Home Agenda eventi Salone Nautico Venezia, si vede anche un pochino di elettrico

Salone Nautico Venezia, si vede anche un pochino di elettrico

0
CONDIVIDI

Non è proprio una scossa, ma ci sarà anche un pochino  di elettrico al Salone Nautico Venezia che si terrà dal 18 al 23 giugno. Espongono i maggiori protagonisti italiani della nautica elettrica.

La location scelta per l’esposizione è il cantiere per eccellenza, la “culla” dove nascevano le navi che hanno reso nota e potente nel mondo la Repubblica Serenissima: L’Arsenale. Una vetrina che vuole dare lustro alla città e infatti hanno assicurato la loro presenza grandi cantieri a iniziare da tutti i marchi del Gruppo Ferretti.  C’è la grande tecnologia nautica, ma oggi le domande d’attualità sono ambiente e salute. In particolare a Venezia dove il forte inquinamento atmosferico ha portato alla nascita di comitati di cittadini che chiedono di respirare aria pulita. Ma il problema non è solo veneziano e un Salone più caratterizzato dal punto di vista ambientale avrebbe dato uno spessore più internazionale all’evento.

Si presenta il vaporetto elettrico “Liuto”

Il primo appuntamento è  fissato per sabato 22 giugno alle 10.30 sempre negli spazi dell’Arsenale con la presentazione  del progetto taxi ibrido. Il cantiere  Vizianello Spa, progettisti e tecnici discuteranno e presenteranno le nuove imbarcazioni nel campo delle propulsioni innovative. Le imbarcazioni saranno esposte in banchina. L’incontro è a cura di Nuvolari-Lenard  srl – Carlo Nuvolari-Duodo. Alle 11,30 via all’incontro “Progetto di mezzi di trasporto ibridi e presentazione del battello a idrogeno”. A cura di  Alilaguna Spa e Nuvolari-Lenard  srl – Carlo Nuvolari-Duodo.

Si prosegue nel primo pomeriggio, alle 14,30 sempre all’Arsenale, si alza il sipario sulla presentazione del vaporetto elettrico “Liuto” di Actv Spa.

Campioni nazionali e gli svedesi di  X Shore 

Il bacino acqueo di 50.000 e 6.000 metri quadrati di padiglioni, ospiteranno oltre 50 imbarcazioni dai 15 ai 50 metri e 100 espositori di imbarcazioni da diporto, dell’indotto e accessoristica. Per quanto riguarda l’elettrico sono presenti i maggiori protagonisti italiani ovvero Transfluid, Ecoline, Be Positive, Mitek e un campione internazionale come X Shore (guarda).

LEGGI ANCHE: Nautica elettrica: nel 2027 business da 20 miliardi di dollari