Home Auto Sale a 9 mesi il tempo per immatricolare col bonus

Sale a 9 mesi il tempo per immatricolare col bonus

2
CONDIVIDI
Sale a 9 mesi il tempo per immatricolare le auto elettriche con l’incentivo (3 o 5 mila euro). La carenza di auto da consegnare ha indotto il governo a intervenire. 
sale a 9 mesi
Michele Crisci, presidente dell’Unrae e da diversi anni n.1 Volvo Italia.

Sale a 9 mesi il tempo che può passare da ordine a consegna

Era evidente che 6 mesi di tempo, come previsto inizialmente dalla norma, erano troppo pochi. I concessionari non erano in grado di garantire che in 180 giorni avrebbero evaso gli ordini e molti potenziali clienti desistevano. Con l’articolo 40 del “DL Semplificazioni fiscali” (Decreto-Legge 21 giugno 2022, n. 73), il Governo ha dato seguito a una richiesta venuta da più parti. A partire dall’Unione dei costruttori Unrae e da tutta la filiera automotive. “Il termine di 180 giorni era insostenibile con la perdurante crisi delle catene di fornitura globali, che stanno rallentando pesantemente i tempi di produzione dei veicoli”, spiegano dall’Unrae. “I 270 giorni, benché inferiori ai 300 richiesti, sono senz’altro un termine più adeguato alla reale situazione,. Termine che fa uscire operatori e consumatori da una estrema incertezza sull’effettiva possibilità di fruire degli incentivi“.
sale a 9 mesi
Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo Economico.

“E ora includere anche il noleggio negli incentivi”

“Desideriamo ringraziare il Ministro Giorgetti, il MiSE e il Governo tutto, per aver accolto questo appello“, aggiunge l’Unrae. “La misura che va nella giusta direzione per il buon funzionamento dell’ecobonus. L’auspicio adesso è che si proceda anche verso l’allargamento della platea dei beneficiari alle persone giuridiche, escluse unicamente per motivi di budget. Includendo le vetture aziendali e i noleggi, in particolare il noleggio a lungo termine a privati, traino indiscusso della transizione ecologica nel mercato auto”. Proprio l’esclusione delle società dagli incentivi 2022 è all’origine del ricorso all’Antitrust presentato dall’Aniasa, l’associazione dei noleggiatori. L’Aniasa lamenta effetti ‘discriminatori’ generati dalla normativa (DPCM del 6 aprile scorso) che esclude dalla platea dei beneficiari le aziende. E, in particolare, il noleggio veicoli“. Difficile però che il governo decida di metter mano a questo aspetto prima del nuovo anno.
Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Qualcuno ha capito il senso di mettere questa clausola di 6 mesi (ora 9 mesi)? perchè non 8 o 10. Qualcuno al ministero ha tirato un dado ?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome