investitori di prestigio.

Ci sono altri soci importanti: ABB, Scania…

L’investimento del gruppo tedesco non è enorme: 10 milioni di euro. Ma quel che conta è l’adesione di Siemens al progetto, con la fornitura di tecnología. Progetto in cui è già presente uno dei maggiori concorrenti di Siemens negli impianti di ricarica, la svizzera ABB. Oltre ad altri nomi dell’industria dell’automotive tra cui Scania, azienda di camion ora di proprietà del gruppo Volkswagen. L’obiettivo di Northvolt è di sviluppare una capacità produttiva di  32 GWh nel 2025, quando l’intero mercato europeo arriverà ad assorbire 200 GWh all’anno.

Le celle delle batterie al litio Northvolt

Una quota importante, dunque, se consideriamo che al momento il vecchio continente dipende in gran parte dalle importazioni dal Far East. Peter Carlsson, direttore esecutivo di Northvolt si è detto entusiasta dell’arrivo di Siemens: “Con la sua esperienza nell’elettrificazione, automatizzazione e digitalizzazione diventerà per noi un importante partner tecnologico, oltre che fornitore e cliente>. Sul sito di Northvolt si trova in grande evidenza una citazione del professor Donald Sadoway, un elettrochimico ed esperto di scienza dei materiali del MIT di Boston: “La batteria farà per la catena di fornitura dell’elettricità quello che la refrigerazione ha fatto per la catena della fornitura del cibo”.

Siemens in Svezia è già in Uniti

La citycar elettrica Uniti

Il progetto Northvolt non fa che confermare il ruolo da protagonisti che i paesi scandinavi hanno assunto nel passaggio alla mobilità elettrica. La Norvegia è di gran lunga il primo mercato al mondo, nel rapporto tra abitanti e auto elettriche vendute. E la Svezia è in posizioni di immediato rincalzo. Tra l’altro la stessa Siemens ha investito in un altro progetto svedese. E’ la progettazione e produzione di una citycar elettrica denominata Uniti. In questa avventura è coinvolto, nel vertice aziendale, anche un manager italiano, Antonio Stanisci, ex dirigente del gruppo FCA-Fiat (guarda l’articolo).

Ti interessa lavorare in Northvolt? Molte le posizioni aperte, leggi qui