Home Tecnologia Reinova e Social Self Driving inventano la guida autonoma personalizzata

Reinova e Social Self Driving inventano la guida autonoma personalizzata

1
CONDIVIDI

Reinova e Social Self Driving uniranno le forze per sviluppare un innovativo sistema di guida autonoma “personalizzato”. Potrà replicare lo stile di guida del proprietario, grazie all’auto apprendimento, oppure quello di altri piloti, scaricando il software su un marketplace digitale.

reinova guida autonoma
Gli staff di Reinova e Social Self Driving. Al centro Giuseppe Corcione e Luigi Mazzola

Social Self Driving con l’anima Ferrari F1

Reinova e Social Self Driving sono nate entrambe nel luglio di quest’anno dal giacimento di competenze della Motor Valley emiliano-romagnola. Social Self Driving, in particolare, è una start up fondata dall’ingegner Luigi Mazzola, che per più di vent’anni ha fatto parte del Team Ferrari di F1. Reinova è il polo d’eccellenza dedicato allo sviluppo e la validazione di componenti per il Powertrain elettrico e ibrido. E’ nato da un’idea dell’ingegner Giuseppe Esposito Corcione nell’ambito di REI Lab s.r.l, Unindustria RE e Fondazione REI .

La guida autonoma e semi-autonoma rappresenta il futuro. Entro il 2030 equipaggerà il 70% delle nuove auto prodotte nel mando, pari a circa 60 milioni di unità. Gran parte di esse saranno ad alimentazione elettrica, secondo numerose e autorevoli analisi di mercato.

Autonoma sì, ma con stile di guida on demand

La partnership tra Reinova e Social Self Driving intende mettere a punto un sistema tecnologico avanzato, capace di registrare lo stile di guida del conducente e  riprodurlo sulle auto a guida autonoma e semi-autonoma. In questo modo le vetture prive di conducente potranno muoversi con uno stile sempre diverso, scelto dall’utente riproducendo la parte emozionale oltre a quella dinamica del veicolo.

reinova guida autonoma
Giuseppe Corcione, a sinistra, con Luigi Mazzola

Questo per smentire l’opinione corrente, secondo cui la guida autonoma e semi-autonoma “spersonalizzerebbe” la vettura. L’utente potrà impostare un profilo corrispondente al proprio e condividerlo con altri utenti, utilizzando una piattaforma cloud. Oppure acquistare nel cloud uno stile di guida diverso e perfino quello di un campione di automobilismo, fecelmente replicato.

Il sistema già pronto il prossimo anno

Mettendo insieme le reciproche competenze Reinova e Social Self Driving hanno già iniziato ad implementare questo sistema rivoluzionario. Definendo le principali architetture hardware e software necessarie al buon esito del progetto. Sarà finalizzato, validato e testato nei prossimi mesi per essere ufficialmente presentato.

Giuseppe Corcione, Chief Executive Officer di Reinova, a proposito della
collaborazione con Social Self Driving dichiara: «È un progetto con straordinarie potenzialità. L’ambito della guida autonoma e semi-autonoma sarà un trend in forte ascesa nei prossimi anni e Social Self Driving insieme a Reinova potrà veramente fare la differenza e ritagliarsi una fetta di mercato importante. Inoltre questa partnership attesta ancora una volta come la Motor Valley sia al centro di questa rivoluzione della mobilità, attragga talenti e iniziative all’avanguardia».

Luigi Mazzola, certo che questa sinergia porterà alla realizzazione del progetto, pensa che «sarà un viaggio entusiasmante dove la stima reciproca farà da garante alla materializzazione dell’idea rivoluzionaria di Social Self Driving».

Reinova guarda anche alla cybersicurezza

Reinova sta lanciando un secondo progetto nella cybersicurezza dei veicoli elettrici connessi. Realizzerà un laboratorio specializzato e una scuola di formazione per personale specializzato. Dal prossimo anno diverranno obbligatorie nuove regole sulla sicurezza informatica e la prevenzione di cyberattacchi ai veicoli connessi che tutti i costruttori dovranno ripettare. Reinova li supporterà nello sviluppo e nei test di compliance.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

1 COMMENTO

  1. Fantastico!
    Così quelli che guidano da dementi potranno mandare in giro auto a guida autonoma che circoleranno come fossero guidate da dementi?
    Oppure avremo auto a guida autonoma con lo stile di guida di un ottantenne che guida col cappello?
    Ovviamente scherzo, ma seriamente a me pare che la guida autonoma dovrebbe essere il più possibile standardizzata, perché questo renderebbe il traffico veicolare molto più fluido e in definitiva veloce, pur negli standard di sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome