Home Vaielettrico risponde Quotazione usato: davvero le elettriche crollano?

Quotazione usato: davvero le elettriche crollano?

24
CONDIVIDI
Una 500 elettrica del marzo 2021, con 10 mila km, in vendita a 19.900 euro su Autoscout 24.

Quotazione usato: Niccolò è interessato ad acquistare una citycar elettrica, ma ha letto nei vari forum che dopo pochi anni le EV hanno valori bassissimi. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i quesiti vanno inviati a info@vaielettrico.it

quotazioni usatoQuotazione usato: esistono dati oggettivi?

“Vi leggo da un po’ tempo, essendo in procinto di sostituire la vecchia Toyota Yaris di mia moglie (ottima macchina, ma è del 2008…). Sul vostro sito scorro soprattutto le esperienza concrete di chi l’auto elettrica la usa già, con pregi e difetti. E leggo anche i commenti che ne seguono, con l’inevitabile divisione tra favorevoli e contrari. Tra gli argomenti citati da questi ultimi c’è un’affermazione ricorrente che mi ha colpito. Ovvero che le elettriche dopo pochi anni avrebbero un valore pari sostanzialmente a zero, a causa dell’usura delle batterie. Credo che sia un’esagerazione, ma vi chiedo se esistono dei dati oggettivi per farsi un’idea corretta su questo tema. Grazie, continuate così. Niccolò Costa.

quotazione usato
Fonte: Quattroruote agosto 2022.

Nessun crollo: ecco quanto valgono dopo quattro anni

Risposta. Quella dell’elettrico è una storia recente e occorrerà attendere qualche anno per farsi un’idea più precisa. Diciamo che nel quotare una EV di seconda mano occorre tenere presente due dati, uno positivo e uno negativo. Il primo: le elettriche si rompono meno, essendo più semplici come schema di vettura e avendo molte meno componenti soggette a usura. Il secondo: va considerato il decadimento della batteria, ovvero il fatto che nel tempo le celle perdono capacità, facendo calare l’autonomia dell’auto. Di quanto? Dipende da modello a modello e anche dall’uso che facciamo dell’auto, a partire dalle modalità di ricarica. Quattroruote è un riferimento nel quotare l’usato e ha pubblicato una stima il valore residuo delle EV dopo 4 anni, in % sul prezzo del nuovo. Risultato: valgono un po’ meno delle versioni a benzina, ma non c’è nessun crollo. La 500e, per esempio, vale il 42,8%, contro il 45% della mild-hybrid. Più netta la differenza per la Peugeot 2008: l’elettrica è al 40,2%, la benzina al 50,2%. Su tutte svettano le solite Tesla, vicine al 50%.

—  Iscriviti gratis alla Newsletter e alcanale YouTube di Vaielettrico.it  —

quotazioni usato

Apri commenti

24 COMMENTI

  1. tesla model y presa a settembre 2021 60.900€ con 20mila km fatto stima 2 g fa direttamente da tesla valore auto 65.900€ di piu di quando l ho pagata

  2. Calma con tutte ste percentuali sparate così !! La batteria la fa da padrona, dipende tutto da essa. Chi comprerebbe un elettrica usata a cifre non consoni, con una batteria già vecchia, che non sai nemmeno come
    è stata trattata ? Io sinceramente no, spenderei di più sul nuovo ed andare sul sicuro, magari per risparmiare, prendere un auto di categoria inferiore, ma nuova ed in garanzia.

    • La batteria delle elettriche è alla stregua dei km del endotermico chi mai comprerebbe un auto con 400’000 km , di fatti i furbetti tiravano indietro il tachimetro, ora con la revisione per lo meno il dato lo troviamo, sempre che non venga taroccato ad ogni revisione, comunque si può sempre passare in concessionaria e con una diagnostica si vedono i km reali, comunque era per fare il paragone, quindi per un buon valore residuo la certificazione sia del elettrica che del endotermica dovrebbe esser d”obbligo, altro fattore i tagliandi in concessionaria con resoconto di tutti gli interventi, da miocugino non è tanto tracciabile.

  3. Ma queste quotazioni Quattroruote come vengono ottenute? Non è che ci fidiamo troppo di questa testata giornalistica per poi scoprire che i dati sono errati? Sarebbe interessante che la rivista desse delle spiegazioni in merito su come vengono calcolati questi valori, i base a valori reali di compravendita? ci vuole trasparenza visto che questi valori sono usati come base di calcolo da molti nel settore

  4. Ho scritto a Quattroruote pochi mesi fa, perché notai tra i vari preventivatori online delle assicurazioni un valore molto basso del rimborso in caso d furto della mia Twingo ZE Intens. Tutte le assicurazioni non mi facevano impostare più di 12.000€ come valore dopo appena 6 mesi dall’acquisto, in linea con la quotazione di Quattroruote.
    Questo lo scambio di email:

    Io:
    Oggetto: Valutazione usato errata?
    Salve, qualche giorno ho richiesto una quotazione della mia autovettura, una RENAULT Twingo Electric Intens, immatricolata a novembre 2021, con mio stupore la valutazione è stata di 12233€ per vendita a privato e 10833€ a commerciante.
    Chiedo della correttezza della valutazione, perché è una vettura che a novembre era a listino a circa 24000€, ed una perdita di circa il 50% in 6 mesi mi pare eccessiva.

    Quattroruote:
    In merito alla sua richiesta n. (xxxxxxxxx)
    con oggetto: Valutazione usato errata?

    siamo a comunicarle quanto segue,
    le confermiamo la quotazione della sua vettura. Tenga presente che questo tipo di auto avevano nel 2021 una forte incentivazione statale (si arrivava anche a 10000€) che si sommava alla sconto di 2000€ obbligatorio del dealer. La sua vettura non è stata di certo pagata a listino motivo per cui il calcolo della differenza con la quotazione da fare non è il 50% da lei segnalato.
    Le ricordo inoltre che tutte le nostre quotazioni sono condivise con le case costruttrici e i concessionari più rappresentativi che confermano l’andamento del mondo elettrico per quanto riguarda le vetture usate.
    Rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

    Io:
    Buondì,
    intanto grazie di avermi risposto, alcune considerazioni, state dando per scontato che l’autovettura sia stata acquistata con un incentivo, quando ciò non è sicuro, è probabile, ma non certo.
    Se poi si ragiona in questi termini, qualcuno ha avuto sconti superiori ai 10440€ concessi dallo stato per una parte del 2021, in quanto hanno potuto sommare all’incentivo statale, anche l’analogo regionale\provinciale.
    Aldilà di questo, se oggi dovessero rubarmi la macchina, io riuscirei ad acquistarla dello stesso anno allo stesso prezzo?
    La risposta è no, perché come si può notare cercando nel vostro mercatino i prezzi sono notevolmente superiori alla vostra valutazione.
    In più, anche volendo acquistarla nuova, gli incentivi odierni sarebbero di molto inferiori.
    Per cui penso che la vostra valutazione non debba tenere conto (o non solo) di quanto è stata pagata, ma principalmente di quanto effettivamente poi vengono pagate nell’usato.
    Purtroppo questa valutazione viene presa come riferimento dalle assicurazioni, e questo genera un problema per noi automobilisti, perché questa valutazione non solo ci danneggia in caso di furto, ma anche in caso di incidente, per il quale non verranno rimborsati danni superiori al valore assicurato, valore che non è possibile incrementare.
    Anni fa quando si vendeva l’usato, era improbabile riuscire a realizzare una valutazione “quattroruote”, di solito si prendeva meno, ora le cose si sono ribaltate.

    Quattroruote:
    Buonasera,
    non possiamo che essere d’accordo con la sua lucidissima analisi.
    Purtroppo stiamo vivendo un momento molto complicato per il mondo dell’usato e stiamo cercando anche noi di adeguarci a delle situazioni, alle volte, al limite dell’assurdo.
    Proprio questo mese incontrerò nuovamente Renault e i dealer e sicuramente porterò alla loro attenzione il suo caso.
    Grazie per lo scambio di opinioni più che cordiale.

    • Più che altro l’assurdità è che la valutazione di OGGI sia basata su quanto hai pagato IERI la macchina, non su quanto costa OGGI! Cioè, la valutazione OGGI dell’usato dovrebbe rispecchiare il valore OGGI della macchina, decurtato dell’eventuale usura ecc. ecc.. Se io ho un sinistro OGGI, il risarcimento dev’essere congrua al valore dell’auto OGGI, non a quello che aveva ieri, perché io oggi eventualmente devo ricomprarmi la macchina se fosse, chessò, distrutta e non riparabile! Se l’anno prossimo ci fossero per assurdo super-incentivi sul nuovo è naturale che anche il valore dell’usato calerà, per essere competitivo col nuovo. Ma non è che se l’anno scorso c’erano incentivi più generosi allora oggi l’usato valga meno, anzi, varrà di più di quanto non valesse l’anno scorso, proprio in virtù del fatto che oggi quella stessa auto costa di più di ieri se vado a comprarla…

      Non so, mi pare un ragionamento talmente banale che sono basito di questa cosa… E tutti si affidano a questo tipo di valutazioni di Quattroruote????

    • Se è così trovo assurdo che per le ICE non facciano lo stesso ragionamento e questo degli incentivi e da molti anni se non decenni che ci sono 🤔🤔🤔

      • Beh, il ragionamento è lo stesso, solo che a memoria non ricordo incentivi su termiche che sommati superano i 10k euro prendi una qualsiasi termica e il valore assicurato a nuovo non sarà mai quello che hai pagato (poi togli ipt e tasse varie) , alla fine c’è poco da dire il valore vero delle elettriche è quello al netto degli incentivi, il resto è speculazione per alzare i margini, che guardacaso si modificano il giorno dopo la comunicazione di variazione incentivi, auto che son scese sotto i 30k our di prenderlo, auto che han alzato di 3k il listino et etc, sarebbe utile per confermare i smentire la mia supposizione avere esempi reali anche per auto che non han più incentivi perché costano troppo, possibilmente uscite quest’anno in modo da non avere il “problema” iper incentivi del 21

        • Forse perché sei troppo giovane, la moglie ha usufruito quando è passata dal non euro al euro 3 tra incentivi e sconti vari 🤷 ma l’anno dopo non c’erano prezzi azzerati per l’usato

  5. Magari avessero queste svalutazioni, comprerei la seconda auto usata elettrica e mi libererei del tutto del carburante fossile.
    La realtà è che le richieste sono altissime e per certi modelli quasi introvabili, cosa che spinge ad acquistare il nuovo proprio per la differenza di prezzo minima. E comunque il discorso vale per tutto l’usato in questo periodo, provate a cercare un Toyota CHR ibrido del 2016 (appena uscito, prezzo indicativo tra i 24-29k euro) non si trovano sotto i 19/20 mila euro. Significa che in 6 anni si riprendono il valore dell’auto quasi per intero IVA esclusa

  6. Ricordo un articolo, uscito ormai un paio di anni fa se non vado errato, in cui si faceva valutare una serie di auto elettriche dalle concessionarie. Il risultato fu eclatante, perché nonostante tutto erano quotazioni bassissime, la più strana fu Tesla che per riprendere una Model S dava una miseria.

    Ora, ci sta che i tempi sono cambiati e che i concessionari abbiano sempre il braccino, però non credo che ci si discosti in maniera troppo ampia dai dati nella tabella, anche se da privato i miracoli possono esistere….

    • In questo momento sul sito Tesla c’è una Model S 100D del 2017 a 63.000€. La Model S nuova costava (ora vendono solo la Plaid) 115.000€, quindi in CINQUE anni si è svalutata del 45%.
      Tesla non da garanzie particolari, 1 anno (oltre al residuo standard per batteria e powertrain).

  7. Scusate vorrei capire anche io come funziona, ma sinceramente non capisco. Ho una Corsa-e elegance del 2020, prezzo di listino 33000, messa su strada con vari optional 36600. Pagata 22700, ma questo non dovrebbe contare… Oggi ha 2 anni e 30000km, ha ancora 2 anni di garanzia ufficiale Opel (fatta estensione 2+2) oltre alla garanzia sulla batteria. Vado per darla indietro per una megane e me la valutano 13000 euro! Purtroppo il venditore non non mente, il prezzo eurotax è quello. Solo 2000 euro in più del diesel, contro i 13000 euro di differenza che su portano a listino. Ora io sono sicuro che rivendendola da privato andrebbe via anche a 20000 euro, conto tutti i problemi della contrattazione tra privati. Ma sinceramente non mi spiego questa svalutazione su eurotax. Considerate che oggi una corsa-e nuova col massimo degli incentivi statali dovrebbe costare sui 25000. Quindi chi sta barando?

  8. Quattroruote tutti a prenderlo come riferimento, però bho, come valutazione usato ci passa un abisso da quello di autoscaut24. È vero che le proiezioni sono un altra minestra però..

  9. Io è da due anni che tengo sotto controllo autoscult per un elettrica, alla fine l’ho presa nuova perché la differenza di prezzo non ne valeva la spesa, detto questo al momento non trovo ancora auto usate ad un prezzo conveniente, quindi i prezzi di Quattroruote è molto indicativo senza una base solida, poi ovviamente è il mercato che fa il prezzo, detto questo se uno è abituato a cambiare auto ogni 3/4 anni, l’unica cosa da consigliare è un contratto a 3anni con valore garantito in modo che da subito sa che al rientro avrà quel prezzo o contratti a noleggio a lungo termine, altro non si può fare.

  10. Parlo solo per Tesla: sparate lì a caso…
    Su autoscout24 si trova tutt’altro.
    La Model 3 più economica che si trova (del 2019, 3 anni e non 4) parte da 40.000€ che è il 15% in meno di quello che costava da nuova in quell’anno e il 28% in meno di quello che costa ora dopo i pazzeschi aumenti.

  11. Per me Quattroruote sottostima le elettriche.
    Sarà per ignoranza o per partito preso (la rivista è sempre stata contro le EV) ma la cosa è evidente dalle quotazioni dell’usato Tesla come di altri marchi.
    In generale le quotazioni dell’usato EV sono in crescita negli ultimi 18 mesi, cioè da quando sto tenendo d’occhio il mercato.
    Ho comprato una Czero del 2016 a gennaio 2021 a 8.000 euro, se la rivendessi oggi prenderei uguale o di più.
    Per trovarla ho impostato una ricerca su Autoscout con il limite 8.000 euro e da 6 mesi non appare più nessun modello neanche di 11 anni fa. Vorrei proprio che ci fossero Ev, anche di 10 anni, con prezzo sotto gli 8.000 euro ma non ne trovo!
    Peccato perché vorrei averne una seconda per uso cittadino ma…

  12. Proiezioni interessanti, anche se cozzano un attimo che le info viste fin ora, ok ora c’è un aumento vertiginoso degli usati per la lentezza di consegna del nuovo e posso immaginare abbiano tenuto conto che si sarà già stabilizzato tra 4 anni, ma qualche mese fa, credo in inverno, si vedeva girare articoli e testimonianze di 500€ valutate al 50% dopo 1 anno o anche meno, causa incentivi grossi dell’anno scorso immagino anche, ciò vuol dire che contano una stabilizzazione? O anche quei prezzi ora son saliti molto su usato e quindi tutto torna?

  13. Quattroruote come tutti gli altri tira i dadi e vede cosa esce :-))
    Nel senso che la proiezione lascia il tempo che trova !
    Se vuoi avere una idea del valore di una auto elettrica usata dai una occhiata ad ai siti che vendono le auto usate: avrai sorprese positive.

  14. Ma la redazione di Quattroruote come fa a stimare per la Tesla Model Y 49,3% se l’auto si produce dal gennaio 2020?

    • Sono proiezioni che vengono fatte per stimare il valore residuo a 4 anni, un dato fondamentale anche per stabilire i canoni mensili del noleggio a lungo termine

      • Ed i risarcimenti in caso di sinistro… questa è la cosa peggiore di cui va tenuto conto quando si stipula un’assicurazione che calcola il risarcimento sulla base del valore determinato da Quattroruote… e sono diverse…

      • “un dato fondamentale anche per stabilire i canoni mensili del noleggio a lungo termine”…
        Ecco spiegato l’interesse che sta dietro alle quotazioni ribassate di Quattroruote!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome