Home Tecnologia & Industria Rivoluzione in casa Torqeedo: fuori il fondatore Ballin

Rivoluzione in casa Torqeedo: fuori il fondatore Ballin

1
CONDIVIDI
Ballin Torqeedo
Il fondatore del marchio tedesco

Christoph Ballin, fondatore della casa di motori marini elettrici Torqueedo, fuori dalla società. L’Elon Musk della nautica elettrica, così è stato spesso definito, esce praticamente di scena dal marchio tedesco che ha festeggiato di recente i suoi 15 anni e la vendita di 100mila motori elettrici nel mondo. Ballin resterà nell’orbita della sua creatura, acquisita dalla multinazionale Duetz, in qualità di consulente nell’advisory board.

Ballin lascia ogni responsabilità operativa

In sostanza Ballin non ha più alcuna responsabilità operativa nell’azienda. Nel comunicato del Gruppo Deutz si leggono i convenevoli del caso: “Vorremmo ringraziarlo per tutto ciò che ha fatto per Torqeedo e, di conseguenza, per DEUTZ. Siamo lieti che continuerà ad aiutarci nella sua veste di componente dell’Advisory Board“.

Pace e amore e si apre una parentesi, ma senza dettagli, sui prossimi passi del manager: “In futuro sarà in grado di dedicare tempo a nuovi ruoli al di fuori di Torqeedo“. Il suo destino professionale non è ancora chiaro. Anche Frank Hiller, Amministratore delegato di DEUTZ sarà consulente nell’Advisory Board.

Poteri a Ralf Plieninger e Michael Rummel

Ralf Plieninger

L’opera di ristrutturazione significa nuovi ruoli, funzioni e poteri per Ralf Plieninger e Michael Rummel. Come si legge nel comunicato: “Ralf Plieninger è in Torqeedo dal 2012. Il suo ruolo all’interno del nuovo team di gestione prevede la presa in carico di tutte le questioni tecniche, tra cui ricerca e sviluppo, approvvigionamento, qualità e produzione. Supervisionerà anche le strutture operative e i processi e sarà responsabile della loro continua ottimizzazione“.

 

Michae Rummel
Michae Rummel

Per quanto riguarda Michael Rummel, amministratore delegato di Torqeedo dal novembre 2019 e responsabile della finanza, della rendicontazione e delle prestazioni aziendali, con particolare attenzione al miglioramento della redditività: “In futuro, si occuperà anche delle vendite, dell’assistenza, del marketing, delle risorse umane, dell’informatica e delle filiali internazionali“.

Il commiato di Ballin

Anche se resta in casa come consulente le parole del fondatore sono un vero e proprio commiato: “Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a rendere Torqeedo quello che è oggi: il leader di mercato per le unità elettriche marine. Vorrei anche ringraziare tutti i membri del team Torqeedo e tutti i nostri partner esterni che ci hanno aiutato a raggiungere questo successo. I tempi più entusiasmanti per il trasporto elettrico sono davanti a noi“.

LEGGI ANCHE: Sul lago Balaton i motori elettrici delle barche parlano italiano

1 COMMENTO

  1. Possiamo ringraziare Christoph Ballin per il fatto che ha creato una vera gamma di prodotti bene articolata
    con un ottima imagine

    Sono sicuro che il suo apporto potra essere prezioso a Deutz perche non sarrebbe prudente per questi ultimi non staccarsi troppo dal imagine del ideatore del marchio

    Apple ha conosciuto un periodo di 10 anni senza Steve Job che non e stato il periodo piu creattivo del marchio

Comments are closed.