Home Retrofit In Francia retrofit con bonus fino a 12.500 euro. E in Italia?

In Francia retrofit con bonus fino a 12.500 euro. E in Italia?

15
CONDIVIDI
Il motore retrofit recuperato

In Francia  con il retrofit si possono ottenere fino a 12.500 euro d’incentivo per convertire in elettrico la propria auto o furgone. Se in Italia non si sa ancora se, come e quando arriveranno i 3500 euro di sostegno del Decreto Agosto oltralpe lo Stato ha approvato un buono da 5 mila euro, ma in alcune regioni francesi sono stati approvati ulteriori incentivi cumulabili che possono permettere di arrivare a 12 mila euro di aiuto pubblico per convertire il proprio veicolo termico in elettrico.

Incentivi soprattutto per le aziende e i mezzi di lavoro

retrofit
Una delle auto convertite dall’operatore francese Phoenix Mobility

Le condizioni sono molto diverse  da regione a regione e sono indirizzate soprattutto ad aziende, operatori turistici ma ci sono anche per professionisti e cittadini. Un buon pacchetto di sostegni in un Paese che solo ad aprile 2020 ha approvato la legge sul retrofit e ci ha superato. Sono numerose le officine che promettono la conversione in pochi giorni. Rispetto all’Italia è possibile il retrofit anche sulle moto, a disposizione un incentivo statale, che nel nostro Paese è ancora in via di definizione e approvazione. Siamo indietro.

A Grenoble l’incentivo arriva fino a 12.500 euro

una pubblicità retrofuture
Una pubblicità dell’operatore Retrofuture,

La regione Grenoble-Alpes Métropole è l’ente locale che ha più scommesso sul retrofit. Per i cittadini il sostegno è indicizzato al reddito del nucleo familiare fiscale e può raggiungere i 7.200 euro, a seconda del peso del veicolo e del reddito fiscale di riferimento. Per i professionisti la sovvenzione va da 4.000 a 6.000 euro, vista la cumulabilità con gli incentivi statali l’aiuto totale può raggiungere gli 11.000 euro quando si trasforma un veicolo commerciale da 2,5 tonnellate.

In Provenza aiuti soprattutto per le imprese

una conversione elettrica di Brouzils Auto
Una Buggy convertita da Brouzils Auto

Sono sostanziosi gli incentivi anche della Regione Provence Alpes Côte d’Azur ma sono destinati alle imprese e agli enti locali. La dimensione varia a seconda della dimensione: si arriva ai 7500 euro quando si superano le 7 tonnellate del veicolo da convertire. Sommandoli ai 5 mila statali si arriva a 12.500 euro. Più generosi e meno selettivi gli incentivi nella Regione Ile-de-France dove al massimo si arriva a 2500 euro per un totale di 7.500 con l’aiuto statale. La misura è riservata ad aziende con meno di 50 dipendenti e con un fatturato annuo inferiore a 10 milioni di euro.

E l’Italia resta indietro

Il monitoraggio sulla Francia mette in evidenza come in meno di 12 mesi oltralpe si è sviluppata una estesa rete di operatori specializzati nel retrofit. Come dimostrano gli incentivi indirizzati alle imprese e ai mezzi di lavoro emerge un investimento per rendere pulito il trasporto merci e la mobilità aziendale grazie ai furgoni convertiti in elettrico. In Italia oltre alcuni mezzi turistici (leggi qui ) o della piccola ristorazione vede il settore sbilanciato in particolare su auto d’epoca. Investimenti che possiamo definire tipo emotivo, ma per l’impatto ecologico sono più interessanti i furgoni che si usano quotidianamente.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

15 COMMENTI

  1. la francia è vicina, appena qualcuno troverà il modo di far omologare i retrofit francesi per la circolazione su strade italiane, ci sarà ennesima fuga di denaro verso l’estero.
    alla fine le auto retrofittate arriveranno ugualmente, ma i benefici economici andranno in francia.

      • Qualche tempo fa ho provato ad informarmi presso società seria e (non improvvisata) per far convertire la mia vecchia 147 (ormai ferma da anni) ed i prezzi erano eur 8.000 di motore e 14/18.000 di batterie (non ricordo bene) per un totale di 22.000/26.000 eur.

        Anche con 3.500 eur di incentivo il prezzo non è digeribile, perlomeno per me.

  2. Anzi con l’arrivo delle forze politiche di centrodestra al governo,

    (le stesse che hanno trasformato nel 2002 il petroleum coke da rifiuto tossico pericoloso a combustibile per far fare più soldi ai propri amici petrolieri)

    (e che hanno sulla coscienza un sacco di malattie e morte di innocenti)

    non escludo che tolgano gli incentivi all’elettrico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome