Home Car Sharing e Flotte Renteen per i giovanissimi

Renteen per i giovanissimi

2
CONDIVIDI

Galdieri Rent lancia il progetto Renteen per promuovere la mobilità alternativa tra i ragazzi fra i 14 e i 18 anni. L’innovativa proposta sarà presentata a Roma, nell’ambito del “Maker Faire– The European Edition 4.0”, il più grande evento europeo dedicato alla rivoluzione digitale. Grazie alla partnership con ALD Automotive, una delle principali case locatrici specializzata nei servizi di noleggio a lungo termine, e Aixam, costruttore francese di minicar leader sul mercato italiano, Renteen darà ai teenager la possibilità avere in omaggio per un giorno la minicar Aixam a noleggio e potranno godere di particolari e vantaggiose formule week-end. Oltre a sperimentare la formula del noleggio giornaliero che permetterà ai più giovani di godere dell’esperienza di guida per andare a scuola o trascorrere un week-end  con gli amici, Galdieri Rent propone anche vantaggiosissime offerte per il noleggio a lungo termine e per l’acquisto delle minicar Aixam. Galdieri Rent mette in piedi il progetto avvalendosi della sua rete commerciale distribuita in tutta Italia, in collaborazione con le autoscuole, all’interno delle quali si svolgerà la promozione. L’iniziativa Renteen ha il duplice obiettivo di avvicinare i ragazzi al noleggio a lungo termine e di sensibilizzare genitori e figli all’uso delle minicar, decisamente più sicure rispetto a scooter e motorini. La gamma Aixam comprende, oltre alle minicar tradizionali spinte da un motore bicilindrico Diesel, tre modelli full electric contrassegnati dalla e iniziale: e-City Pack, e-City Premium ed e-Coupé Premium. Sono spinte da un motore elettrico da 6 kW, con coppia di 50 nm a 1.680 giri che assicura una velocità massima di 45 kmh; la batteria Litio Life P04 garantisce un’autonomia di circa 100 chilometri. La trazione è sulle ruote anteriori, la trasmissione automatica con variatore. I prezzi vanno da 14.750 a 18.025 euro.

 

 

2 COMMENTI

  1. le minicar saranno anche più sicure rispetto ai motorini, tuttavia a questi giovani bisognerebbe insegnare sia il Codice della Strada sia il fatto che poi bisogna rispettarlo.

    In zona San Siro, a Milano, incrocio spesso queste “automobiline” condotte da ragazzi/e che hanno uno stile di guida aggressivo (i maschi) e “casuale” le ragazze, e tutti indistintamente sfidano le leggi della fisica. Prima o poi qualcuna che decolla mi capiterà di vederla…

    • Pienamente d’accordo. Ai giovani, e spesso anche ai meno giovani, bisognerebbe insegnare, o ri-insegnare, il codice della strada e forse molto altro ancora, tipo l’educazione. Resta il fatto che i ragazzi/e fanno lo stesso quando cavalcano scooter e motorini, con la differenza che rischiano molto ma molto di più.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome