Home Nautica Dalla vela ai gommoni con Pulse 63: 23 nodi, scafo da...

Dalla vela ai gommoni con Pulse 63: 23 nodi, scafo da bottiglie di plastica

0
CONDIVIDI
gommone elettrico

Da RS Sailing a RS electric boat con Pulse 63, dalla vela ai gommoni. Il marchio inglese è sempre sull’onda e guarda al mercato green. Hanno  successo le piccole barche a vela sportive e leggere (qui), desta attenzione la gamma di gommoni performanti dedicati al lavoro, allo sport, al divertimento e come tender per super yacht. L’ultimo è il Pulse 63  che vola a 23 nodi con lo scafo costruito con bottiglie di plastica riciclate. 

gommone elettrico
In evidenza il sistema di propulsione e alimentazione di Pulse 63

Il buon vento con la vela, la velocità con i gommoni

Le vele di RS Sailing – 25 anni di storia velica – sono piaciute anche ai giovani, a iniziare dagli atleti. Le campionesse che hanno fatto da testimonial ovvero Margherita Porro e Sofia Leoni. La forza del vento e il motore elettrico Torqeedo. Quando serve. E dalla vela il tuffo produttivo ai gommoni con RS Electric Boats.  Il 5 maggio sulla pagina Facebook l’annuncio. “Vi presentiamo il NUOVO Pulse 63 di RS Electric Boats… Un’evoluzione del Pulse 58“.

Cosa c’è di nuovo? “Una forma più efficiente e più spazio a bordo, poi un PDU all’avanguardia per prestazioni dinamiche e un pacco batteria Hyperdrive da 46 kw che fornisce fino a 400 v di potenza al cerchio hubleless RAD“. Il gommone Pulse 63 è  lungo 6,3 per 2,3 metri e pesa di 610 chili. Interessanti le prestazioni: 23 nodi per un’autonomia da 100 miglia. Più nello specifico la relazione tra autonomia e velocità: a 5 nodi sono 100Nm; 10 nodi per 70Nm; 15 nodi per 45Nm; 20 nodi per 25Nm. Può accogliere fino a 8 passeggeri.

gommone elettrico
Un particolare del motore: la trasmissione a cerchio

Per la propulsione elettrica RS ha sviluppato l’E-40 Electric Hubless Rim Drive. Una soluzione molto particolare da 40 kW (l’azienda dichiara l’equivalenza ai 50 CV) e una trasmissione a cerchio. Un sistema integrato nello scafo del gommone. Tanta l’elettronica avanzata sviluppata con  RAD che mette a disposizione funzionalità differenti: analisi dei dati basata su cloud, geofencing e l’impostazione di diversi limiti di velocità.

L’alimentazione è assicurata da un pacco batteria da 46 kWh e  da RS fanno sapere che sono fornite “da un affermato fornitore automobilistico e sigillate con grado di protezione IP54“. Sul fronte sicurezza sottolineano che le batterie del pacco “sono conservate in una scatola appositamente progettata per prevenire la contaminazione da umidità“. “Ogni batteria è controllata, condizionata e gestita individualmente dalla PDU (Power Distribution Unit) sviluppata da RS“.  Tempi di ricarica? Sono 8 ore in modalità lenta, 50 minuti con una fast.

gommone elettrico
Le batterie del gommone

Quattro modelli di Pulse 63

A RS sono molto pratici e con una curata strategia di marketing. In catalogo hanno quattro modelli che si adattano a quattro interessanti nicchie di mercato differenti. Quelle più interessanti per il mercato della nautica elettrica. A iniziare dal tender per superyacht molto richiesti da chi vuole godere del mare pulito e cristallino delle aree di mare protette e regolamentate dove si può transitare solo con la propulsione elettrica. Un altro modello è quello delle barche da lavoro ideali soprattutto per chi lavora in un marina o in porto turistico dove l’assistenza si presta anche nella notte e quindi è necessario navigare con il maggior silenzio possibile. Un’altra funzione è quella di coach boat come barca di assistenza per regate e altre manifestazioni sportive. Infine come gommone da leisure sport.

Pulse 63: scafo da bottiglie di plastica

gommone elettrico
Pulse 63

Emissioni zero e zero sversamento di idrocarburi in acqua – aspetto poco studiato ma con un grosso impatto sull’ecosistema -, ma il bilancio energetico conta anche sulla materia prima utilizzata per la costruzione dello scafo: bottiglie di plastica. “L’impronta di carbonio della Pulse 63 è estremamente bassa. Inoltre, lo scafo è impilabile per ridurre la sua impronta di carbonio nel trasporto e tutti i materiali sono riciclabili. E dove le emissioni non possono essere evitata, RS Electric Boats sta lavorando per ridurre gli sprechi attraverso il programma di analisi MarineShift360“. In particolare sui materiali: “Resina epossidica infusa a base biologica, materiale d’anima PET riciclato e fibre di lino e basalto di origine naturale”.

 Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratis alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome