Home Batterie Riciclo batterie, se ci provassimo con gli ultrasuoni?

Riciclo batterie, se ci provassimo con gli ultrasuoni?

0
CONDIVIDI

Un nuovo sistema di riciclo delle batterie agli ioni di litio basato suglio ultrasuoni potrebbe aiutare a recuperare e riutilizzare tutti i materiali, a fine vita, con minori passaggi e minor dispendio di energia. La tecnica è stata sviluppata da scienziati dell’Università di Leicester e dell’Università di Birmingham, nell’ambito del progetto ReLiB (Recycling of Lithium-ion Batteries) della The Faraday Institution, con sede nel Regno Unito. Un articolo sulla ricerca è stato recentemente pubblicato sulla rivista Green Chemistry .

riciclo batterie ultrasuoni

I processi di riciclaggio esistenti implicano che le celle batteria a fine vita siano passate per un  trituratore o poste in un reattore ad alta temperatura (processo pirometallurgico. Un secondo processo cosiddetto idrometallurgico, oggi in fase di sviluppo, utilizza solventi a bassa temperatura. Ma è molto complesso e antieconomico.

LEGGI ANCHE: Che fine fanno le batterie?

Avete presente dal dentista…?

Secondo la Faraday Institution, tali approcci non solo sono fisicamente e chimicamente complessi, ma sono anche ad alta intensità energetica, inoltre sono inefficienti nel raccogliere materiali riutilizzabili dalle batterie.

La nuova tecnica di riciclo delle batterie prevede che gli elettrodi in lamina di metallo delle celle agli ioni di litio siano trattati con ultrasuoni. Gli impulsi di ultrasuoni focalizzati sono emessi da un  dispositivo noto come sonotrodo. In questo modo i rivestimenti degli elettrodi di materiali attivi si delaminano dalla base di alluminio o rame sottostante.

riciclo batterie ultrasuoni

Ricilo batterie ad utrasuoni 100 volte più veloce

«Funziona essenzialmente allo stesso modo del decalcificante ad ultrasuoni di un dentista, rompendo i legami adesivi tra lo strato di rivestimento e il substrato» afferma lo scienziato capo, il prof. Andy Abbott di U. Leicester. «È probabile che l’uso iniziale di questa tecnologia reimmetterà i materiali riciclati direttamente nella linea di produzione delle batterie. Questo è un vero momento di svolta nel riciclaggio delle batterie».

L’istituto di Faraday sta attualmente negoziando con diverse aziende di riciclaggio e produttori di batterie, con l’obiettivo di ottenere una licenza commerciale per il sistema. I piani prevedono l’installazione di un dimostratore tecnologico in un sito industriale entro la fine dell’anno.

—Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome