Home Incentivi Regione Veneto più generosa: 8mila euro per l’auto elettrica

Regione Veneto più generosa: 8mila euro per l’auto elettrica

36
CONDIVIDI
incentivi auto elettrica

L’auto elettrica diventa veramente a basso costo se all’incentivo statale si somma quello molto generoso della Regione Veneto.

Con una delibera  la Giunta regionale ha approvato nei giorni scorsi contributi da 3.500 a 8mila euro per un totale di 5 milioni di euro. Attenzione: per partecipare è obbligatoria la Spid oppure CIE (Carta d’identità elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Insomma c’è da mettersi in regola, se sprovvisti, e prestare attenzione alla propria fascia di reddito imponibile. Peccato che nonostante Venezia (e non solo) mancano gli incentivi per le barche. Eppure inquinano (tanto) anche loro.

Gran successo nel 2020, si replica

Regione Veneto incentivi auto elettrica
La Regione Veneto ha stanziato 5 milioni, una parte per le auto elettriche

Il contributo l’anno scorso era più contenuto: da 1.000 a 4.500 euro, ma ebbe gran successo. Dalle graduatorie si leggono oltre 570 richieste per auto ibride ed elettriche e un centinaio in meno per la categoria bifuel  mentre sono state poche decine le istanze non ammesse. Le domande sono state finanziate tutte. La Giunta regionale con una delibera di dicembre 2020 ha  infatti stanziato altri fondi per  “finanziare tutte le richieste di adesione al bando“. In questo modo si sono finanziati oltre mille beneficiari e circa 570 di veicoli elettrificati.

Per l’auto elettrica ben 8mila euro

Bene la prima e si continua. Nel 2021  il contributo per l’auto elettrica è da 8mila euro, se si sommano al bonus statale da 10mila euro il veicolo è quasi regalato. Ma vediamo come funziona la procedura divisa in due tempi.

Nella prima fase si presenta la manifestazione d’interesse. Esclusivamente con procedura informatica tramite il sito internet (clicca sul link). Attenzione: sarà attivo dalla pubblicazione del bando e fino alle ore 12 del 15/06/2021. Successivamente verrà pubblicato sul Bollettino regionale -il BURV – su questa pagina web (link) la graduatoria degli ammessi.

Con la seconda fase gli ammessi alla graduatoria  dovranno presentare la richiesta di contributo esclusivamente con procedura informatica tramite il sito internet (qui). La piattaforma sarà attiva dalle ore 10 del 15/07/2021 fino alle ore 12 del 30/09/2021, si accede con il codice della manifestazione d’interesse presente in graduatoria.

Reddito, non solo per auto elettrica

Per l’entità dei contributi vi consigliamo di controllare la scheda qui sotto che premia la scelta elettrica con l’incentivo più alto.

bando auto elettriche
La scheda estratta dal bando con l’entità del contributo

Per quanto riguarda la rottamazione notiamo che l’alimentazione a benzina arriva fino all’euro 4. E’ possibile rottamare anche autoveicoli bifuel: benzina/metano, benzina/GPL o metano come riportato sulla carta di circolazione purché omologati all’origine da Euro 0 a Euro 4.

BENZINA: Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4
GASOLIO: Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5

soldi

Importante anche controllare la propria fascia di reddito imponibile. Sono esclusi coloro (dichiarazione 2019) che hanno denunciato più di 75mila euro. Vengono poi riconosciute 3 fasce di priorità in base al reddito:

A: reddito imponibile inferiore o uguale a 25mila euro;
B: reddito imponibile superiore a 25mila euro e inferiore o uguale 50mila euro;
C: reddito imponibile superiore a 50mila euro e inferiore o uguale 50mila euro

Per controllare tutti i requisiti potete scaricare il bando dal link.

 Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratis alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

36 COMMENTI

  1. Dani.l 15 Luglio 2021 at 14:06
    Perchè 960?
    Comunque la graduatoria definitiva si avrà dopo il 30/09, e lì si vedrà chi effettivamente ha acquistato la macchina.
    Inoltre, il bando ha validità di 3 anni e potrà essere rifinanziato. Poi chiaro che resta tutta una serie di criticità.

    il numero 960 è un calcolo approssimativo legato a una erogazione media di 5500 euro ad autoveicolo. Il monte è di 5.000.000 di euro diviso 5500 = 909 circa… dunque sono stato largo perché RAGAZZI… la stragrande maggioranza delle richieste sarà sicuramente su auto normalissime … mica sulle elettriche…
    LA CLASSIFICA E’ DEFINITIVA dunque se rientri nel calcolo compri l’auto ….. col piffero che compri l’auto se sei posizionato al posto numero 3000 su 7100 per esempio. Nel bando c’è scritto ed evidenziato in giallo come per dirti “SE LA COMPRI E NON RIENTRI NEI FONDI STANZIATI TI ATTACCHI AL TRAM”
    Va da sè che con una botta di soldi così il consumatore medio fa una scelta:
    5000 euro per un’auto normale o 8000 per un’elettrica?
    Meglio 5000 euro per sostituire la macchinina del babbo sesantacinquenne euro 0-1-2.
    Comunque… scritto ciò ci possono raccontare tante storielle ma per finanziare tutte le richieste servono circa 35.000.000 di euro. Stanziati 5.000.000.
    Ho già scritto alla Regione Veneto ma NESSUNO ha risposto.
    Ovviamente nella missiva (che vaielettrico ha ricevuto in copia) ci sono le obiezioni in merito ai famigerati “conti della serva” che anche un bradipo, seduto al tavolo della regione o del parlamento potrebbe fare o far fare al contribuente.
    Considerare l’indice ISEE piuttosto che il reddito imponibile in quanto tale indice verifica anche la situazione patrimoniale ….. oppure controllare se l’acquisto è una prima auto o una seconda. Verificare se il richiedente (su sua autocertificazione visto che ormai va di moda) ha un impianto fotovoltaico impattando zero o quasi sulle ricariche … controllare (sto andando tanto avanti… ) i kilometraggi (perché un rappresentante che macina 30.000 km al mese inquina un botto di + rispetto a un pensionato che ne fa 7000 all’anno).
    Tutte variabili e dati che rendono più equo l’incentivo altrimenti ve lo dico ragazzi!!!!!!
    Hanno ragione quelli che si aggirano la norma e qui non scrivo come fare ma è abbastanza facile e intuibile (ma io non l’ho fatto).
    Scritto ciò presumo che nelle altre regioni sia un copia incolla peggio o meno peggio che in Veneto (vedi Lombardia e Piemonte) ma comunque vince sempre la risposta “abbiamo fatto quello che potevamo” in stile ZAIA.
    Ps: per il rifinanziamento nei tre anni successivi sta bene vedere cosa faranno anche se ho forti dubbi in quanto se si analizza la lista ci si accorge che il grosso delle richieste è di euro 3 (tutti esclusi).
    Vi ricordate del bonus isee 40%.
    Esatto!!! Avrebbe impattato troppo sulle tasche dello stato perciò l’hanno accantonato.
    I fatti sono abbastanza chiari e le ordinanze VENETE sono altrettanto chiare. Guardiamo sotto la voce BLOCCO AUTO VENETO e vedremo che per il 1 ottobre fino al 50% degli autoveicoli sarà limitato nella circolazione (somma euro 0-1-2-3-4).
    La domanda è: ccche famo? aspettiamo ancora le multe dell ue? oppure danno gli incentivi a 960 auto su un parco circolante di 3.198.000?

    • Come abbiamo scritto più volte vista la generosità del bando statale era preferibile un contributo minore e con maggiore punteggio per le elettriche così da permettere una maggiore transizione all’elettrico

  2. BANDO CON classifica pubblicata ieri 13/07/21. 7100 domande, 960 quelle che passeranno secondo la disponibilità dei fondi eeeeeeeeee…. indovinate un pò. Tra i 960 quante elettriche passeranno?
    Non si sa!!.
    Discutibile il metro con cui vengono calcolate le classifiche perché il reddito complessivo non include un indice di valutazione patrimoniale attendibile relativa al nucleo famigliare. Praticamente passeranno 1 domanda su 8 e se non sei tra i 960 fortunati rischi di fare l’acquisto senza la certezza di vedere un centesimo. Mooooolto meglio la Lombardia che ha messo sul piatto 30 milioni di euro spalmandoli in modo più decente. Infatti, con questi incentivi Veneti e una domanda di 7100 potenziali acquirenti il budget avrebbe dovuto essere di 35 milioni di euro. Ma che lo dico a fare…. … Zaia ha fatto un bel bando, tutta gente con punteggio da 30 che equivale a persone con auto euro zero e reddito inesistente. Favoloso questo bando. “Prendi la macchina del papà euro zero e comprati quella nuova” salvo poi accorgersi che quell’auto fa 200 km in un anno e non 10.000. Così sistemano i conti con l’UE ma non con il pianeta terra.
    Il punteggio infatti decide sui dati di chi compra ma non di che cosa compra. Lega nord da 10 e lode!!!!!!

    • Condiviso il disappunto. I bandi della regione Veneto sono fatti così, più che bandi parlerei di lotteria, con molta burocrazia per parteciparvi e poche chance di poter avere il beneficio.Paiono più che altro per fare pubblicità più che fornire un aiuto concreto.
      Piuttosto di una cosa così sarebbe stato meglio dare 1000€ come incrementale di quello Statale a tutti quanti con zero burocrazia.

    • Perchè 960?
      Comunque la graduatoria definitiva si avrà dopo il 30/09, e lì si vedrà chi effettivamente ha acquistato la macchina.
      Inoltre, il bando ha validità di 3 anni e potrà essere rifinanziato. Poi chiaro che resta tutta una serie di criticità.

  3. CHE BELLO!! CI SONO GIA’ SITI DOVE INNEGGIANO AL REGALONE!!! 1400 EURO PER COMPRARE UNA DACIA SPRING!! :)))) :)))
    ooohhh ragazzzi!!! te la regalano e ti fanno anche il pieno per un anno :)))
    Onore a http://www.vaielettrico.it perché ci sono in giro testate che pur di vendere la notizia pubblicano la notizia FALSA. Peccato che dietro ci siano dei giornalisti che non leggono neanche il bando della regione Veneto oppure si scolano cinque ceres old9 e poi scrivono l’articolo :)))
    Almeno voi avete messo fuori la notizia in modo serio. Non ci sono molti siti attendibili a parte il vostro e pochi altri.

  4. Per quanto riguarda lo sconto 40% dello Stato per i redditi isee inferiori a 30.000, cosa succede se al prezzo di listino entro i limiti si aggiungono alcuni optionals che portano il costo finale oltre 36.600 euro? Grazie

    • Non ti passano il bonus in quanto il prezzo di listino deve essere sotto i 36600. Lo sconto proposto dalla concessionaria non va a inficiare il prezzo di listino mentre gli optional si. L’unica seria che viene offerta nel target è la skoda enyaq se pur con una batteria da 50. Ergo, è un bellissimo bonus ma solo per auto piccole. Ne approfitteranno in tanti credo. Okkio che non è cumulabile con il bonus proposto da regione Veneto…

  5. bene ma ci sono sempre dei paletti, il bando è per chi compra da aprile a settembre ,quindi chi ha comprato prima nulla . Le solita lotteria per i più furbi

  6. I bonus vanno bene, ma andrebbero evitate distorsioni del mercato, a volte questi bonus regionali assomigliano più delle lotterie o per creare un guadagno ai più furbi che sanno destreggiarsi meglio con queste formule.
    Il bonus statale almeno mi sembra più “Regolare” nella formulazione
    Il mercato delle EV è ancora ballerino, non bisogna prendersela, per esempio c’è cha ha comprato la M3 un anno fa poco prima che la Tesla tagliasse i listini
    L’importante è che la macchina acquistata funzioni bene e svolga un buon servizio.

    • Grazie Bernardo per il contributo, abbiamo sempre sostenuto che con contributi troppo alti si riduce la platea dei beneficiari però non dimentichiamo che si danno incentivi anche alle termiche – questo il problema – e in questo modi si rischia di avere poche domande sull’elettrico.

      • Leggevo proprio ieri sera un po di dati sulle emissioni globali di CO2 2020 e andamento concentrazione CO2 misurate all’osservatorio USA delle Hawaii.
        Siano di fronte a un problema enorme, non è più tempo delle mezze misure e accontentare questo e quello, dobbiamo tappare più tubi di scarico e camini possibile.
        In questo senso gli incentivi alle termiche e anche le ibride sono soldi pubblici sprecati.

    • Ha ragione Bernardo non bisogna prendersela, ma vedersi sfumare 8000€ per aver ricevuto l’auto poche settima e prima del bando, dopo aver chiesto più volte info alla regione fa rosicare e parecchio!

  7. Bene però cavolo potevano dare la possibilità a chi ha acquistato nel primo trimestre 2021 di partecipare… perlomeno a chi ha speso di più per scommettere nell’elettrico (cosa che ho fatto io). Vedermi negata la possibilità di partecipare per poche settimane è stato veramente brutto! Anche perché chiesi alla regione Veneto, ad inizio anno, se erano previsti incentivi e loro mi risposero che il bando non era neanche in fase di progettazione e che non sapevano se sarebbe stato fatto.
    Poi magicamente dopo 2 mesi tirano fuori dal taschino 5 milioni di euro? Ma va cagar (scusate)

  8. Oh, non vi va bene niente! e cingolani….e draghi…e pochi soldi dal Veneto….volete l’auto gratis e magari pure un buono spesa da 1000 euro da spendere alla Coop?

  9. Domanda inviata, praticamente ti chiedono tutto quello che riguarda il reddito. Direi che come bando non è da considerarsi “non banale”. 5.000.000 di euro diviso 8000 significa 625 auto elettriche (per massimizzare il risultato) dunque 625 auto? solo nel Vicentino ci sono 77.000 diesel che vengono bloccati dalle ordinanze.
    Ricordiamo a tutti che le multe dell’unione europea per aver sforato le emissioni sono di centinaia di milioni di euro. E’ come preparare un cappuccino all’autogril al 13 di agosto e dire “ve lo regaliamo….” . E qui ci sarà sempre qualcuno che ci dirà…. piuttosto di niente….
    Poi…. chiariamo… il fattore reddito imponibile imposto come parametro di valutazione …. è come la corazzata del mitico Fantozzi…
    Spieghiamoci meglio. Puoi avere un reddito imponibile di 30.000 euro e moglie a carico con due figli dunque un isee di 20.000. E’ una valutazione che ho chiesto di fare alla regione ma …. SILENZIO— RIPETO — SILENZIO TOTALE. Tanto è vero che a questo punto vale la pena di far fare la domanda alla moglie disoccupata con reddito azzerato e magari comprarle una euro 0 a 500 euro da uno sfasciacarrozze vicino a casa (chiaramente lo si è già fatto l’anno scorso).
    Altro punto a sfavore: Le emissioni… praticamente è un bando che lancia a pioggia denaro per qualsiasi alimentazione. Come si può constatare è una LOTTERIA.
    No, non è che mi piace fare il pessimista ma a questo punto meglio la LOMBARDIA che li ha dati ai primi arrivati. Qui hai tempo fino al 15 giugno, poi valutano le domande e dal 15 luglio ti dicono chi è dentro e chi è fuori (praticamente ci saranno il quadruplo delle domande dell’offerta o anche di più visti i soldi DA CARNEVALE messi sul tavolo) … mettiamo che il 15 di luglio mi dicano che DEO GRAZIA io sia tra i fortunati. Da questa data devo cercare l’auto o prenotarla. Data limite per la rottamazione il 30/09/21. Secondo voi posso ordinare una elettrica con la certezza di averla in meno di 70 giorni? E’ praticamente un terno al lotto visto che le consegne subiscono dei ritardi ben noti. Magari mi gira di ordinare una kia ev6? neanche parlarne … una ioniq 5? nemmeno. Forse una id3 pronta consegna o una nissan leaf sempre pronta consegna (per fare un esempio). E’ un bando partorito male. Ma dobbiamo insegnare noi al legislatore a fare le regole? Possibile che in ufficio ragioneria in Regione Veneto non ci sia un elemento che sappia scrivere un bando equo e ragionevole? Se poi la razio è diminuiamo le emissioni tra i mille documenti da presentare bastava mettercene uno in più dove dimostriamo di avere un contratto di SCAMBIO SUL POSTO per guadagnare 5 punti ma penso che in regione Veneto siano tutti focalizzati sul colore del LEONE nella bandiera piuttosto di pensare a come fare una norma.
    VAI COSI’ ZAIA!!!

    • Gentile Federico fa delle critiche pertinenti, sul reddito è giusto chiederlo ma ci sono delle evidenti contraddizioni se non si allarga la valutazione a tutto il nucleo familiare. Noi siamo chiaramente per l’elettrico e abbiamo scritto più volte che in un processo di decarbonizzazione è necessario puntare con forza su questa propulsione.

      Sulle risorse però l’intervento veneto nel contesto italiano è significativo – al Sud zero incentivi a parte la Sicilia che ha stanziato solo 200mila euro, senza dimenticare le assenze di Emilia Romagna e Toscana – e ricordiamo che è stato rifinanziato il bonus nazionale con ben 10mila euro.

      • Sempre che non si stto fatto per vendere un pó di ice, visto la soglia fino a 145 g. Co2. Un pó di campagna elettorale non guasta mai.

  10. sarebbe importante avvisare la Regione che a Venezia, se non se ne sono accorti, circolano per lavoro (trasporto merci e persone) le imbarcazioni e la trasformazione delle motorizzazioni sarebbe non dico auspicabile ma obbligatorio per abbattere l’inquinamento.
    Chi glielo dice?.
    Grazie per l’attenzione

    • Buongiorno Donato, nell’articolo abbiamo pubblicato il bando integrale. Sul suo quesito questa la risposta: Il nuovo veicolo dovrà essere acquistato e immatricolato a decorrere dalla data di pubblicazione del bando. Ha già preso il bonus statale?

  11. Si ma i fondi sono irrisori ed i vincoli cosi stringenti che il tuto assume più le sembianze di una lotteria che un reale bonus per chi acquista l’auto elettriche
    Insomma un modo per farsi della pubblicità più che una reale volontà di sostenere la mobilità elettrica, praticamente quasi da lasciar perdere in partenza per non perdere tempo in burocrazia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome