Home Due ruote Snow Kit Solution: ora lo scooter elettrico va anche sulla neve

Snow Kit Solution: ora lo scooter elettrico va anche sulla neve

1
CONDIVIDI

Con la stagione invernale alle porte l’azienda romagnola Riminimoto rilancia il proprio kit che trasforma uno scooter da strada in scooter-slitta da neve. Un’invenzione divertente ora più che mai rivolta al mercato delle due ruote elettriche.

Nonostante l’originalità dell’oggetto in questione porti a pensare che siamo di fronte ad una novità assoluta, così non è. Anzi. Il kit che può trasformare un classico scooter da strada in una sorta di motoslitta da neve in Italia esiste già da 20 anni. Pensato, costruito e brevettato da un romagnolo doc di nome Gianfranco Elementi, titolare dell’azienda motociclistica Riminimoto, che si occupa di restyling e produzione di parti e accessori per le due ruote.

La novità, quella sì, è che oggi questo speciale equipaggiamento, denominato Snow Kit Solution (SKS) si rivolge, con rinnovato interesse, al mercato in ascesa degli scooter elettrici.

Una scelta “green” che nella testa di Gianfranco Elementi ha un duplice obiettivo. Far riemergere dal tepore un’invenzione, la sua, che per anni ha avuto un discreto successo ma che il periodo pandemico ha relegato un po’ nel dimenticatoio. E sostenere così, nel suo piccolo, una personale battaglia ambientalista per la riduzione delle emissioni.

E questo nonostante Gianfranco, ex pilota professionista di motocross, sia cresciuto tra motori e marmitte all’interno dell’officina del padre Giuseppe, detto Kociss. Il primo storico pilota in sella ad una Bimota nel Mondiale classe 350 del 1974.

Pattino all’anteriore e gomma chiodata al posteriore

Ma cos’è il kit S.K.S? Un’idea semplice e geniale allo stesso tempo, per trasformare un qualsiasi motorino in scooter-slitta, affinché possa viaggiare tranquillamente sulla neve o sul ghiaccio.
Il kit prodotto da Riminimoto – protetto da brevetto internazionale – consta di una tavola plurilaminata, a mo di pattino, con speciale attacco che sostituisce la ruota anteriore del mezzo e uno pneumatico a bassa pressione studiato con apposita copertura tassellata o chiodata (per il ghiaccio) da applicare alla ruota posteriore.

Una volta fissato l’equipaggiamento ad uno scooter, questo può essere utilizzato in ogni condizione di neve o ghiaccio sul terreno. Senza l’ingombro di cingoli (come avviene per le classiche motoslitte), mantenendo comunque caratteristiche di maneggevolezza e stabilità.

 

L’SKS negli anni ha trovato il suo impiego sulla stragrande maggioranza degli scooter in commercio. Richiesto soprattutto da privati per farne un uso prettamente ludico, questo kit originale ha avuto successo anche in diverse località sciistiche, italiane e non. Soprattutto tra le strutture alberghiere, che hanno pensato agli slide-scooters come un valido strumento di intrattenimento per i propri ospiti.

Ma non solo: questi speciali veicoli sono risultati molto efficienti anche negli spostamenti quotidiani degli addetti al controllo delle piste di sci alpino o sci di fondo. Come alle Olimpiadi di Torino 2006, primo grande evento internazionale in cui l’applicazione del kit dell’azienda romagnola ha riscosso successo.

Il kit ha avuto l’approvazione anche di alcuni testimonial di “peso”, campioni della MotoGp ma anche della Formula 1 che hanno testato gli scooter-slitta equipaggiati con SKS in vari eventi promozionali organizzati ad hoc.

La nuova frontiera elettrica

Completata una lunga gavetta, oggi Snow Kit Solution si apre definitivamente al mondo delle due ruote elettriche, la nuova frontiera, dopo che i primi riscontri positivi in questo settore negli anni pre-Covid sono stati di fatto azzerati dal successivo effetto negativo della pandemia.

Si tratta quindi di una ripartenza bella e buona, con nuovi orizzonti da scoprire. Grazie ad un ampio raggio di personalizzazione (si possono richiedere, ad esempio, modifiche al pattino anteriore o pneumatici posteriori di diverso diametro) il kit non ha problemi di “adattamento” sui mezzi a batteria. Tanto più che il contesto in cui gli scooter-slitta sono normalmente utilizzati – in mezzo alla natura, nel silenzio del sottobosco e tra la neve fresca – ne richiama in toto lo spirito ecologico.

Il prezzo varia a seconda della personalizzazione che viene richiesta: si parte da una base di 450 euro che può salire fino a 750. In più, c’è la possibilità anche solo di noleggiare il kit, a breve o lungo termine, così da ottimizzarne l’utilizzo nella sola stagione invernale.

L’inverno è alle porte e, neve permettendo, la possibilità di divertirsi con mezzi così originali, e magari anche a zero emissioni, è una valida alternativa alla classica sciata sulle piste. Dopotutto, esistono già le mountain bike elettriche che vanno sulla neve, perchè non puntare sugli scooter ora?

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

1 COMMENTO

  1. È sempre appagante vedere come l’ingegno e la creatività si possono applicare per rendere alcune esperienze meno impattanti a livello ambientale. Complimenti ai ragazzi di Rimini Moto che sono stati capaci di integrare una battaglia ambientalista con un prodotto innovativo come il loro SKS, rendendo ancora più appetibile la scelta di un mezzo elettrico, anche in pieno inverno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome