Home Nautica Repower si dà alla nautica con Reboat

Repower si dà alla nautica con Reboat

0
CONDIVIDI

Nel Lago di Garda non c’è solo Become, il taxi-boat elettrico di cui abbiamo scritto recentemente, ma anche una barca gemella: Reboat. Anche lei tutta elettrica, pronta al varo e di proprietà dell’operatore Repower con la collaborazione dello studio h3o Yacht Design (sono i progettisti) e di Bertoldi Yachts. 

 La barca che porta fino a 29 passeggeri 

Reboat progettata dallo studio h3o Yacht Design, si adatta sia al trasporto persone che al diporto. E’  dotata  di doppia trasmissione sail-drive azimutale e doppia propulsione elettrica, mentre l’energia è fornita da un banco modulare di batterie agli ioni di litio. Molto interessante l’autonomia dichiarata:15 ore alla velocità di 5 nodi.  Reboat è immatricolabile fino a 29 posti a sedere, insomma capienza buona sia per uso di operatori privati (albergo o mini crociere)  che per servizio pubblico.

Reboat per stimolare il turismo elettrico

“Ci occupiamo  di mobilità elettrica dal 2010” spiega Davide Damiani, responsabile relazioni esterne di Repower. “Ci abbiamo creduto e ci crediamo. Realizziamo le colonnine di ricarica per i nostri clienti, ma mettiamo a disposizione  anche le auto con 8 case costruttrici e 18 modelli. Consigliamo alle aziende di costituire una flotta aziendale elettrica e dal 2010/2011 abbiamo inserito lo strumento della ricarica in bolletta. Questa è la premessa che spiega il nostro interesse per la nautica, noi crediamo nella mobilità elettrica come salto culturale”. Insomma è un chiaro posizionamento nel panorama elettrico.

“La barca è un’altra declinazione, ed indubbiamente porta dei vantaggi di carattere  ambientale, interessante soprattutto per l’impiego nei laghi, in un sistema chiuso e fragile. Poi nella parte trentina del Garda possiamo navigare”. Questa è la dimensione ambientale, ma c’è pure una prospettiva economica che Damiani illustra: “Pensiamo allo strumento di ricarica in una logica di intermodalità ovvero mentre esco in barca, ricarico l’auto o la moto elettrica nella colonnina del molo. In questo modo si sviluppa un circuito sul territorio, legato anche al turismo”. In particolare Damiani cita un progetto Repower: “Abbiamo messo in rete 230 strutture di fascia alta. La mobilità elettrica è come il Wi Fi in albergo 15 anni fa; oggi Booking ha introdotto  lo strumento di ricarica all’interno del suo sistema”.

Tutti i dati tecnici

Motori: 2 x 25kw sincrono – trasmissione: 2 x sail drive azimutali con sistema meccanico di governo – lunghezza scafo: 10,00m – lunghezza f.t.: 10.55m (con piattaforma di poppa) – baglio massimo: 3,00m – peso a secco: 2620kg – peso con pilota e attrezzatura di sicurezza: 2.750 kg – peso con pilota e 14 passeggeri: 3983 kg – con pilota e 28 passeggeri: 5215 kg – velocità di crociera: 5 knbatterie (configurazione standard): 18kwh Panasonic ioni di litio – peso batterie: 110kg – tempo di ricarica lento (3kw): 8h – tempo di ricarica veloce 10kW: 2h – n° min. cicli di ricarica completi: 500 – autonomia a 7 kn: 280 minuti – tipo di costruzione: grp/composito