Home Alla ricarica Arena del Futuro, la ricarica in movimento strega l’Europa

Arena del Futuro, la ricarica in movimento strega l’Europa

2
CONDIVIDI
ricarica in movimento

Arena del Futuro, con il suo progetto  DWPT (dynamic wireless power transfer) o ricarica ad induzione in movimento e dinamica, è protagonista in Europa. Una delegazione di A35Brebemi-Aleatica, che l’ha ideata, ha incontrato i membri del Parlamento europeo di Strasburgo. E, a Bruxelles, ha polarizzato l’interesse del summit  ASECAP, l’Associazione europea delle società autostradali di 22 paesi europei.

Fra le sperimentazioni in corso, quella dell’Arena del Futuro a Chiari, Brescia, è la più promettente e allo stato più avanzato. E’ ritenuta  la tecnologia in grado di migliorare la fruibilità della mobilità elettrica sulle medie-lunghe  distanze e di risolverne alcune criticità. Diffondendosi  perciò su scala globale.

.

ricarica in movemento
Arena del Futuro: la posa delle spirali nell’asfalto che consentono la ricarica dei veicoli elettrici in movimento.

Agli incontri di Starsburgo e Bruxelle hanno partecipato il Presidente di A35 Brebemi Francesco Bettoni, il Direttore Generale Matteo Milanesi, il  Presidente Diego Cattoni e il Direttore Generale Massimo Schintu per AISCAT.

Il progetto Arena del Futuro sfrutta la tecnologia di ricarica ad induzione, che permette ai veicoli elettrici di incamerare energia elettrica in movimento su corsie dedicate grazie ad un innovativo sistema di spire posizionate sotto l’asfalto.

Primi test positivi: può diventare modello globale

I test già effettuati in Arena, hanno spiegato i vertici di A35 Brebemi, stanno confermando i vantaggi di questo sistema.  Aleatica, l’operatore globale nel settore dei trasporti che controlla A35 Brebemi, è all’avanguardia nello studio di infrastrutture intelligenti, sicure e sostenibili, Sta incoraggiando e coordinando il progetto al quale partecipano primarie aziende italiane.

ricarica in movimento

Tre i più significativi vantaggi emersi dallo studio in corso. Una maggior efficienza energetica del veicolo grazie alla ricarica in viaggio. La riduzione del volume delle batterie nei veicoli senza impattare sulla capacità di carico merci e persone. Un aumento della vita media della batteria grazie alle ricariche ad intervalli durante il giorno.

Una volta a regime l’Europa potrebbe essere, anche in questo caso, la capofila della rivoluzione mondiale nell’ambito della mobilità. Il sistema del progetto A35 Brebemi-Aleatica, infatti, potrà contribuire a migliorare la qualità del viaggio, con  una sensibile riduzione dei tempi di sosta per ricarica legata alla combinazione ottimale tra diversi sistemi di ricarica.

Tutti questi obiettivi sono raggiungibili anche grazie alle innovative tecnologie offerte dal 5G e dalle soluzioni applicative basate sull’Intelligenza Artificiale, che faciliteranno lo scambio di informazioni tra il veicolo e le piattaforme di gestione, aumentando la sicurezza stradale e l’efficienza degli spostamenti.

-Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it-

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Faccio il tifo e spero in sviluppi rapidi.
    Senza il dwpt la mobilità eletterica sarà sempre (o comunque per lungo tempo) qualcosa a cui manca uno a fare due. Con il dwtp l’impressione è che si possa veramente mettere il turbo. Elettrico ovviamente. 😂

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome