Home Tecnologia & Industria Raccolta rifiuti in Ev: dai francesi Goupil ai padovani Alkè

Raccolta rifiuti in Ev: dai francesi Goupil ai padovani Alkè

0
CONDIVIDI

Meno emissioni e meno rumore. In particolare nelle ore notturne o la mattina presto quando inizia la raccolta dei rifiuti, un servizio che si richiede sempre più silenziato. In particolare quando è costante come nei centri storici delle grandi città (vedi Barcellona) o durante i grandi eventi. In questo settore troviamo aziende italiane come la Alkè di Padova o la francese Goupil

Le aziende italiane Exelentia e Movincar commercializzano piccoli veicoli elettrici idonei alla raccolta rifiuti e alle altre funzioni tipiche delle pubbliche amministrazioni. Dal lavaggio alla pulizia delle strade. Si tratta del francese Goupil G4 che può contare su 25 allestimenti – circa 150 soluzioni diverse – tra cui quello dotato di vasca per raccogliere i rifiuti. Il mezzo può trasportare due passeggeri, raggiunge una velocità massima di 50 km/h e pesa 582 kg.

L’autonomia può arrivare a 135 km

Il motore elettrico ha un voltaggio di 48 AC, potenza nominale da 10 kW e potenza massima da 16,5 kW. Le batterie possono essere al piombo che assicurano un’ autonomia da 60 a 90 km a seconda della capacità, mentre con quelle al litio si arriva a 135 km

Le dimensioni lo rendono pratico nei centri storici come sottolineano dall’azienda: “Ci si muove con agilità, con soli 1,2m di larghezza e 4 di raggio di sterzata, si opera facilmente in qualsiasi spazio”. Mentre quanto ai costi “la ricarica è di 2 € per 100 km ed i costi di gestione e manutenzione sono pari a circa il 70% in meno di un veicolo di pari categoria alimentato a benzina“. Il prezzo è sui 30 mila euro, ma c’è un alto grado di personalizzazione. E l’azienda offre sia il noleggio a lungo termine o quello breve per picchi di attività o lavori particolari: un concerto, una fiera… Per tutte le specifiche qui la scheda del veicolo.

 

L’ATX  di Alkè, a 31 mila euro più Iva 

La padovana Alkè (ne abbiamo già scritto qui) ha divulgato un comunicato sul suo ultimo veicolo dedicato alla raccolta dei rifiuti. Si tratta della serie ATX, con gli allestimenti pensati per questa funzione. I modelli sono dotati della vasca di raccolta da 2.8, 2.2 o da 1.7 m3 e vi è la possibilità di abbinare la vasca al box porta attrezzi o all’idropulitrice. La velocità massima dichiarata dall’azienda è di 44 km/h mentre l’autonomia è di 150 km in un percorso piano ed in modalità ECO con una velocità massima di 30 km/h ed un uso non continuativo.  Un’altra informazione utile fornita dai padovani di Alkè è il costo della ricarica completa: 1,5/2 euro. Il prezzo del mezzo è di 31 mila euro più IVA.

LEGGI ANCHE: Renault Trucks: la gamma di e-camion “per città”