Home Alla ricarica Ricarica nelle stazioni: 600 colonnine da Stellantis e TheF

Ricarica nelle stazioni: 600 colonnine da Stellantis e TheF

1
CONDIVIDI

Ricarica nelle stazioni ferroviarie: Stellantis e TheF Charging installeranno 600 punti di ricarica, grazie a un accordo con Metropark, società del Gruppo FS.

ricarica nelle stazioni
Una ricarica di TheF Charging (foto dal sito).

Ricarica nelle stazioni: interessati 50 scali italian

Le ricariche saranno disponibile nei parcheggi delle stazioni per tutti i mezzi elettrici, ma con vantaggi per i possessori di veicoli Stellantis (Fiat, Peugeot, Alfa, Citroen ecc.).  E saranno alimentate da energia 100% rinnovabile. Nel comunicato diffuso da Stellantis non si fa cenno alla potenza di ricarica, ma dall’immagine si desume che si tratti di colonnine ad alta potenza. I parcheggi di Metropark interessati saranno 50, presso stazioni diffuse su tutto il territorio italiano. L’accordo aggiunge un nuovo tassello alla partnership siglata a ottobre tra Stellantis e TheF Charging per la realizzazione in Europa di un network di ricarica pubblico. I due partner hanno identificato oltre 1.000 proprietari o gestori di locations in grado di offrire soluzioni di ricarica pubblica. Dando priorità a spazi nei centri città, alle strutture dedicate ai bisogni primari (ospedali, scuole) e  ai trasporti (aeroporti, stazioni ferroviarie, porti). Oltre che al tempo libero (shopping center, centri sportivi, hotel, ristoranti) e alla grande distribuzione.

ricariche nelle stazioni
Una 500 elettrica in ricarica a Torino Porta Susa (foto: Leasys).

I precedenti di Leasys e della Mediopadana di Reggio Emilia

Un progetto di installazione di ricariche nelle stazioni era stato annunciato un anno e mezzo anche da una società del Gruppo Stellantis, Leasys. Partendo da Torino Porta Susa, con l’idea di estendere la disponibilità delle colonnine anche nelle stazioni di Milano, Bologna, Roma, Napoli e Palermo. In quel caso si parlava però di ricariche in AC da 22 kW al servizio delle auto da noleggiare una volta scesi dal treno. Qualche settimana fa, invece, l’installazione di 20 punti di ricarica è stata annunciata dalla società che gestisce l’area di sosta della stazione AV Mediopadana di Reggio Emilia. Si tratta del Terminal One, una struttura con circa 1.400 posti auto, costruita in meno di 20 mesi. In quelcaso il core business del nuovo parcheggio è il pagamento  della sosta, mentre la ricarica è solo un servizio aggiuntivo, per attrarre clienti con auto elettriche e plug-in. La ricarica è gestita da Emobitaly Charging Operator & Service Provider, per e-Mobility Italy.

Apri commenti

1 COMMENTO

  1. Sempre buone notizie, vedo che finalmente anche le case costruttrici cominciano a seguire l’orma e l’orientamento al elettico

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome