Home Alla ricarica Ricarica mobile col robot: ecco il prototipo Volkswagen

Ricarica mobile col robot: ecco il prototipo Volkswagen

1
CONDIVIDI
La ricarica mobile con un robot che si sposta verso l'auto è studiata per i garage multipiano.

Ricarica mobile tramite robot, ecco il prototipo messo a punto da Volkswagen Group Components per spazi ristretti come i garage sotterranei.

Ricarica mobile ideale per i parcheggi multipiano

“Un’infrastruttura di ricarica diffusa è un fattore chiave per il successo dell’e-mobility. Il nostro robot è solo uno fra i diversi approcci, ma è senza dubbio uno dei più visionari” spiega Thomas Schmall, CEO di Volkswagen Group Components. Il robot per rifornire i veicoli elettrici – avviato tramite app o protocollo Car-to-X – lavora in completa autonomia. Si dirige verso l’auto e comunica con questa: dall’apertura dello sportellino che dà accesso alla presa alla connessione della spina, fino al disaccoppiamento.

L’intera ricarica, come mostra il video sopra, si svolge senza interazione umana. Per occuparsi di diversi veicoli contemporaneamente, il robot mobile sposta un rimorchio, praticamente un accumulatore mobile, verso il mezzo. Poi lo connette e lo utilizza per caricare la batteria. L’unità di stoccaggio dell’energia rimane con la vettura durante il processo di ricarica; nel frattempo il robot si occupa di altri veicoli. Secondo la VW, questa soluzione permetterà ai gestori di parcheggi, anche multipiano e sotterranei di ‘elettrificare’ in modo semplice ogni posto auto. Riducendo i lavori di costruzione e i costi.

Sul mercato già nel 2021, “a costi competitivi”

la ricarica mobile

la ricarica mobile

Stiamo sviluppando soluzioni per aiutare a evitare singoli interventi costosi“, spiega ancora Schmall. “Il robot e la nostra stazione flessibile di ricarica rapida sono soltanto due esempi”. La Divisione al momento è al lavoro su una gamma di prodotti completa per la ricarica in corrente continua. La stazione flessibile sarà lanciata sul mercato all’inizio del 2021, dopo aver raggiunto con successo lo status di prototipo. Uno dei requisiti per la maturità di mercato è la comunicazione Car-to-X per agevolare il processo autonomo di ricarica.  “La realizzazione di un’infrastruttura di ricarica è un requisito fondamentale, ma deve essere guidata dalla domanda ed essere efficiente” continua Schmall. “Le nostre soluzioni non si concentrano solamente sulle necessità dei clienti e sui requisiti tecnici dei veicoli elettrici. Tengono in considerazione anche le possibilità economiche che offrono a potenziali partner”.

 

la ricarica mobile— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

 

 

 

 

1 COMMENTO

  1. In questo modo si risolverebbe il problema delle postazioni di ricarica nei parcheggi che spesso vengono occupate abusivamente.
    Immaginiamo quante ne serviranno tra 5 anni….
    Questa soluzione mi sembra decisamente più pratica e flessibile.
    Robottini e stazioni mobili potrebbero venire spostate da parcheggio a parcheggio per incrementare e ridurre la disponibilità, seguendo la richiesta presunta. Es. Ikea il sabato e la domenica.

Comments are closed.