Home Auto Quanto è avanti Tesla? Forse basta un grafico…

Quanto è avanti Tesla? Forse basta un grafico…

46
CONDIVIDI

Quanto è avanti Tesla nell’auto elettrica rispetto alla concorrenza? Forse basta un grafico per farsene un’idea. L’ha realizzato Matt Joyce, un analista americano.

Quanto è avanti Tesla? Parecchio in core efficiency…

Quanto è avanti Tesla

Matt ha condiviso su Twitter il risultato di una semplice analisi, dedicata alla Core Efficiency (si potrebbe tradurre efficienza di base) dei marchi che producono EV. Un grafico accompagnato da poche parole: “La concorrenza sta arrivando. La prima ragione di scommettere su Tesla? Core efficiency. I margini portano Tesla a essere di gran lunga l’azienda EV di maggior valore. Come ci riesci, Elon Musk?“.  Il grafico, come si diceva, è piuttosto semplice. Da un lato c’è il peso del veicolo, espresso in libbre (1 libbra uguale 0.453592 kg.). Dall’altro il rapporto tra l’autonomia omologata dall’EPA americana per i vari modelli e la capacità in kWh delle batterie di ognuno. Le due Tesla più vendute, Model 3 (in versione Standard Range e Long Range) e Model Y sono nella parte altissima del grafico. Ma anche Model S e Model X, nonostante siano due “ammiraglie”, si piazzano piuttosto bene.

Pensavano facesse solo auto per ricchi capricciosi…

Il fatto è che Tesla troppo a lungo è stata sottovalutata dalla concorrenza. I marchi storici  hanno creduto che l’auto elettrica fosse un capriccio per ricchi annoiati e non hanno investito. Musk l’ha fatto, spendendo in R&D quote importanti del fatturato, anche quando l’azienda perdeva molti soldi. E i risultati si vedono, come riconosciuto dal  n.1 del Gruppo VolkswagenHerbert Diess, che addirittura invita Elon alle sue Convention. E gli ha strappato un invito per visitare la Gigafactory tedesca di Tesla. Già, perché il segreto del successo non sta solo in una messa a punto straordinariamente avanzata delle batterie. Sta anche in una sorprendente messa a punto del processo produttivo, con tecniche che riducono al minimo i passaggi in catena. È quella che specialisti, come Sandy Munro, chiamano “mega-casting“. Munro ha appena visitato la Gigafactory tedesca (video sopra) e ha notato altri passi in avanti, che consentono di produrre un’auto in 10 ore, molto meno della concorrenza. Come ci riesci, Elon?

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

46 COMMENTI

  1. Tesla, per meriti e lungimiranza, ha iniziato molto prima lo sviluppo delle auto elettriche (10/15 anni fa). La partita vera è appena iniziata. Vedremo se sarà in grado di mantenere questo vantaggio oopure no. All’inizio c’era solo Apple poi sono arrivati anche gli altri. La concorrenza fa sicuramente bene a noi

  2. Posseggo da poco una mod y, settimana scorsa sono andato a Milano e tornato con partenza da Bologna, velocità media 120 ho consumato circa 16 kw per 100 km. Ad oggi ho percorso in totale 2700 km con una media di 15,8 kw. Premesso che a me piace il minimalismo di tesla, francamente il livello costruttivo è buono.
    Posseggo anche una mod 3 LR e mediamente consuma un 13% in meno rispetto alla mod y.
    Leggendo varie chat noto che chi ha una EV e contento, mentre i maggiori detrattori sono quelli che non ce l’hanno .
    Ricordo anni fa quando le auto con l’aria condizionata erano poche, tutti quelli che non l’avevano dicevano che faceva male…..

  3. Tesla è leader resource & devolepment in tutti gli aspetti del settore mobilità elettrica. Tutto qua, e su questo Musk non è mai sceso a compromessi. Ora tutti gli altri inseguono ma la lepre è già scappata! 🙂 🙂

  4. Tesla ad oggi ha il miglior pacchetto autonomia, prezzo e rete di ricarica… peccato le auto siano veramente scadenti sotto tanti punti di vista.. anche le più costose! Ci sono errori da meccanici da garage di casa…vedremo se migliorerà sotto questo punto di vista, ci sono già concorrenti molto efficienti come kia e niro o Hyundai kona , nel mercato… qualitativamente superiori surclassato solo per la rete di ricarica..

  5. Per la verità, il consumo è simile a tutte, tesla non fa eccezione, in autostrada… Circa 20kw/100km…se non superi i 110 di media… La qualità costruttiva poi, lasciamo perdere…

    • Non si può sempre generalizzare: il consumo non è uguale per tutti, basta leggersi i dati (se uno ha la pazienza di farlo).
      Noi a 110 km/h consumiamo max. 14 kWh ogni 100 km con una Model 3 SR+ (circa 300 km di autonomia effettiva).
      Può darsi che un tempo qualche Tesla sia uscita male, la nostra (anno 2020) è assolutamente ineccepibile.

    • Ai 110 costanti una M3 SR+ con 4 persone a bordo consuma 138 Wh/Km.
      Se lei spara quelle cifre ci sono due possibilità: riporta un commento (non una prova) letto chissà dove non attendibile, oppure se lo è inventato. In entrambe i casi è gravemente sbagliato.
      Provi a cercare in rete e troverà le tabelle con i consumi alle varie velocità. Oppure faccia come me: io l’ho letto dal display alla fonte e parlo avendone una. Senza difetti costruttivi, peraltro.

  6. Penso che la tesla sia avanti di almeno 5 anni rispetto alla concorrenza, volevo solo precisare che 1980 la tanto odiata Fiat realizzò una Ritmo elettrica, nel 1990 la panda elettrica, ma i tempi non erano maturi, volevo solo sottolineare che quando i tempi diventano maturi quando le auto elettriche li fanno gli americani e i giapponesi.

  7. Il culto di Musk non mi interessa, ma la nostra Model 3 è una gran macchina.
    Il pacchetto complessivo powertrain, spazio interno, comandi, software, Supercharger è assolutamente convincente ed è lì che sta il vantaggio di Tesla (ovviamente IMHO).
    Nulla da dire poi sull’assemblaggio, la mia vecchia BMW non era fatta meglio.

    • Infatti è tempo di guardare alla sostanza: a noi non interessano notizie tipo “Elon Musk è l’uomo più ricco del mondo”, ci interessa capire il valore delle macchine che fa nella testimonianza di chi le usa tutti i giorni e le può confrontare con le auto termiche che ha avuto in precedenza. Nel bene e nel male.

      • E’ dal 2020 che abbiamo due auto elettriche e per l’uso “normale” (lavoro, spese, scampagnate, qualche viaggio ecc.) non ci sono problemi.
        Non si dovrebbe nemmeno discutere della validità o meno dell’elettrico per l’uso quotidiano, non credo ci siano controargomenti razionali.
        Poi i nodi sono diversi, soprattutto prezzo e disponibilità di colonnine e quelle cavolo di tessere di EnelX che a volte vanno, a volte no…

  8. Bah, prendere i dati dichiarati non ha alcun valore. Nella realtà le cose sono ben diverse. Ci sono diverse auto più efficienti di Tesla, specialmente coreane/giapponesi, ma non solo. Tesla a dirla tutta non ha alcun primato, se non quello di essere arrivata prima.

    • Infatti ho visto un paio di prove/confronto con diverse auto elettriche dove veniva confrontata L’EFFICENZA, che non deve essere confusa con l’autonomia. Chissà come mai la mitica tesla non era MAI la più efficiente, ma su questo sito trovo sempre articoli che affermano il contrario. Dove sarà la verità? io ho un idea, non è che forse che esegue prove da anni, che ha un “pochina” d’esperienza sia più…. ma lasciamo stare, altrimenti i redatori di questo sito si offendono

      • Nessuna offesa, Livio. Lei non ha mai letto i nostri articoli, e si vede. Lei non ha mai guidato un’auto elettrica, e si vede.

        • Temo che lei invece si sbagli, dato che guido regolarmente, TUTTI I GIORNI, una plug-in per recarmi al lavoro ed un’elettrica ( ciofeca ) opel corsa-e per lavoro.
          Da dove arriverebbe questo suo giudizio senza conoscermi personalmente? Probabilmente dovrebbe fare una visita oculistica, non ci VEDE bene

          • Io, caro Livio, la seguo da un pò. Lei ci ha definiti oggi “massa di esseri indicibili”, ci ha dato più volte dei prezzolati e venduti, ha spesso sostenuto che siamo poco affidabili, in altre occasioni si è esibito da negazionista climatico e ha maldestramente tentato, falsando dati e rapporti dell’Arpa, di negare che durante il lock down fossero diminuite le concentrazioni di particolato e gas nocivi nell’aria. Perciò, anche senza conoscerla, sarei propenso a non dar troppo credito a quel che scrive. Eppure non ho mai cestinato un suo commento. ma anche la pazienza ha un limite.

      • Si documenta su PiazzaPulita? La M3 SR+ è la più efficiente in assoluto, si trovano ovunque le tabelle comparative, realizzate effettuando lo stesso percorso contemporaneamente da più veicoli elettrici.

        Se non sa usare google, eviti di commentare rendendosi ridicolo.

        • ha citato due riviste che si trovano online, nello specifico quattroruote e automoto, non piazza pulita. Cortesemente se vuole dare del ridicolo ad altri prima cerchi d’informarsi, non sono prove che ho eseguito io, ma testate giornalistiche di settore. Se non sa usare google probabilmente dovrebbe aggiornarsi

          • Quattroruote ha fatto la prova dell’autonomia, non dell’efficienza.
            Automoto non trovo prove comparative tra più veicoli, solo 1 vs 1
            Fornisca link, prego.

          • Vedo con preoccupazione che lei non è sgradevole solo con me. Tornando alle prove auto, caro signore, anche noi citavamo i test di una autorevolessima rivista tedesca, quindi ci accusa a vanvera. Ma fose lei, come sempre, non ha nemmeno letto l’articolo.

      • Un’auto strapagata, rispetto alla qualità. Aspetto Toyota con le batterie allo stato solido poi partirà pernacchione per tutti i tifosi di quel cannaiola di Elon

        • Che sogno sarebbe avere una batteria che ti promette più di un milione di miglia, che gradisce essere carica al 100% ma che regge la scarica totale, che puoi caricarla a 250 kWh, che non si autoscarica stando ferma, che non prende così facilmente fuoco se squarciata, che non usa alcuna terra rara e tantomeno cobalto… sarebbe proprio un sogno.
          Lei aspetti pure le batterie a stato solido che arriveranno un domani, che io intanto mi guido da un ieri la mia SR+ con batterie Litio Ferro Fosfato sulla macchina con il più alto voto di sicurezza Euro NCAP, con la tenuta di strada migliore in assoluto nel test dell’Alce e con il più avanzato sistema di sicurezza attivo e passivo e prestazioni da super car.
          L’uva? E’ acerba.

  9. sul peso non si distinguono particolarmente… poi manca il valore piuttosto importante sulla qualità costruttiva, io sono ancora scettico e a febbraio ho preso ancora una macchina ice, per quanto mi riguarda il vantaggio ambientale è troppo risicato(c’è sempre una nube sul co2 prodotto per riciclare le batterie ei loro composti chimici), ma sono fiducioso che con le nuove tecnologie finalmente si raggiungerà il traguardo

  10. Questo articolo mi piace molto e secondo me si pone la giusta domanda. Come ci riesci Elon?

    Io ovviamente non lo so, ma se dovessi provare a sparare una ipotesi è che Musk è un informatico. Capisce di tecnologie. Io credo che ad una riunione lo si impressiona di più se qualcuno gli propone un nuovo conduttore che non una nuova strategia di marketing. Io ce lo vedo a rompere le scatole ai suoi dipendenti, ai suoi ingegneri facendo 1000 domande e lanciando altrettanto proposte. È come se Tesla non fosse una azienda nata per fare business ma per realizzare i sogni sfrenati di ricerca e sviluppo del suo fondatore.

    Gli altri CEO non sono così: per questo le loro aziende non innovano e vanno avanti x inerzia

    • Se ben ricordo, Musk ha conseguito due lauree, la prima in Fisica e la seconda nel campo dell’ Economia. Il che conferma in qualche modo la tua ipotesi.

      • Grazie Maurizio. Sono andato a cercare su Wikipedia per vedere anche io se ci avevo visto giusto: “All’età di 10 anni si appassiona alla programmazione, che impara da solo utilizzando un Commodore VIC-20, e a 12 anni ha venduto il codice da lui creato di un videogioco scritto in BASIC, chiamato Blastar, alla rivista chiamata PC and Office Technology per circa 500 US $. Una versione web del gioco esiste tuttora online”.

        Anche io a 10 anni programmavo, su un Commodore 16, e feci un programma di scacchi in BASIC ma non riuscii a finirlo perché la memoria del mio Commodore era limitata e si esauriva troppo presto. Fossi riuscito a finirlo e a venderlo, magari adesso avrei una società che produce auto volanti :)))))))))

  11. Riescono a essere così efficienti principalmente grazie ad un’aerodinamica senza compromessi, unita a una sezione frontale ridotta. La moda di produrre macchine dalla sezione frontale generosa, dai SUV ai crossover, inevitabilmente genera un aumento dei consumi. Ma questo é quanto ha richiesto il mercato negli ultimi anni. Ora l’avvento dell’elettrico potrebbe cambiare questi paradigmi

    • Ma perché la hyundai kona ha un rapporto così basso strada percorsa / capacità della batteria se con una batteria da 64kWh fà qualche km in più delle tesla con 72kWh e pesa meno come auto?.. Il grafico è stato commissionato o sono stati presi i dati dichiarati dal costruttore (che nel caso di tesla) si discostano di molto.. Come anche per Mercedes, VW, Pegeout, ecc. ma Hyundai si discosta di poco.

      • Qui la lista delle FEV in ordine di efficienza. Noterà che la Kona viene svariate pagine dopo, ha la stessa efficienza della Model3 Performance (che però ha prestazioni mostruose) e che la migliore, a parte la Fiat 500 che è sostanzialmente inutilizzabile in autostrada dato che la sua velocità massima è 135 km/h, è la Model 3 SR.
        Quindi che faccia più chilometri della Tesla SR è vero ma soltanto perchè ha il 25% in più di batteria (Le Tesla hanno la batteria da 51 e 52 kWh, a seconda del tipo)

        https://ev-database.org/compare/efficiency-electric-vehicle-most-efficient#sort:path~type~order=.efficiency~number~asc|range-slider-range:prev~next=0~1200|range-slider-acceleration:prev~next=2~23|range-slider-topspeed:prev~next=110~450|range-slider-battery:prev~next=10~200|range-slider-eff:prev~next=100~300|range-slider-fastcharge:prev~next=0~1500|paging:currentPage=0|paging:number=all

    • Questa è la più grossa verità che si poteva scrivere, e quasi nessuno osa dire. Invece i cari costruttori soprattutto tedeschi, ma non solo, hanno continuato a cavalcare e spingere il mercato SUV e sigle simili, quelle utili per scaricarsi la coscienza. Persino con l’ennesima bugia “i SUV sono ecologici se li facciamo noi che sappiamo”. Purtroppo il marketing non riesce a battere la fisica

        • Da quando il marketing non batte la fisica? Guarda Apple? vende cellulari che sono, a livello di prestazioni dei medio-gamma rispetto a quelli con sistema android e processori snapdragon, eppure li vendono a prezzi esorbitanti. Solo perchè il lavaggio del cervello fatto dal marketing dei “melosi mordicchiati” ha convinto i poco obbiettivi, che purtroppo sono molti, ha spendersi uno stipendio per un protto mediocre. Ecco cosa riesce a fare il marketing

          • Ciao Livio, forse andiamo off topic, ma da felice possessore di un Android non posso negare certe qualità dei prodotti Apple, che con hardware come dici tu “inferiori” garantisce prestazioni superiori (grazie ad un software customizzato per sfruttare meglio tutto l’hardware), hanno meno lag e qualitativamente meno problemi a parità di anni di vita utile, poi tutto dipende da come usi uno smartphone, alcuni scoprono che l’ambiente Apple è comodo, integrato e poi si abituano a quello.. io personalmente preferisco la libertà di Android, ma sono ad esempio ormai legato a Google. Oggi non potrei fare a meno dei suoi servizi, (a volte non si compra una cosa sola ma un insieme di servizi).
            Poi c’è chi compra per status ed altre motivi che non corrispondono a reali necessità, ma a ben vedere non è così anche per le auto?
            Se dovessimo comprarle solo valutando le necessità pratiche, guarderemmo quella meno costosa, più funzionale per le nostre esigenze e più performante (consumi/guida/comodità viaggi), mentre del colore metallizzato/linea/cerchi/interni non dovrebbe fregarcene nulla! Io ad esempio avevo preso la Megane perché qualità/prezzo per le mie finanze era ottima e la sua linea mi piaceva molto di più quella di una A3/golf/308/etc che invece non mi dicevano nulla, tornassi indietro prenderei una Mazda3 che ha una linea simile alla mia e mi sembra qualitativamente superiore.. Inoltre la Renault è indietro sulle ICE, la mia è un TCE 1.2 130 CV benzina e lo soprannominata “PETROLIERA”. :/

    • Bada bene, c’è. E’ l’Audi e-tron, è in fondo alla classifica nell’angolino in basso a destra, messa peggio di tutti. L’Audi e-tron sarebbe la VW ID4 con un logo diverso … Ma non ditelo ai possessori di VW, loro sono strafelicissimi delle loro ID, un vero affarone …

        • Quel grafico non l’ho fatto io, non prendertela con me.

          Ad ogni modo, se vuoi, ti riporto i dati esatti. Negli USA l’efficienza è misurata e certificata dall’EPA. La ID3 non è venduta lì, quindi il confronto è ID4 vs Model Y. Questi i dati ufficiali sul ciclo combinato:
          Model Y SR RWD: 129 MPGe
          Model Y LR AWD: 125 MPGe
          Model Y Performance AWD: 111 MPGe

          ID4 1st: 97 MPGe
          ID4 Pro S: 97 MPGe
          ID4 Pro: 99 MPGe

          I dati fanno riferimento al combinato. Questo significa che a parità di kWh una Tesla percorre un terzo di km in più. (97 : 129 = 100 : x -> x = 133). Oltre ad avere migliore accelerazione, migliore velocità massima, etc. etc. etc.

          Sapevo che le VW erano molto inferiori, non avrei mai pensato tanto …

          • Mi riferivo al tuo commento, che come tuo solito, non riesci a non fare: “Ma non ditelo ai possessori di VW, loro sono strafelicissimi delle loro ID, un vero affarone”
            La mia ID3, una 58kWh, ha una media di consumo, negli 11000km che ho percorso fino ad ora, di 12,7kWh/100km, quindi s’, sono strafelice del consumo.
            La tua auto che consumi ha?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome