Home Vaielettrico risponde Ricaricare sempre nelle fast fa male alle batterie?

Ricaricare sempre nelle fast fa male alle batterie?

11
CONDIVIDI
Ricaricare sempre nelle fast fa male alle batterie? Coi rincari dell’energia Michele trova più conveniente più ricaricare nelle colonnine veloci che a casa. Ma ha il dubbio che…Vaielettrico risponde. I quesiti vanno inviati a info@vaielettrico.it

Ricaricare sempre nelle fast Ricaricare sempre nelle fast…/ Con l’abbonamento flat conviene più che a casa

Sono proprietario di una Volkswagen ID.3 dal giugno 2021. Ho sempre ricaricato la mia auto comodamente a casa nel mio garage. Da un paio di mesi, visto l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica, ho deciso di attivare un abbonamento flat con prezzi al kWh nettamente più convenienti. Così da fare almeno il 50% delle ricariche fuori casa. Purtroppo nel paese in cui abito non c’è nessuna colonnina pubblica e per ricaricare in città mi affido alle fast. Tuttavia mi chiedo: quanto si può rovinare la batteria dell’auto continuando con le ricariche veloci? Complimenti per la vostra pagina“. Michele Conti 
Ricaricare sempre nelle fast
Frank Blume, top-manager Volkswagen, con la cella di una batteria.

Che cosa consiglia  Volkswagen per far durare le celle

Risposta. Questo impazzimento nei costi dell’energia costringe a comportamenti fino a poco tempo fa impensabili. Per molti utenti, come Michele, ricaricare alla colonnina ad alte potenze costa meno che a casa coi normali 3 kW. Ma veniamo alla domanda. In effetti l’ideale per la salute delle batterie sarebbe ricaricare normalmente a basse potenze, in AC. Utilizzando saltuariamente fast e super-fast, in genere per i lunghi viaggi. Questo è quel che dice Frank Blume, top manager della Volkswagen, in un’intervista rintracciabile sul sito media del costruttore. Alla domanda sulla durata delle batterie, Blome risponde: “ll nostro obiettivo è sempre che le nostre batterie durino quanto le auto. Garantiamo una capacità minima del 70% per 8 anni o 160.000 km. Ma anche i conducenti possono influenzare la durata della vita utile di una batteria. La ricarica normale è migliore per le batterie rispetto alla ricarica rapida e anche la ricarica delle batterie fino all’80% anziché al 100% ne aumenta la durata“. E in genere gli esperti consigliano anche di evitare di lasciare l’auto ferma a lungo con batteria sotto al 20%.

— Leggi anche:Ricaricare sempre nelle fast sei errori da evitare per far durare le batterie dell’auto

 

Apri commenti

11 COMMENTI

  1. Quando leggo di questi “comportamenti” per contrastare gli aumenti dell’energia mi chiedo sempre: ma, anche a fronte degli aumenti, se avessi avuto un auto a benzina, diesel, metano, gpl, … mi sarebbe costato di più o di meno?
    Nei miei conteggi l’auto elettrica mi costa cmq di meno rispetto a fare gli stessi km col diesel o col metano… per cui non mi pongo il problema e ricarico dove sono più comodo.

  2. Secondo me vi fate troppe pare inutili. L’esempio è una tesla di un conoscente che ha girato come un matto (oltre 30 mila km anno) e ricaricato al 90% ai supercharger. Risultato del test batteria è che era presa meglio di altre caricate al 90% in ac. Vale la vita reale, non le teorie.

    • Esatto. Anche perchè in DC l’auto accetta in ingresso la potenza che le batterie possono sostenere in base a temperatura e % di ricarica. Quindi al limite ricaricherai più lentamente ma non c’è rischio di “sparare” 200kW in una batteria fredda, rovinandola.

      • il problema è che su tesla possiamo contare su un’elettronica e una climatizzazione della batteria sofisticata e collaudata da quasi 15 anni di esperienza sul campo

        possiamo dire lo stesso delle altre , di cui molte non hanno nemmento la pompa di calore
        ma solo un raffreddamento passivo ?

  3. 70% in 8 anni vuoldire che é meglio prendere le 64KW o le 77KW invece delle 40 KW.

    Oppure dopo 150.000 Km rischi di avere una citycar se gli levi un 20% ad una 40Kw.

    E qui la seconda domanda le LFP fanno più cicli delle MCN?

    La domanda é sempre MG4 oriented.

    • Anche la mia risposta è “MG4 oriented” visto che stavo pensando di prendere la standard con le LFP. La risposta è che le LFP “durano” di più delle NMC ..ed inoltre puoi caricarle tranquillamente al 100% ..ed è proprio questo il motivo per cui prenderei la standard (unito al fatto che non faccio spesso viaggi da più di 400km). Penso che nell’utilizzo quotidiano ..ad esempio tra 6 e più anni, la standard anche con una batteria più piccola, considerato il minor degrado della stessa e la possibilità di caricarla al 100% farebbe più “al caso mio”

    • 70% è il limite sotto al quale la batteria è sostituita in garanzia, in genere il degrado è decisamente inferiore. I dati più completi sono per ovvie ragioni quelli disponibili per le Tesla model S e X:

      https://electrek.co/2020/06/06/tesla-battery-degradation-replacement/

      Le celle LFP sono in genere in grado di sopportare un numero maggiore di cicli di carica/scarica, oltre ad accettare di essere sempre caricate al 100% (per le NMC invece è meglio non ricaricare, se non occasionalmente, al 100%)

    • Non credo che le case automobilistiche lavorino con garanzie sul filo del rasoio, secondo me sanno benissimo che al 70% non ci arriveranno mai, altrimenti dovrebbero sostituire i moduli batteria guasti, quindi si terranno ben lontani da quel valore, probabilmente sanno per certo, se non in sfortunati casi, che le batterie non vanno sotto 80%. Qui https://ev-database.org/car/1707/MG-MG4-Electric-51-kWh dicono che la versione MG4 con batteria da 50,8 kWh netti sul ciclo misto fa un minimo di 255 km reali, se arrivasse all’80% ne farebbe 200. Certo che se hai il posto di lavoro a 100 km e non hai possibilità di ricaricare in sito a quel punto l’auto diventerebbe scomoda da gestire.

    • Sì, fanno più cicli ma avendo nella MG4 una autonomia inferiore, anche quando la NMC arriva a fine vita ha ancora un range superiore alle LFP. In pratica si “brucia” più velocemente il vantaggio in termini di range ma siccome parte da un vantaggio enorme (450 km vs 350 km) anche se si degrada di più resta comunque sopra alle LFP.

      • Si Enzo, ma guardando l’utilizzo reale di tutti i giorni dei primi 5 anni di vita avere sempre l’auto anche carica al 100% e non dover avere sbattimenti del 20/80% credo sia più facile e pratica la LFP… se hai un garage la puoi sempre tenere al 100% mentre le NMC saranno all 80% quindi pressoché con la stessa autonomia…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome