Home VaiEnergy Ricarica HPC a 0,55 al kWh in Liguria

Ricarica HPC a 0,55 al kWh in Liguria

14
Charxcontrol

Ricarica HPC a 0,55 al kWh in Liguria, a Vado, con energia green. Ricarica è anche il nome della società che gestisce la colonnina, vicino all’uscita della A6.

Ricarica HPC a 0,55
Il parco eolico Rocche Bianche, tra Quiliano e Vado Ligure.

Ricarica HPC a 0,55: “Tutta energia green dal parco eolico Rocche Bianche”

Lo slogan è: “Ricarica si muove contro corrente!“. Spiegando che “la primastazione pubblica in Italia direttamente collegata ad un parco eolico abbassa le tariffe per andare in contro alle esigenze dei guidatori di veicoli elettrici. Quindi energia 100% green e a km zero, al costo di 0,55 euro al kW/h per una ricarica sostenibile, anche economicamente, nei mesi di giugno, luglio e agosto 2024″. Inaugurata nel 2022, la Stazione di Vado Ligure, in via Piave 114, è a tre chilometri dall’uscita autostradale di Savona, dove si intersecano le autostrade A6 (Autostrada dei Fiori) e A10 (Torino-Savona). Le sue colonnine  da 75 kW e da 350 kW sono alimentate dal vicino parco eolico “Rocche Bianche”, operativo dal 2021 tra i comuni di Quiliano e Vado Ligure.

“Sopra i 100 kW abbiamo la tariffa meno cara d’Italia”

Vogliamo andare incontro ai guidatori elettrici in Liguria. Abbiamo visto lo scorso anno quanti veicoli hanno transitato dalla nostra Stazione“, spiega Cesare Fera, patron di Ricarica e presidente del Gruppo FERA. “Molti erano stranieri, felici di scoprire delle ricariche 100% green e con potenza fino a 350 kW. Dalla Stazione si vede il parco eolico che la rifornisce di energia pulita. E quest’anno la nostra tariffa è la meno cara d’Italia per le colonnine ultra fast sopra i 100 kW.” Aggiunge Ugo Salvoni, Project Manager di Ricarica  “Lo scorso maggio abbiamo finalmente ricaricato uno dei pochi camion 100% elettrici che transitano in Italia e la nostra colonnina è arrivata alla potenza di erogazione di 347 kW. I veicoli elettrici non inquinano e fornire loro energia 100% verde e a km zero è il nostro principale intento. Questa è la prima di una serie di Stazioni che vogliamo realizzare in Italia e all’estero”.

– Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico

Apri commenti

14 COMMENTI

  1. “Sopra i 100 kW abbiamo la tariffa meno cara d’Italia.”
    Vabbè Vadoelettrico, in A22 sono 0.43 €/kWh alle HPC da 180 kW, 38 cent. in quelle da 50 kW.

  2. Un paio di precisazioni sull’articolo, se si è di passaggio sulla A10 (Genova – Ventimiglia) o arrivati a Savona dal Piemonte con la A6, bisogna uscire al casello di Savona e procedere sulla strada a scorrimento veloce in direzione Vado ligure per poco più di 3km, circa 5min. Attenzione, sulla suddetta strada c’è un autovelox con limite fissato a 70kmh.
    Le colonnine e i SuC (12 stalli V3), si trovano all’interno di un piazzale nell’area industriale/artigianale di Vado, non ci sono indicazioni sulla strada, per raggiugerlo meglio affidarsi ad un navigatore ricercando “Tesla Supercharger Vado Ligure”.

    Il luogo è un po’ isolato ma ben illuminato; a disposizione degli utenti sono presenti i bagni, una saletta di attesa e un distributore automatico di bibite e snack.

    Le colonnine di Ricarica sono dotate di Pos per pagare direttamente con carte di credito, ma in loco non è specificato il costo al Kwh. In alternativa si possono attivare SOLO con la app Nextcharge, purtroppo…

  3. 0.55 a Kw per un consumo di circa 12kw per 100km per una dacia spring (che è quella che consuma meno di tutte) fanno circa 6.6 euro, confrontando una citycar equivalente a GPL (lancia y 1200) ho un consumo di meno di 5 euro per 100km, se a questo aggiungiamo una autonomia molto superiore e una ricarica in 2 minuti e delle velocità superiori.. bhe direi che non c’è confronto. Al solito si torna sempre sullo stesso punto: l’auto elettrica conviene per chi può ricaricare a casa!!! 0.55 lo si fa quando proprio a casa con la carica residua non ci arrivi non è una “alternativa” alla ricarica casalinga.

    • la Spring consuma poco in città perchè è leggera, ma non è efficente come inveter/motore (probabilmente tra le peggiori) e neanche come aerodinamica

      Opel E-Corsa versioni aggiornate pare nell’uso reale non autostradale siano su circa 12kw per 100km, e persino le grosse Testa, sui 13kw per 100km, già così il conto un po’ cambia

      il GPL non piace a tutti, lo usavo molto ma nella mia esperienza alcuni impianti nascono sfortunati; può essere una scelta in questo momento di passaggio, specie per non comprare un’auto nuova, fare un installazione su un’auto usata ma solo se ancora in ottimo stato sennò il motore non regge alla conversione;
      e lasciando stare il discorso CO2 o potenza e guidabilità dell’auto

    • Come hai detto tu, la Dacia Spring la puoi caricare anche a casa (se possibile) quando non la usi, spendendo molto meno di 5€ x100km, risultando più comodo e conveniente del GPL.

      Sappi che in Liguria, e penso pure altrove, ci sono molte più colonnine di ricarica distribuite sul territorio che distributori di GPL. In tutta la regione Liguria ci sono 39 distributori di GPL e solo 11 di Metano.

    • Beh certo, una citycar GPL in autostrada costa meno di una citycar elettrica in autostrada.
      Strano che il paragone non le suoni strano.
      In tal caso comunque la mia bicicletta muscolare arriva a 50 km/h nelle lunghe discese.

  4. Non so chi sia arrivato prima, fatto sta che nello stesso piazzale ci sono sia Ricarica (2 HPC CCS 350 kW, 1 DC CCS/Chademo 75 kW e 1 wallbox da 4 kW gratuita), sia un SuC Tesla da 12 colonnine aperto anche alle auto diverse da Tesla. Da paura!

    • Sì, per chi è di passaggio su quella tratta è un’ottima idea programmare la ricarica lì. Anche fossero occupate le colonnine da 0,55 € ci sono quelle Tesla comunque a buon prezzo.

Rispondi