Home Auto Sarà Schuh (e.GO) l’Elon Musk d’ Europa?

Sarà Schuh (e.GO) l’Elon Musk d’ Europa?

0
CONDIVIDI
Guenter Schuh con la citycar elettrica e.GI Life, in vendita dall'aprile 2019.

Guenther Schuh, segnatevi questo nome. Ormai sono in tanti a pensare che sarà questo professore di ingegneria, tedesco, la risposta europea a Elon Musk.

Tutto nasce dalla vendita dello StreetScooter

Sì, la sua e.GO Mobile AG potrebbe diventare una replica della Tesla. Una start-up che spariglia le carte sul banco dell’automotive, ma con connotati più adatti al pubblico del vecchio continente. Se Musk si è concentrato su vetture di gamma alta, il professor Schuh si è dedicato invece a una citycar che debutterà l’anni prossimo. Ma come Musk, herr Guenther non è esattamente uno sprovveduto che vende solo speranze: alle spalle ha già una storia di successo, con la quale ha finanziato la nascita di e.GO.

Un video (in inglese) che spiega la filosofia di e.GO

Guenther Schuh (al centro) con due collaboratori.

È stato lui nel 2014 a cedere a Deutsche Post l’azienda produttrice dello StreetScooter, il van per consegne più venduto in Europa. Il principale operatore postale tedesco era alla ricerca di un veicolo ecologico e affidabile. E decise di acquistare tutto il pacchetto del veicolo progettato e costruito da Schuh. Un oggetto spartano, senza radio né aria condizionata, con una velocità di punta di 90 km/h. L’ideale per gli austeri postini della Deutsche Post, che ha alzato la produzione a 20 mila veicoli all’anno, iniziando a venderli anche a terzi.

Prepara una gamma di quattro modelli

Come Musk usò I soldi della vendita di PayPal per far nascere Tesla, così Schuh ha investito la sua fortuna nella e-GO. E non è stato solo: il produttore tedesco di componenti per auto ZF Friedrichshafen ha investito 135 million di euro in e.GO per promuovere un progetto congiunto di minibus a guida autonoma, senza conducente. E ora una grande banca, la HSBC Holdings Plc, ha raccolto altri 300 milioni di euro per sostenere il progetto di Schuh di arrivare a produrre un’intera gamma di quattro modelli. Il primo ad arrivare sul mercato, ad aprile,  sarà la e.GO Life, che  ha già 3.200 pre-ordini. Vaielettrico.it lo ha inserito nella lista dei 10 nuovi modelli elettrici più attesi del 2019 (qui l’elenco completo). E l’agenzia Bloomberg l’ha definita una versione squadrata della Fiat 500“.

Si comincia nel 2019 con la e.GO Life

La e.GO Life arà disponibile in diverse versioni (qui i dati tecnici), con un motore (fornito da Bosch) da 230 volt. La versione-base, la e.GO Life 20, da 15.900 euro, avrà un propulsore da 20 kW di potenza e pacco batterie da 14,9 kWh, con autonomia di 104 km. Un secondo allestimento, la e.GO Life 40, offrirà un’autonomia estesa, a 114 km, con batterie da 17,9 kWh. Prezzi a partire da 17.400 euro. La versione top si chiamerà e.GO Life 60, avrà un pacco-batterie da 23,9 kWh, un’autonomia più affidabile (154 km), con accelerazione da 0 a 100 in 3,2 secondi. Costerà 19.900 euro. Il professor Schuch conta di aumentare via via la produzione, fino ad arrivare a 100 mila pezzi all’anno nel 2022, prodotti nell’impianto di Aachen riciclato da una vecchia fabbrica di televisori. In Germania sono convinti che ce la farà. E anche la Borsa ci crede: l’azienda e.GO viaggia verso il miliardo di euro di quotazione.