Home Due ruote Seat MÓ, in arrivo la versione “cinquantino”

Seat MÓ, in arrivo la versione “cinquantino”

2
CONDIVIDI

Sull’onda del successo, la Casa spagnola arrichisce la gamma di e-scooter con un modello pensato per i giovanissimi. Seat MÓ 50 mantiene stile e funzionalità del “fratello” maggiore 125, con caratteristiche da puro ciclomotore urbano.

Battere il ferro finché è caldo. Una regola non scritta, sempre valida, che sembra calcare a pennello con le strategie di Seat per la mobilità urbana su due ruote.

Aperta una breccia nel mercato elettrico con il suo primo scooter, il MÓ 125, la Casa spagnola ci ha messo molto poco a rilanciare. Dopo gli ottimi risultati delle vendite, infatti, ha prima annunciato l’imminente arrivo di una versione potenziata del modello, il MÓ 125 Performance, poi ha dato un ulteriore scossone alla gamma proponendo per il 2023 il nuovo MÓ 50, variante chiaramente pensata per i più giovani.

Così, dopo aver raccolto apprezzamenti sui mercati europei, Seat ha pensato di dare nuovo slancio al suo progetto elettrico nato in collaborazione con la connazionale Silence. Senza però stravolgerlo.
Se il “Performance” è, di fatto, una versione più prestazionale del modello standard (spicca l’e-boost attivabile per avere più velocità di punta), a livello strutturale ed estetico nulla è stato cambiato nemmeno per il nuovo MÓ 50. Semplicemente, il nuovo e-scooter è stato ricalibrato per utenti diversi.

Il ciclomotore per i giovanissimi

Siamo infatti di fronte ad un ciclomotore (L1e), quindi guidabile in Italia a partire da 14 anni, con motore brushless nel mozzo della ruota posteriore di 4 kW di potenza (7 kW di picco) e coppia da 100 Nm. La velocità massima consentita è di 45 km/h.

Il Seat MÓ 50 è equipaggiato di batteria agli ioni di litio (5,6 kWh) che può essere caricata a bordo oppure estratta (in stile trolley) e ricaricata direttamente dalla presa domestica.
I tempi vanno dalle 6 alle 8 ore per il 100% di ricarica.
L’autonomia dichiarata nel ciclo medio è di 172 km. Non male pensando ad un e-scooter decisamente urbano.

Stile Mò e connettività

Come detto, design e funzionalità sono pressocchè identici a quelli del “fratello” 125. In particolare, confermate le tre modalità di guida (City, Sport ed Eco), la frenata rigenerativa con sistema combinato e la ciclistica. Nel sottosella c’è spazio per due caschi.

Puntando deliberatamente ad un pubblico di giovanissimi, il Seat MÓ 50 offre un apparato digitale specifico. La connettività è infatti garantita dall’immancabile App per smartphone, con cui gli utenti possono anche tracciare il proprio veicolo e ricevere tutti gli aggiornamenti che lo riguardano. Ci sono inoltre due porte USB per ricaricare il telefono.

Il nuovo Seat MÓ 50 è atteso nei concessionari nei primi mesi di quest’anno, in due colorazioni (Barcelona Grey e Tarifa Blue). Il prezzo sarà svelato a breve.

 

Mò 125 Performance, l’e-scooter da record

Pronto a sbarcare in strada anche il MÓ 125 Performance, presentato ufficialmente all’ultima edizione di Eicma.
Anche qui si aspettano notizie sul prezzo di listino, che dovrebbe essere di non molto superiore ai 6.750 euro del 125 “base”.

Particolarità: l’e-scooter potenziato ha già messo in mostra tutte le sue qualità, registrando sul circuito spagnolo di Zuera (Saragozza) due Guinness World Records. La più lunga distanza percorsa da uno scooter elettrico in 24 ore, sia in staffetta (1.430 km) che in solitaria (1.158 km).
Insomma, più di 2.500 km in 48 ore. Ed è uno scooter da città…

-Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it

Apri commenti

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome