Home Vaielettrico risponde Revisione Tesla, mi devo preoccupare?

Revisione Tesla, mi devo preoccupare?

5
(credit foto: Tesla.com).
Charxcontrol

Revisione Tesla, mi devo preoccupare? Andrea, un lettore, è prossimo alla scadenza del controllo obbligatorio, ma i Centri sono attrezzati per un’elettrica? Vaielettrico risponde. L’indirizzo per scriverci è info@vaielettrico.it .

revisione TeslaRevisione Tesla: i Centri specializzati sono in grado di trattare un’auto elettrica?

“Complimenti scontati, ma ve li faccio volentieri. Sono giunto al quarto anno di possesso della mia Tesla e devo affrontare la revisione. Sono un po’ preoccupato di mettere in mano un’auto elettrica a un Centro Revisioni, abituato a trattare le auto termiche, viste le prove da effettuare per superare il test. Come per esempio il banco rulli. Tesla pare non abbia centri revisione approvati, né abbia indicazioni da dare per affrontare la revisione. Ci sono effettive differenze, fra auto termica ed elettrica, oppure accorgimenti da far adottare a chi esegue i test di revisione? Grazie mille per l’attenzione e per il servizio informativo che svolgete“. Andrea

revisione Tesla
(Credit Foto: Tesla Impact Report 2023).

Ecco come funziona ( e su che cosa è meglio cautelarsi)

Risposta. La revisione di un’elettrica manca ovviamente di tutto quello che attiene ai gas di scarico, il resto è identico, così com’è identico (purtroppo) il prezzo.  E riguarda: 1) Clacson. 2) Freni. 3) Freno di emergenza (freno a mano). 4) Sottoscocca – sospensioni. 5) Fanali. Non avendo grande esperienza in materia, abbiamo chiesto aiuto all’amico Guido Baccarini, anch’egli proprietario di una Tesla, sempre bene informato. E prossimo alla revisione: “Anch’io nutro un minimo di preoccupazione per un singolo aspetto: il freno a mano, che consiste nel pulsantino della leva al volante di destra, che agisce come freno di emergenza. Va spiegato. Oltre al dovere spiegare al tizio come si accende o al fatto che il “piedino” dell’acceleratore va moderato nella prova-frenata. Ovvero quella che consiste nel partire da 5 metri indietro alla pedana e frenare SULLA pedana: il rischio è che, abituato all’accelerazione delle macchine normali…“. Chiosa finale: “A titolo precauzionale, mi impegnerò ad usare i freni qualche giorno prima a fondo, dato che ci sono concrete possibilità che siano arrugginiti…”.

Apri commenti

5 COMMENTI

  1. Model X del 2017, Fatta revisione 15gg fa. Era la prima Tesla che l’officina autorizzata alle revisioni vedeva. Nessun problema.

  2. Domanda molto interessante, e altrettanto interessanti e pertinenti sia la risposta della redazione (in questo caso nella persona di Guido… nomen omen!) che i primi commenti dei lettori.
    C’è sempre qualcosa di nuovo da imparare! 😊

  3. La maggior parte dei controlli ore-revisione di una BEV può essere anche anticipata personalmente, con verifica del corretto funzionamento di tutte le luci,claxon, assenza parti distaccate del paraurti, pneumatici con battistrada minimo 1.6mm costanti su tutta la superficie e totale assenza tagli e bolle sui fianchi.
    Ottimo il suggerimento di fare alcuni km usando con forza i freni meccanici per pulire bene le superfici di attrito (meglio una bella lunga distesa) .
    In caso di dubbio sull’officina di revisione ministeriale…basta contattarne altre e sentire se hanno già avuto esperienze col vostro modello.. In ogni caso è bene presenziare (ovviamente negli spazi riservati ai clienti!)

  4. Buongiorno.
    Fatta fare revisione alla mia Model3 6 mesi fa.
    L’officina era giá preparata per la revisione (basta chiedere prima), fatto tutto insieme al cambio gomme (per fine vita, altrimenti la revisione non sarebbe passata). Consiglio di far fare il tagliando Tesla un mese prima della revisione per far controllare le parti meccaniche, i filtri aria abitacolo, liquido dei freni (da sostituire periodicamente). Andato tutto liscio come l’olio.

Rispondi